Il giornalista stasera è ospite del festival “Una montagna di cultura” di Ponte di Legno

Beppe Conti e la grande storia del ciclismo

Da sinistra: Marco Pantani e Beppe Conti

PONTE DI LEGNO (Brescia) – Beppe Conti, volto notissimo agli appassionti di ciclismo (e non solo), sarà il protagonista della serata di oggi, domenica 12 agosto, di “Una montagna di cultura…la cultura in montagna”, la

leggi...
Al secondo posto, a pari merito, i giornalisti Ferruccio de Bortoli e Tiziana Ferrario

A Nicola Gratteri il VII Premio Caccuri

Nicola Gratteri, socio onorario del Sindacato Giornalisti della Calabria, il 1° maggio scorso alla Festa nazionale della Fnsi celebrata a Reggio Calabria (Foto Marco Costantino/giornalistitalia.it)

CACCURI (KR) – Con il libro “Fiumi d’oro. Come la ’ndrangheta investe i soldi della cocaina nell’economia legale”, Nicola Gratteri, procuratore della Repubblica di Catanzaro, è il vincitore del Premio letterario Caccuri per la sezione Saggistica.

leggi...
Un guida che guarda al passato quella della scrittrice e giornalista Eleonora Iannelli

“Messina ritrovata”, tra storia, mito e realtà

MESSINA – Si comincia dall’inizio, dai miti, e si procede toccando tutte le storie, i personaggi, i luoghi, i riti, le leggende di una città che mostra e a volte nasconde i suoi 28 secoli di vita. Li ripercorre, con leggerezza e ironia, Eleonora Iannelli nel suo volume “Messina ritrovata” (Bonanzinga editore, 280 pagine, 20 euro) che torna in libreria in un’edizione rivista e aggiornata.
Il viaggio nel tempo comincia dalla fondazione in epoca greca con tutto il suo contorno mitologico: la falce “eviratrice” di Kronos, l’architetto-cacciatore Orione che progetta Zancle, Ulisse che sfugge ai gorghi di Scilla e Cariddi, la fata Morgana che incanta i naviganti mentre il povero Colapesce tiene la Sicilia sulle spalle e i giganti Mata e Grifone vegliano sulla città come numi tutelari.
Iannelli narra poi la Messina che contendeva a Palermo il ruolo di capitale del regno, le audaci rivolte e le durissime

leggi...
Mario Nanni e Carlo Parisi: “Ci vogliono regole, cultura e un’adeguata retribuzione”

Giornalista, un mestiere che ha bisogno di qualità

Da sinistra: Ninni Romeo, Giampaolo Latella, Santo Strati, Mario Nanni e Carlo Parisi, al Circolo del Tennis di Reggio Calabria

REGGIO CALABRIA – I dibattiti sull’informazione, abitualmente, rischiano di diventare discorsi per addetti ai lavori, giornalisti, comunicatori, editori. Al contrario, l’incontro su “Stampa, giornali e giornalisti” al Circolo del Tennis

leggi...
In mostra a Fano gli straordinari scatti del maestro pesarese celebrato da Dario Fo

Adriano Gamberini, l’anima nelle sue fotografie

La foto, scattata in Pakistan da Adriano Gamberini, che apre la mostra “L’anima altrove”

FANO (Pesaro – Urbino) – Qualcuno potrebbe pensare: vista una, viste tutte. Non è così, perché ogni nuova esposizione delle fotografie scattate, con l’anima, da Adriano Gamberini da Pesaro – così lo ha immortalato Dario Fo,

leggi...
A Nicoletta Giorgetti, Enrico Bellavia, Caruana Galizia, Onorati e Petretti

Premio Lucio Colletti: vince l’informazione

Fauzia Gavioli Colletti consegna il Premio Lucio Colletti a Nicoletta Giorgetti (foto Giornalisti Italia)

