Nell’ultimo anno 108,6 milioni di sterline e una media di 155 milioni visitatori mensili

Entrate The Guardian: l’on line supera la carta

LONDRA (Gran Bretagna) – Le entrate provenienti dalla versione digitale del quotidiano britannico Guardian hanno superato per la prima volta quelle della carta, grazie ai contributi finanziari volontari concessi dai suoi lettori.

leggi...
Nel II trimestre il digitale cresce di 109mila utenti. In Borsa il titolo perde il 4,42%

New York Times: più abbonati, meno pubblicità

Mark Thompson, amministratore delegato del New York Times

NEW YORK (Usa) – Il New York Times chiude il secondo trimestre con 109.000 nuovi abbonati digitali, ma vendite pubblicitarie in calo. E i titoli calano in Borsa, dove arriva a perdere il 4,42%.

leggi...
Agcom: la tv, anche “liquida”, è il mezzo preferito, ma la pubblicità cresce solo sul web

Editoria, la crisi continua: “A rischio l’informazione”

Il presidente dell’AgCom Angelo Marcello Cardani

ROMA – Non c’è Internet che tenga: la televisione resta ancora oggi il mezzo con la maggiore valenza informativa, sia per frequenza di accesso anche a scopo informativo, sia per importanza e attendibilità percepite. Lo dice

leggi...
Martedì alla Camera dei deputati la presentazione del quarto rapporto Agi-Censis

L’insostenibile leggerezza dell’essere digitale

Da sinistra: Riccardo Luna (direttore dell’agenzia di stampa Agi) e Vito Crimi (sottosegretario di Stato all‘Editoria)

ROMA – Il sottosegretario con delega all’Editoria, Vito Crimi, interverrà alla presentazione del quarto rapporto Agi-Censis “L’insostenibile leggerezza dell’essere digitale nella società della conversazione”, realizzato nell’ambito del

leggi...
Il Rapporto dell’Inpgi sulle dinamiche occupazionali: non è un lavoro per giovani

Giornalisti: in 5 anni persi 2704 posti di lavoro

ROMA – Negli ultimi 5 anni sono andati persi 2.704 posti di lavoro nel mondo giornalistico, un calo di oltre il 15%. Un dato, quello della professione giornalistica, in controtendenza sia rispetto alla crescita dell’occupazione registrata in

leggi...
Impietoso dossier dell‘Ucsi: i freelance racimolano tra i 170 ed i 580 euro al mese

Giornalisti in Sardegna, il 65% vive alla giornata

Da sinistra: Francesco Birocchi (presidente dell’Odg Sardegna) e Franco Siddi (Cda Rai ed ex segretario generale Fnsi)

Da sinistra: Francesco Birocchi (presidente dell’Odg Sardegna) e Franco Siddi (Cda Rai ed ex segretario generale Fnsi)

CAGLIARI –  “Il Giornalismo in Sardegna. Indagine sullo stato dell’informazione nell’isola”, è il titolo del dossier dell’Ucsi Sardegna realizzato dai giornalisti Mario Girau, già presidente regionale dell’Unione Cattolica della

leggi...
“In 10 sotto scorta e sempre più giornalisti si autocensurano”. Corea del Nord ultima

Libertà stampa Rsf: l’Italia risale al 46° posto

Rsf 2018ROMA – L’Italia è al 46° posto nella classifica sulla libertà di stampa stilata da Reporter senza frontiere (Rsf), sempre staccata dai maggiori partner Ue ma comunque in miglioramento allo scorso anno quando era 52ª. Dal World Press

leggi...
Primo Rapporto Agcom: solo il 7% fattura 3 milioni. La media annua è di 20mila euro

Testate online, il 68% è sotto i 100mila euro

Osservatorio testate on lineROMA – Delineare per la prima volta in Italia un quadro accurato di una realtà poco conosciuta come quella delle testate esclusivamente online e monitorarne l’evoluzione: questi gli obiettivi della prima edizione dell’Osservatorio

leggi...
L’indagine Istat a “Tempo di libri”: oltre 22 milioni i non lettori nel 2015

L’Italia non legge perché “non ha tempo”

Grande affluenza a “Tempo di libri” a Milano (foto Giornalisti Italia)

Grande affluenza a “Tempo di libri” a Milano (foto Giornalisti Italia)

MILANO – In Italia aumentano i non lettori e il 30% non legge per mancanza di tempo. In particolare questo motivo è indicato dal 31,8% degli uomini e dal 27,7% delle donne. Sono i primi dati dell’indagine Istat presentata a “Tempo

leggi...
Il primo quotidiano spagnolo chiude in rosso per il secondo anno consecutivo

Il Gruppo Prisa (El Pais) perde 103 milioni

Il presidente del Gruppo Prisa, Juan Luis Cebrián

Il presidente del Gruppo Prisa, Juan Luis Cebrián

MADRID (Spagna) – Il gruppo Prisa, editore del primo quotidiano spagnolo El Pais, ha registrato nel 2017 una perdita di 102,9 milioni di euro, chiudendo il secondo anno consecutivo in rosso. Il fatturato del gruppo è in calo

leggi...
design   emme21