Uccisa Daphne, a Malta i giornalisti sono più soli

Uccisa Daphne, a Malta i giornalisti sono più soli

LA VALLETTA (Malta) – «Dopo la morte di mia madre la situazione a Malta è peggiorata. Il suo lavoro ha fatto scoprire una corruzione ...

leggi...

Scarlata, un galantuomo al servizio dei giornalisti

Scarlata, un galantuomo al servizio dei giornalisti

PALERMO – Tra i protagonisti degli istituti di categoria del secolo scorso, Orlando Scarlata è stato, per tutta la sua lunga carriera, ...

leggi...

Addio Guido Columba, una vita per la cronaca

Addio Guido Columba, una vita per la cronaca

ROMA – Giornalismo in lutto per la scomparsa di Guido Columba. Aveva 72 anni. È morto la notte scorsa, al Policlinico Gemelli di ...

leggi...

Giornalisti: concorsi, selezioni e offerte di lavoro

Giornalisti: concorsi, selezioni e offerte di lavoro

ROMA – Ecco tutte le offerte di lavoro giornalistico per le quali è ancora possibile presentare la propria candidatura. Tra esse tante ...

leggi...
Uccisa Daphne, a Malta i giornalisti sono più soli

Uccisa Daphne, a Malta i

Scritto da News il 16 Oct 2018 1
Scarlata, un galantuomo al servizio dei giornalisti

Scarlata, un galantuomo al servizio

Scritto da Carlo Parisi il 15 Oct 2018 2
Addio Guido Columba, una vita per la cronaca

Addio Guido Columba, una vita

Scritto da Romano Bartoloni il 13 Oct 2018 3
Giornalisti: concorsi, selezioni e offerte di lavoro

Giornalisti: concorsi, selezioni e offerte

Scritto da Redazione il 10 Aug 2018 4
Nel libro curato da Luca Martini e Barbara Panetta i network dagli esordi a oggi

Radio, dj e rock’n’roll: storia di un fenomeno

BOLOGNA – Scrittori come Danilo Masotti, Riccardo Cassini e Alessandro Berselli; dj e conduttori come Luca Bottura, Doctor Feelgood, Leo Persuader e Michel Lagnaz; musicisti come Maurizio Solieri e Marcello Romeo: sono tra i 25 autori che hanno realizzato il libro “On the radio – Storie di radio, dj e rock’n’roll”, a cura di Luca Martini e Barbara Panetta, edito da Morellini (192 pagine, 14,90 euro).
Il volume racconta il fenomeno travolgente e dilagante della radio, dagli esordi alle trasmissioni di Stato, dalle emittenti libere ai grandi network, e si ripercorrono le sensazioni che le radio, attraverso voci e musiche, sono state in grado di far vivere o rivivere: dall’Eiar, poi diventata Rai, a Punto Radio, fondata nel ‘75 da Vasco Rossi sull’Appennino modenese, da Radio Deejay, creata nell’82 da Claudio Cecchetto, che ha visto nascere

leggi...
Soave segretario, Stolfi tesoriere, Nino Cutro delegato al VII Congresso nazionale

Ungp Basilicata: Pino Anzalone presidente

Giuseppe Anzalone

POTENZA – È Pino Anzalone, 79 anni, il nuovo presidente del Gruppo regionale lucano dell’Unione Nazionale Giornalisti Pensionati. È stato eletto all’unanimità e succede al collega Savino Cutro, sindaco effettivo dell’Inpgi.

leggi...
Uno dei presunti killer del giornalista è morto in un “incidente d’auto” sospetto

Omicidio Khashoggi: depistaggi di sangue

Jamal Khashoggi

ISTANBUL (Turchia) – Per la prima volta dopo 16 giorni dalla scomparsa a Istanbul di Jamal Khashoggi, il presidente americano Donald Trump dice quello che tutti pensano: il giornalista dissidente saudita “è morto”. E lo fa

leggi...
Nessuno aveva mai pensato di far deragliare i giornali. Domande sale della democrazia

Mario Calabresi: “È l’ora della resistenza culturale”

Da sinistra: Mario Calabresi e Luigi Di Maio

FIRENZE – “È il momento della resistenza culturale, la critica e le domande sono il sale e l’essenza della democrazia”. Così il direttore del quotidiano la Repubblica, Mario Calabresi, alla festa per i 30 anni della redazione

leggi...
A lungo caporedattore a La Stampa, corrispondente Rai, era il decano dei giornalisti

La stampa di Savona dice addio a Nicolò Siri

Nicolò Siri

SAVONA – Lutto nel giornalismo savonese: è morto, all’età di 90 anni, Nicolò Siri. Anche se negli ultimi tempi il suo impegno si era molto ridotto, – scrive La Stampa, dove Siri era stato per lunghi anni caporedattore nella redazione

leggi...
Sul Washington Post l’appello alla libertà di espressione nel mondo arabo