ROMA – «Un Premio che è e vuole continuare ad essere un inno alla libertà, al coraggio e al rigore morale, nel segno di Lucio Colletti, che fu, sopra ogni cosa, un uomo libero». Così il professor Carlo Monaco, a lungo docente di Storia e Filosofia all’Università Alma Mater di Bologna e all’Università Carlo Bo di Urbino, ha aperto la cerimonia di consegna del Premio Lucio Colletti, promosso dal Centro Studi che ne porta il nome, custodendone la memoria, in un’incantevole Sala Pietro da Cortona, in Campidoglio, che da sola è valsa il viaggio per ospiti e premiati. Tra un Guercino, un Caravaggio e un Tintoretto, Fauzia Gavioli, vedova Colletti, ha, infatti, consegnato ai vincitori dell’edizione 2018 del Premio

leggi...
Dal 14 al 16 giugno alla Feltrinelli di Messina una mostra del giornalista calabro-siculo

Cuba, riflessioni e immagini di Rino Labate

MESSINA – “Cuba. Riflessioni e immagini” è il titolo della mostra fotografica del giornalista Rino Labate in programma, dal 14 al 16 giugno, alla libreria “laFeltrinelli point” di Messina.

leggi...
Scrittrice e conduttrice tv aveva 59 anni. Per gli investigatori si è trattato di suicidio

Tragica fine della giornalista Alessandra Appiano

Alessandra Appiano

MILANO – Tragica fine della giornalista, scrittrice e conduttrice televisiva Alessandra Appiano. È morta a Milano all’età di 59 anni e per gli investigatori non ci sarebbero dubbi: si è trattato di suicidio. Recentemente, rinunciando ad

leggi...
A Campobasso una mostra di Enzo Luongo promossa da Odg e Assostampa

Il Molise In prima pagina

CAMPOBASSO – Sarà inaugurata domani, lunedì 28 maggio, nel palazzo Ex Gil di Campobasso, la mostra “In prima pagina. Il Molise raccontato dai giornali”, ideata e realizzata da Enzo Luongo. L’iniziativa è stata promossa dall’Ordine dei giornalisti del Molise con la partecipazione dell’Associazione della Stampa del Molise e il patrocinio di Fondazione Molise Cultura, Comune di Campobasso e Ufficio Scolastico Regionale.
Dopo l’inaugurazione, fissata per le ore 18.30, la mostra sarà aperta fino al 9 giugno, ogni giorno dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20 (domenica chiuso). L’ingresso è libero. Nell’esposizione un’ampia rassegna di fatti di particolare rilievo che tanto interesse hanno suscitato nell’opinione pubblica. La selezione operata, sostenuta da un suggestivo allestimento, si propone come un viaggio nei giorni comuni che poi diventano Storia.
Il visitatore potrà ripercorrere eventi che ha vissuto o di cui ha sentito parlare attraverso il racconto che nell’immediato ne hanno fatti i quotidiani italiani. Due, le sezioni in cui sarà divisa la mostra: la prima, 

leggi...
Grazie alla ricercatrice Valeria Piano dell’Università Federico II di Napoli

Ritrovate le Historiae di Seneca il Vecchio

Valeria Piano

Valeria Piano studia il Papiro Ercolanese 1067 nella Biblioteca Nazionale di Napoli

NAPOLI – Importante scoperta alla Biblioteca Nazionale di Napoli annunciata dal direttore Francesco Mercurio, dove lo studio del papiro il P. Herc. 1067, conservato nell’Officina dei Papiri Ercolanesi, ha permesso con certezza l’attribuzione dei frammenti analizzati alla Historiae ab initio bellorum civilium di Lucio Anneo Seneca il Vecchio, conosciuto come “il Retore” e padre del filosofo Seneca, opera di cui finora non esisteva alcuna notizia diretta di tradizione manoscritta.
Valeria Piano, filologa e papirologa, ricercatrice dell’Università degli Studi di Napoli

leggi...
design   emme21