Il Piano d’Impresa 2014-2017 prevede la cessione delle partecipazioni minoritarie

Nel futuro di Intesa San Paolo non c’è più Rcs

Intesa San PaoloRcsTORINO – Nel futuro di Banca Intesa San Paolo non c’è più Rcs. Il Piano d’Impresa 2014-2017 prevede, infatti, da un lato una “solida e sostenibile creazione e distribuzione di valore”, ma dall’altro la cessione delle partecipazioni minoritarie.
In particolare, la vendita del portafoglio attraverso cessioni e deal strutturati:
 entro il 2017 dell’intero portafoglio di partecipazioni “non-core”, pari a circa 1,9 miliardi di valore di libro a fine 2013

leggi...
Le proposte del Cda alle assemblee degli azionisti convocate per il 6 e l’8 maggio

Rcs, azioni convertite e più spazio alla minoranza

Angelo Provasoli

Angelo Provasoli

Rcs MediaGroupMILANO – Conversione delle Azioni di Risparmio di Categoria A e B in azioni ordinarie Rcs MediaGroup spa e modifica dell’art. 11 dello Statuto sociale in tema di governance (numero Consiglieri da un minimo di sette a un massimo di undici; due terzi alla prima lista ed un terzo alle altre). Queste le proposte deliberate dal Consiglio d’amministrazione di Rcs da sottoporre alle Assemblee speciali degli Azionisti di Risparmio (6 maggio) e dell’Assemblea Ordinaria e Straordinaria (8 maggio).
Il Cda di Rcs Media Group, riunitosi sotto la presidenza di Angelo Provasoli, ha deliberato

leggi...
Un’ora di sonno in meno fa risparmiare all’Italia oltre 90 milioni di euro l’anno

Alle 2 l’ora legale: spostare le lancette alle 3

Ora legaleROMA – Alle 2 di stanotte, domenica 30 marzo, le lancette degli orologi dovranno essere spostate di un’ora in avanti, alle 3, per il ritorno dell’ora legale. Un’ora in meno di sonno nel weekend che fa risparmiare ogni anno al sistema Italia circa 90 milioni di euro e che permette anche di inquinare di meno. Il nuovo orario resterà in vigore per sette mesi, fino alla notte tra il 25 e il 26 ottobre, con un risparmio

leggi...
Dopo lo scioglimento del patto, attesa dal Cda una proposta per rivedere lo statuto

Rcs lavora al rinnovo della governance

Rcs

MILANO – Rcs lavora al rinnovo della governance. Il Cda del gruppo, iniziato a metà di ieri pomeriggio, si è prorogato fino a tarda sera e mancano ancora comunicazioni ufficiali sull’esito della riunione. L’attesa è, comunque, che dall’incontro esca una proposta per rivedere lo statuto con nuove regole di elezione del governo societario per renderlo più rappresentativo di tutti i soci.
Rcs si trova, del resto, in una nuova fase dopo lo scioglimento del patto a novembre. E soprattutto, non c’è più la maggioranza “bulgara” com’era quella del patto, in grado di esprimere, come da governance attuale, la quasi totalità del Cda lasciando

leggi...
L’accordo salva 23 posti di lavoro. Soddisfatti Fnsi, Asr e sottosegretario Lotti

Adnkronos, ritirati i licenziamenti collettivi

Giuseppe Marra

Giuseppe Marra

AdnkronosROMA – Revocata la procedura di licenziamento collettivo di 20 giornalisti e 3 poligrafici dell’agenzia Adnkronos e di Mak-Multimedia Adnkronos avviata dall’editore Giuseppe Marra lo scorso 27 gennaio.
La vertenza si è chiusa, infatti, oggi con la firma di un accordo tra l’Azienda assistita dalla Fieg e i Comitati di redazione assistiti dalla Fnsi, alla presenza del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all’Editoria, Luca Lotti.

leggi...
Il debutto in una gremita sala della Fnsi con Siddi, Rossi, Del Boca, Falleri

Giornalisti Italia, il giornale dei giornalisti

Gino Falleri, Carlo Parisi, Giovanni Rossi e Lorenzo Del Boca alla presentazione di “Giornalisti Italia”