L’ultimo editoriale di Jamal Khashoggi

Jamal Khashoggi e la fidanzata Hatice Cengiz

WASHINGTON (Usa) – “Ciò di cui il mondo arabo ha più bisogno è la libertà di espressione”: il Washington Post ha pubblicato l’ultimo articolo di Jamal Khashoggi, il giornalista saudita dissidente scomparso dallo scorso 2 ottobre e

leggi...
Il presidente Riffeser Monti scrive al sottosegretario alla Presidenza del Consiglio

Editoria: Fieg pronta al confronto con il Governo

Andrea Riffeser Monti

ROMA – “I governi sono assolutamente liberi di assumere le decisioni che ritengono necessarie ed opportune, ma non possiamo accettare denigrazioni e minacce al lavoro di editori e giornalisti che ogni giorno si impegnano per 

leggi...
Sono costate 600 euro a Francesca Barracciu le offese via social a Mauro Lissia

Diffamò cronista, patteggia l’ex sottosegretaria

Francesca Barracciu

CAGLIARI – L’ex sottosegretaria alla Cultura, Francesca Barracciu, ha patteggiato una multa di 600 euro per aver diffamato su Facebook il giornalista de La Nuova Sardegna, Mauro Lissia. È successo davanti al giudice

leggi...
Prende il posto di Bellu che ha lasciato per contrasti con l’editore sulla linea politica

Guido Paglia è il nuovo direttore di Sardinia Post

Guido Paglia

CAGLIARI – Guido Paglia, attuale direttore del Corriere Elbano, edito dal gruppo Onorato Armatori, assume la direzione di Sardinia Post e Sardinia Post Magazine, dopo le dimissioni di Giovanni Maria Bellu per contrasti sulla linea politico-editoriale della testata online.
Paglia è stato in passato vice direttore de Il Giornale di Indro Montanelli, responsabile della comunicazione Cirio del Monte e direttore delle Relazioni Esterne della Rai.
Il nuovo direttore di Sardinia Post – edito sempre da Onorato – ha un passato anche negli organismi di categoria: è stato membro

leggi...
Verso un Ordine del Giornalismo con nuove modalità di accesso all’albo

Odg: approvate le linee guida per la riforma

ROMA – Nuove modalità di accesso alla professione giornalistica, che prevedano accanto alla laurea anche un corso universitario di un anno; più vigilanza per l’iscrizione all’elenco dei pubblicisti, con un percorso biennale maggiormente documentato per verificare che non ci siano abusi e che l’attività sia svolta correttamente; il superamento del carattere di esclusività professionale, purché non ci sia conflitto di interesse; la regolamentazione del settore degli uffici stampa con l’istituzione

leggi...
Evento aperto alla città domani al Teatro del Maggio e inserto speciale di 24 pagine

30 anni di Repubblica Firenze: festa per tutti

FIRENZE – Compie 30 anni la redazione fiorentina di Repubblica: era il 18 ottobre 1988 quando il quotidiano debuttò con la cronaca di Firenze e della Toscana. Un compleanno che sarà festeggiato domani, giovedì 18 ottobre,

leggi...
Secondo la stampa turca sarebbe stato fatto a pezzi da un esperto anatomopatologo

Orrore: il giornalista Khashoggi smembrato vivo

Jamal Khashoggi

ISTANBUL (Turchia) – Decapitato dopo essere stato torturato e poi fatto a pezzi all’interno del consolato saudita. Sarebbe questa la terribile fine del giornalista e dissidente saudita Jamal Khashoggi, sparito lo scorso 2 ottobre

leggi...
“Le vicende giudiziarie dell’editore distinte dalla prospettiva professionale”

Gruppo Ciancio, la Fnsi: “Tutelare i giornalisti”

ROMA – La Giunta esecutiva della Fnsi e la consulta delle Associazioni Regionali di Stampa, riunite a Roma, esprimono «profonda preoccupazione per la vicenda delle testate giornalistiche del gruppo Domenico Sanfilippo

leggi...
“Porta al Sole la grande esperienza maturata in multinazionali e aziende leader”

Il Sole 24 Ore: Paolo Fietta è il nuovo Cfo

Paolo Fietta

MILANO – Paolo Fietta è il nuovo Chief financial officer del gruppo Il Sole 24 Ore. Ad annunciarlo è l’azienda, che spiega come il nuovo ingresso porti “la grande esperienza maturata nel corso della sua carriera professionale all’interno delle maggiori multinazionali e aziende italiane leader in differenti settori economici, dove ha seguito diverse Ipo, importanti processi di ristrutturazione e lo sviluppo nei mercati emergenti”.

leggi...
Il direttore lascia in contrasto con l’editore. Preoccupati Odg e Assostampa

Sardinia Post cambia linea e Bellu si dimette

Giovanni Maria Bellu

CAGLIARI – Giovanni Maria Bellu lascia dopo sei anni la direzione della testata on line Sardinia Post, a fronte della richiesta dell’editore, Vincenzo Onorato (patron del Gruppo Onorato Armatori a cui fa capo alla flotta Moby-Tirrenia,

leggi...
design   emme21