“A tutela dei 66 lavoratori e perché non venga spenta una fonte di informazione”

La Provincia di Reggio con i giornalisti de “L’Ora”

Giuseppe Raffa

Giuseppe Raffa

REGGIO CALABRIA – Le vicende de “L’Ora delle Calabria” sono state al centro della discussione della Giunta Provinciale di Reggio Calabria, guidata dal presidente Giuseppe Raffa.
Nel corso della riunione, pur escludendo giudizi sommari, è stata sottolineata la gravità della situazione e si è cercato, preliminarmente, di valutare quali iniziative pratiche possa l’amministrazione provinciale adottare perché non venga spenta una fonte di informazione.
Saranno due le priorità da affrontare per l’organo amministrativo. Il primo relativo ai numerosi posti di lavoro

leggi...
Opinionista e amministratore del quotidiano “Tribuna Sammarinese”. Martedì i funerali

San Marino: addio al giornalista Luigi Console

La Tribuna Sammarinese

Luigi Console

Luigi Console

SAN MARINO – Lutto nel mondo del giornalismo della Repubblica del Titano: è morto Luigi Console, giornalista e amministratore del quotidiano “La Tribuna Sammarinese”. Il mese prossimo avrebbe compiuto 87 anni.
Si è spento l’altra sera, dopo una lunga malattia, nella sua città natale, Foggia. A San Marino era arrivato negli anni Sessanta per dirigere il Grand Hotel, grazie all’esperienza maturata in vari alberghi italiani. La passione per il giornalismo non l’aveva

leggi...
L’Assembla dei giornalisti attende gli esiti dell’incontro di martedì con Cdr, Fnsi e Fieg

Asca: pronto un pacchetto di 10 giorni di sciopero

AscaROMA – L’Assemblea dei redattori dell’Asca considera “negativo l’esito dell’ultimo incontro avuto dal Cdr con l’editore, che determina allo stato uno stallo della fase negoziale relativa al conferimento del ramo d’azienda TmNews in Asca spa”.
“E’ impossibile”, per i redattori dell’Asca, “accettare qualsiasi progetto che preveda «eccedenze», così come si evince dai piani sulla fusione delle due agenzie finora presentati”.

leggi...
Il direttore “sconcertato” dalle dichiarazioni del senatore: “C’è un’inchiesta”

L’Ora, Regolo: “Gentile sarebbe la vittima?”

Luciano Regolo

Antonio Gentile

COSENZA – Leggo con sconcerto le dichiarazioni del senatore Tonino Gentile riguardo all’Oragate. Continua a definirsi vittima di un “progetto specifico” per le dimissioni da sottosegretario, pensando forse che a causa della cessazione delle pubblicazioni del quotidiano che dirigo non si levi più la voce nel ribadire la verità e quindi sia più facile intorbidare le acque.
Il senatore dimentica che è stata aperta un’inchiesta della Procura di Cosenza su Umberto De Rose, che parlava in quei 16 minuti di telefonata da brivido a nome e per conto della sua famiglia, ma anche sul figlio stesso, Andrea Gentile, protagonista della notizia che si intendeva

leggi...
Lo hanno deciso i giornalisti, in assemblea permanente dal 18 aprile

“L’Ora della Calabria”: occupata la redazione

L’occupazione della redazione dell’Ora

COSENZA – I giornalisti dell’Ora della Calabria, riuniti in assemblea permanente dallo scorso 18 aprile, al termine della conferenza stampa odierna alla quale ha partecipato il segretario regionale e vicesegretario nazionale della Federazione della Stampa (Fnsi), Carlo Parisi, hanno deciso a larghissima maggioranza di

leggi...
Così il direttore Regolo alla conferenza stampa con Parisi e i giornalisti

L’Ora: “Chi alza la testa, va eliminato”

La conferenza stampa di stamane con il direttore de “L’Ora” Luciano Regolo e Carlo Parisi (Fnsi)

COSENZA – Il direttore de “L’Ora della Calabria”, Luciano Regolo, e il segretario del Sindacato giornalisti della Calabria e vicesegretario della Fnsi, Carlo Parisi, sono tornati a chiedere, nella conferenza stampa convocata questa mattina, 25 aprile, nella sede di Rende, che gli organi preposti si attivino per dipanare le ombre attorno alla

leggi...
“Quali intrecci dietro il tracollo della società?”. Domani conferenza stampa a Rende

