Siddi: “Grande presidente delle Acli, incoraggiò scelte di rinnovamento della Rai”

Addio a Giovanni Bianchi, maestro di civiltà

Giovanni Bianchi

Giovanni Bianchi

ROMA – Un saluto grato a Giovanni Bianchi, – scomparso oggi a 77 anni – maestro di impegno civico e morale, cristiano di profonda spiritualità e cultura, grande presidente delle Acli. Era il padre di Sara, giornalista del Sole

leggi...
Giornalista brillante di una lunga e importante stagione professionale e sindacale

Franco Siddi rende onore a Mario Petrina

Mario Petrina

Mario Petrina (Foto Giornalisti Italia)

Franco Siddi

Franco Siddi

ROMA – Con Mario Petrina, scomparso ieri a Catania, viene a mancare il giornalista brillante di una lunga stagione trascorsa tra il quotidiano “La Sicilia” e la Rai, dove concluse nel 2001 la carriera come caporedattore della redazione sportiva, e un presidente dell’Ordine professionale che ha fatto storia. Al di là di ogni altra valutazione, infatti, vanno

leggi...
La stampa ha il dovere di essere – ancora più della politica – non autoreferenziale

Da Giorgio Napolitano una lezione di civiltà

Giorgio Napolitano

Giorgio Napolitano

Franco Siddi

Franco Siddi

ROMA – Grazie per il suo alto servizio alla coesione civile nazionale e per la saldezza delle istituzioni al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Grazie per il suo appello affinché, nella ricerca di uscire dalla temperie straordinaria che viviamo, si ritrovino le fonti della condivisione e della

leggi...
Ignorate le descrizioni caricaturali di una professione in grande difficoltà per la crisi

Siddi: “Renzi apprezza il ruolo dei giornalisti”

Il segretario della Fnsi Franco Siddi

Il segretario della Fnsi Franco Siddi

ROMA – E’ apprezzabile il riconoscimento del Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, sul ruolo dei giornalisti nella società democratica così come merita attenzione la sua considerazione che “il mondo del giornalismo non è cosa diversa della classe dirigente del Paese”.
Certamente quest’ultima “chiamata” sta sullo stesso piano del ruolo dell’informazione nella società, di cui deve concorrere in maniera seria, rigorosa e plurale a formare l’opinione pubblica, senza mai rinunciare alla fondamentale adesione ai principi della testimonianza della verità e alla rinuncia a qualsiasi peccato di omissione. Il giornalismo vincerà le sue sfide innalzando l’asticella

leggi...
Il segretario della Fnsi: “Una deriva autoritaria e vendicativa, solidarietà ai colleghi”

Turchia: “Attacco sfrontato alla libertà di stampa”

Il segretario della Fnsi Franco Siddi

Il segretario della Fnsi Franco Siddi

ROMA – Quanto accaduto in Turchia, con l’arresto di 32 tra giornalisti, editori e dirigenti dei media è sconvolgente, è un attacco sfrontato alla libertà di stampa e di espressione inaccettabile.
La Fnsi è solidale con i colleghi dei media della Turchia e sostiene con forza

leggi...
Uno dei principali accusati dell’inchiesta se la prende duramente con il giornalista

“Mafia Capitale”, Fnsi al fianco di Lirio Abbate

Lirio Abbate

Lirio Abbate

Il segretario della Fnsi Franco Siddi

Franco Siddi, segretario generale Fnsi

ROMA – Le notizie che trapelano dall’inchiesta sulla cosiddetta “Mafia Capitale” confermano quanto un’informazione libera, capace di entrare sui fatti che incidono sulla vita comunitaria e pubblica, sia un insostituibile presidio di legalità democratica. Quando uno dei principali accusati dell’inchiesta

leggi...
Il segretario generale della Fnsi, Franco Siddi, disponibile a cooperare col Governo

Speranza per la riforma delle agenzie di stampa

AdnkronosAgiANSAROMA – Non è privo di significato e ha la sua rilevanza il fatto che sul rapporto pubblico con le agenzie di stampa parli per la prima volta il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, e lo faccia delineando un intervento “con la massima concertazione e il massimo coinvolgimento”.
Un tema delicato come questo non può che essere trattato in questo modo da un Governo democratico che abbia a cuore il pluralismo dell’informazione primaria, compito centrale delle agenzie di stampa.

leggi...
Il segretario della Fnsi al Congresso della Uil: “Bene Angeletti, basta attacchi frontali!”

Siddi: “I sindacati indispensabili alla tenuta sociale”

Franco Siddi

Franco Siddi

ROMA – La tenuta del sistema sociale e la coesione civile passano attraverso la giusta considerazione e un riaffermato ruolo delle organizzazioni sociali che – come il Sindacato dei lavoratori – rappresentano il tessuto che connette i lavoratori alle istituzioni, per un quadro equilibrato di rapporti tra lavoro e reti dell’economia.
Bene ha fatto, perciò, il Segretario Luigi Angeletti a respingere gli attacchi frontali al Sindacato e alla sua legittimazione, ribadendone il ruolo decisivo anche per il domani. Da questa considerazione non può che discendere un forte auspicio che i processi in corso di delegittimazione sociale si interrompano e che chi ha maggiore responsabilità nel sistema pubblico, come

leggi...
Riflettere sulle parole di Treu. Indispensabile un welfare aggiunto e sostenibile

Tfr, la previdenza integrativa rischia il collasso

Franco Siddi

Franco Siddi

ROMA – Le caute osservazioni dell’ex ministro Tiziano Treu, oggi Commissario dell’Inps, sui contraccolpi per la previdenza integrativa da un eventuale inserimento in busta paga del Tfr, meritano approfondimento e serene valutazioni sui patti generazionali per le pensioni.
Appena pochi anni fa lo Stato, per lenire l’abbattimento degli assegni pensionistici determinato dalla riforma previdenziale, orientò il versamento del Tfr, come principale fonte di finanziamento, verso i fondi integrativi. Se mancasse questo flusso di risorse, senza altri interventi, un sistema appena avviato rischierebbe il collasso.
La Fnsi, che ha costituito un Fondo previdenziale

leggi...
Il segretario Fnsi Siddi: “La politica italiana non vuole allinearsi agli standard europei”

Diffamazione: “Via il carcere, resta il bavaglio”

Franco Siddi

Franco Siddi

ROMA – Sembra proprio che la politica italiana non riesca o non voglia rispondere ai richiami europei sugli standard della libertà di stampa. Le novità sul processo legislativo di riforma sulle norme sulla diffamazione, emerse dal dibattito generale di ieri nel Senato, sono fuori linea e, se tradotte in nuovi articoli di legge, sicuramente soggette alle sanzioni della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo di Strasburgo.
L’abolizione del carcere per i giornalisti è l’unica misura positiva della proposta, solo su questo punto davvero positiva e coerente con i richiami europei che hanno originato diverse sanzioni a carico dell’Italia. Ma se per fare questa operazione si vuole insistere con multe molto elevate, rettifiche anche

leggi...
design   emme21