Gino Falleri, Carlo Parisi, Franco Siddi, Giovanni Rossi e Lorenzo Del Boca alla presentazione di “Giornalisti Italia”

ROMA – “Un giornale di servizio che agevoli la comunicazione tra noi giornalisti”. Con queste parole Carlo Parisi, vicesegretario della Federazione nazionale della stampa italiana, ha sollevato il velo, in un’affollata sala della Fnsi, a Roma, sul nuovo quotidiano on line che lo vede nelle vesti di direttore, Giornalisti Italia.
“Un quotidiano d’informazione per il mondo dell’informazione, questo il nostro motto

leggi...
Servono nuovi meccanismi di controllo. Niente bonus ai manager che licenziano

Basta con la giungla degli ammortizzatori sociali

Franco Siddi, segretario generale della Fnsi

Franco Siddi, segretario generale della Fnsi

MILANO – Basta, per un congruo periodo di tempo, con i premi e con i bonus ai manager e agli azionisti delle imprese che vanno avanti a colpi di stati di crisi, licenziamenti e mega piani di ammortizzatori sociali. Per loro i premi si concedano solo se la riduzione dei differenziali di rendimento finanziario vada almeno di pari passo con la diminuzione

leggi...
Il quotidiano diretto da Ezio Mauro ha debuttato oggi in edicola in una nuova veste

“la Repubblica” cambia “per l’Italia del futuro”

la Repubblica

Ezio Mauro

Ezio Mauro

ROMA – Ha debuttato oggi, in edicola, la nuova “Repubblica”, “Un giornale per l’Italia del futuro”, ha scritto il direttore Ezio Mauro nel suo editoriale promettendo “più spazio all’approfondimento, alle inchieste, ai retroscena. Per far capire cosa c’è dietro le notizie che sono, ormai, declinate in tutte le sue forme, attraverso il Web, i social network, la televisione”.
“Un giornale nuovo – assicura Mauro – per raccontare il paese che cambia

leggi...
Fnsi: solidarietà ai giornalisti e appello per un’editoria seria e garantita da regole certe

Il caso “l’Ora” rilancia l’esigenza dello “Statuto di impresa”

Franco Siddi e Carlo Parisi

Franco Siddi e Carlo Parisi

ROMA – “Se in Italia, per l’editoria, vigesse un serio statuto dell’impresa simile al codice etico della Lega calcio inglese per le proprietà delle squadre di football, probabilmente, non avremmo oggi il rischio chiusura de «l’Ora della Calabria».
Lo affermano Franco Siddi, segretario generale della Federazione della Stampa, e Carlo Parisi, vicesegretario nazionale Fnsi e segretario del Sindacato Giornalisti della Calabria, sottolineando che “l’accorato allarme lanciato dal Comitato di redazione, perché imprenditori onesti si facciano avanti a salvare le possibilità di far circolare la libera informazione in una regione delicata come la Calabria, ha la piena solidarietà di tutto il Sindacato Giornalisti della Calabria e della Federazione Nazionale della Stampa Italiana”.

leggi...
Il sindaco-giornalista di Cosenza spera che l’imprenditoria salvi “l’Ora della Calabria”

“Un giornale che chiude è un megafono in meno”

Mario Occhiuto

Mario Occhiuto

COSENZA – “Un giornale che chiude è un megafono in meno che racconta ciò che accade attorno alla gente, un respiro di vivacità intellettuale che, a prescindere dalle linee editoriali scelte, pone sempre un freno a quel pensiero unico che non garantisce la crescita di un territorio”.
Il sindaco-giornalista di Cosenza, Mario Occhiuto, interviene nella vicenda del quotidiano “l’Ora della Calabria” che, a causa della mancata ricapitalizzazione, rischia di scomparire.
“Faccio mio l’appello pubblicato oggi in prima pagina e firmato dal Comitato di redazione – aggiunge il sindaco della città calabrese – sperando che dal mondo dell’imprenditoria qualcuno lo raccolga e intervenga a rilanciare la testata. Significherebbe investire in risorse umane che

leggi...
design   emme21