Marzieh Hashemi dell’iraniana Press Tv “incarcerata per motivi imprecisati” negli Usa

Si è convertita all’Islam, giornalista arrestata

Marzieh Hashemi (foto Press Tv)

TEHERAN (Iran) – Marzieh Hashemi, giornalista e conduttrice della tv iraniana in lingua inglese Press Tv, è stata “fermata e incarcerata” negli Usa per “motivi imprecisati”. Lo ha riferito la stessa emittente sul suo sito web,

leggi...
Rosita: “Cerco la verità e non mi arrenderò”. L’avvocato: “Nuovi elementi sull’arma”

Mino Pecorelli, la sorella: “Riaprite le indagini”

Mino Pecorelli ucciso sulla sua auto il 20 marzo 1979 (Ansa)

PERUGIA –  La sorella di Mino Pecorelli, Rosita, chiede di riaprire le indagini sull’omicidio del giornalista ucciso a Roma il 20 marzo del 1979. Un’istanza in tal senso sarà depositata domani, giovedì 17 gennaio, alla

leggi...
L’omaggio dell’Europa al giovane giornalista e al suo collega Bartek, vittime dell’Isis

Nel nome di Megalizzi lo studio radio di Strasburgo

Antonio Megalizzi (Facebook)

STRASBURGO (Francia) – Lo studio radiofonico del Parlamento europeo a Strasburgo sarà dedicato ad Antonio Megalizzi e a Barto Pedro Orent-Niedzielski, i due giovani giornalisti assassinati da un terrorista

leggi...
Cdr, Ast, Odg al fianco del cronista del Tirreno “vittima di una campagna diffamatoria”

“Pietro Barghigiani denigrato dal Fatto”

FIRENZE – L’Associazione Stampa Toscana esprime «piena solidarietà al collega del Tirreno Pietro Barghigiani, che ha dato notizia di una sentenza della Cassazione che ha rinviato al tribunale civile, in sede d’appello, il processo

leggi...
Numerose intimidazioni e aggressioni. Il ministro della Cultura: “Ignobile linciaggio”

Giornalisti pestati dai gilet gialli in Francia

Le immagini dell’aggressione alla troupe di Lci a Rouen diffuse da Paris Normandie

PARIGI (Francia) – Diversi giornalisti sono stati bersaglio di violenze durante il nono atto della protesta dei gilet gialli in Francia. Una guardia che accompagnava un gruppo di giornalisti dell’emittente LCI è stata picchiata a Rouen, in

leggi...
Dopo l’aggressione al Verano in centinaia si sono ritrovati al Cinema Sacher di Roma

Giornalisti aggrediti, essere antifascista oggi

ROMA – Centinaia di persone si sono ritrovate, ieri mattina, al Cinema Nuovo Sacher di Roma per ragionare sulla parola “antifascista” dopo l’aggressione subita lunedì pomeriggio al cimitero del Verano dal giornalista

leggi...
Sindacato e Odg Calabria al fianco del collega: “Si faccia luce sul gesto inqualificabile”

In fiamme l’auto del giornalista Salvatore Taverniti

CATANZARO – “Nessuno può pensare di condizionare la libertà di stampa e l’impegno coerente dei giornalisti, per questo esprimiamo solidarietà e sostegno al collega Salvatore Taverniti, a cui la scorsa notte ignoti delinquenti

leggi...
Lievi ferite per Valerio Orsolini e il videomaker di Cartabianca e Matteo Barzini di Agorà

Esplosione a Parigi, giornalisti italiani tra i feriti

Un immagine dell’esplosione nella panetteria nel centro di Parigi (adnkronos)

ROMA – Tra i feriti nell’esplosione di una panetteria a Parigi, ci sono anche due italiani, una donna, le cui condizioni sarebbero gravi, ed un videomaker di “Cartabianca”, la trasmissione di Bianca Berlinguer su Rai3. Lo conferma all’Adnkronos la stessa giornalista, secondo cui Valerio Orsolini è rimasto ferito in modo fortunatamente lieve.
«Si trovava a Parigi per seguire la manifestazione di oggi dei gilet gialli

leggi...
Confermata la condanna per Wa Lone e Kyaw Soe Oo. L’Ue: “Rimediare all’ingiustizia”

Myanmar: restano in carcere i 2 giornalisti Reuters

Il brutale arresto, a dicembre 2017, di Kyaw Soe Oo e Wa Lone

YANGON (Myanmar) – Un tribunale di Yangon, in Myanmar, ha respinto oggi l’appello dei due giornalisti dell’agenzia di stampa Reuters, condannati a sette anni di prigione in un processo che ha suscitato l’indignazione globale

leggi...
Il direttore dell’Adnkronos: “Riaprite le indagini sulla morte del nostro corrispondente”

Caso Saleem Shahzad, Chiocci scrive al Pakistan

Saleem Shahzad

ROMA – Riaprire le indagini per fare finalmente luce, a oltre sette anni di distanza, sul sequestro e la morte di Saleem Shahzad, il corrispondente di Aki-Adnkronos International, ucciso in Pakistan nel 2011. È la richiesta

leggi...
design   emme21