I giornalisti dell’Ora: “Parola alla Magistratura”

Ora della CalabriaRENDE (Cosenza) – “E’ stata ufficializzata, alla vigilia del 25 aprile, l’ennesima beffa per i giornalisti dell’Ora della Calabria (già Calabria Ora). Il liquidatore Giuseppe Bilotta ha prima comunicato il godimento delle ferie forzate per quindici giorni e, a strettissimo giro, ha avviato la procedura di licenziamento collettivo per la totalità dei dipendenti della C&C, società editrice del quotidiano”. Lo afferma l’Assemblea dei giornalisti de “l’Ora della Calabria”, sottolineando che

leggi...
Carlo Parisi (Fnsi): “Una vergognosa provocazione. Alcun aspetto sarà tralasciato”

L’Ora della Calabria licenzia tutti i lavoratori

La redazione centrale de “l’Ora della Calabria”

La redazione centrale de “l’Ora della Calabria”

RENDE (Cosenza) – “Una vergognosa provocazione che impone l’attivazione di tutte le procedure giudiziarie finalizzate a fare piena luce su una vicenda nata male e finita nel peggiore dei modi”. A 24 ore dall’incontro con il Comitato di redazione e il direttore de “l’Ora della Calabria”, Luciano Regolo, assistiti dal vicesegretario nazionale Fnsi, Carlo Parisi, e dall’avv. Mariagrazia Mammì dell’Ufficio legale del Sindacato Giornalisti della Calabria, il liquidatore del “Gruppo Editoriale C&C”, Giuseppe Bilotta, ha comunicato l’attivazione della procedura ex legge 223/91 art. 4 e 24 per il licenziamento collettivo di tutto il personale dipendente, ovvero di 66 lavoratori, dei quali una sessantina di giornalisti.

Carlo Parisi e Luciano Regolo

Carlo Parisi e Luciano Regolo

“Sbattere in questo modo la porta in faccia a 66 lavoratori che, tra vessazioni e sacrifici di ogni genere, esclusivamente grazie al loro onesto lavoro hanno dato dignità al giornale  – afferma il vicesegretario della Fnsi, Carlo Parisi – rispecchia evidentemente lo «stile» di un soggetto, il liquidatore Giuseppe Bilotta, che  nella sua “comunicazione preventiva” e nelle due e-mail inviate ieri e oggi al Comitato di redazione, ai sindacati ed a Confindustria

leggi...
La rivista fondata da padre Agostino Gemelli festeggia il secolo di vita

I 100 anni di “Vita e Pensiero”

Il primo numero di “Vita e Pensiero”

ROMA – Fondata il 1° dicembre 1914 a Milano dal francescano Agostino Gemelli, insieme a Ludovico Necchi e Francesco Olgiati, testimonia che i fondamenti del pensiero cristiano sono solidi, capaci di sfidare un secolo di storia. Il successo è frutto di un segreto della cultura cattolica in genere: essere profonda e popolare, insieme.
Nel centenario, verranno ripubblicati alcuni dei saggi più significativi. Nella rivista una precisa “visione del mondo”.
Il fondatore della rivista, Gemelli, era ed è ricordato come un personaggio per alcuni aspetti “controverso”: carattere forte e impetuoso, mente lucida e fredda, intelligenza analitica e indagatoria, aveva esordito col suo “manifesto medievalista” che intendeva sfidare in campo aperto i tanti avversari di allora del cattolicesimo: dal positivismo all’idealismo, dal futurismo al libero pensiero, dalla massoneria all’incipiente fascismo degli anni Venti.
Il ritorno al Medioevo, prospettato dal futuro fondatore della Università Cattolica, era chiaramente una sfida teoretica, quasi una provocazione, per far scoppiare un

leggi...
Il direttore Luciano Regolo e il vicesegretario Fnsi, Carlo Parisi, fanno il punto

Il liquidatore de “L’Ora” minaccia i licenziamenti

leggi...
design   emme21