“Giornalisti Italia” ospita gli interventi dei giornalisti per non spegnere una voce libera

Oscurato il sito dell’Ora della Calabria: vergogna!

Il sito de “l’Ora della Calabria” oscurato ieri sera su ordine del liquidatore Giuseppe Bilotta

Il sito de “l’Ora della Calabria” oscurato ieri sera su ordine del liquidatore Giuseppe Bilotta

 

 

 

 

 

 

 

ROMA – Non ci sono parole in grado di definire compiutamente l’assurda decisione del liquidatore de “l’Ora della Calabria”, Giuseppe Bilotta, di ordinare l’oscuramento del sito on line del quotidiano calabrese, solo un sentimento: vergogna! Un provvedimento talmente incomprensibile e ingiustificato da lasciare esterrefatti.
Bilotta dovrà, infatti, spiegare, tra le altre cose,

leggi...
Editoria: bene la conferma dei fondi, meno bene la cancellazione dei bandi sui giornali

La Rai non è un soprammobile di cui disfarsi

Franco Siddi, segretario generale della Fnsi

Franco Siddi, segretario generale della Fnsi

ROMA – La Rai non è un soprammobile con tanti oggetti inutili di cui potersi disfare facilmente. La decisione del Governo di chiamare la Rai ad un sacrificio di 150 milioni per il risanamento dei conti dello Stato dovrà essere verificata intelligentemente dall’azienda e dallo stesso Esecutivo perché non ci siano scelte meramente tecniche che, alla fine, abbiano come risultato l’impoverimento della funzione di servizio pubblico.
Vendere beni immobili delle sedi regionali e fare risparmi in una loro riorganizzazione può essere cosa buona e giusta. Sarà  bene, però, evitare qualsiasi tentativo di chiusura di presidi, fondamentali per il pluralismo diffuso, oltre che per la coesione civile del Paese attraverso un servizio pubblico di informazione

leggi...
Assicura che “per ora” non toccherà il fondo, ma sospende la pubblicazione dei bandi

Renzi contribuisce a strangolare l’editoria

Matteo Renzi

Matteo Renzi

ROMA – “Non tocchiamo il fondo per l’editoria, almeno per adesso. Ma non ci sarà più L’obbligo antistorico di pubblicare sui quotidiani annunci di bandi e gare, che saranno ora on-line

leggi...
Il Cdr accusa: “Ieri pomeriggio il liquidatore diceva di non aver ancora visto le carte...”

“l’Ora”: ma Bilotta quando li ha letti i bilanci?

bavaglioRENDE (Cosenza) – Esprimiamo sconcerto nell’apprendere l’ordine di interruzione delle pubblicazioni de “l’Ora della Calabria” da parte del liquidatore Giuseppe Bilotta, comunicazione ricevuta dodici ore dopo la decisione dell’assemblea di indire tre giornate di sciopero in seguito all’evolversi della situazione societaria della testata e alla mancanza di notizie chiare a tutti i giornalisti.
Meraviglia che la decisione, giustificata da Bilotta con l’impossibilità di continuare le pubblicazioni de “l’Ora” a causa del debito crescente della testata ad ogni uscita giornaliera, arrivi ventiquattro ore dopo un incontro con questo Cdr in cui Bilotta dichiarava

leggi...
Il Cdr auspica “una soluzione che salvaguardi quanti più posti di lavoro possibile”

“Il Quotidiano”: solidarietà ai colleghi de “l’Ora”

Il Quotidiano della CalabriaCASTROLIBERO (Cosenza) – Il Comitato di redazione de “Il Quotidiano della Calabria”, esprime la massima vicinanza ai colleghi de “l’Ora della Calabria” che stanno vivendo ore drammatiche per l’incertezza delle sorti del giornale.
L’editoria è in crisi, ma nella nostra regione la crisi è aggravata da situazioni molto difficili

leggi...
Il liquidatore annuncia la cessazione delle pubblicazioni e fa oscurare il sito internet

“l’Ora della Calabria”: “Ci hanno imbavagliato”

Luciano Regolo

Luciano Regolo

Ora della CalabriaRENDE (Cosenza) – Purtroppo, per la seconda volta in appena quattro mesi di lavoro giornalistico in Calabria, devo pubblicamente denunciare un episodio grave ai danni della libertà di stampa, ma in questo caso anche contro l’esercizio dei diritti sindacali che colpisce la redazione dell’Ora e il sottoscritto.
Essendo stati ieri proclamati tre giorni di sciopero per l’imminente rischio che la testata finisca in mano dello stampatore Umberto De Rose, principale creditore della C&C, la casa che ci edita, lo stesso che la notte tra il 18 e il 19 febbraio faceva pressioni sull’editore perché mi spingesse a togliere la notizia relativa all’apertura di un’inchiesta giudiziaria sul figlio del senatore Gentile e annunciò poi un blocco delle rotative che impedì l’uscita del giornale, episodio per cui è indagato per “violenza privata” dalla Procura di Cosenza, il liquidatore, dott. Giuseppe Bilotta, ha annunciato via e-mail, alle 18.28 odierne, la cessazione delle pubblicazioni dell’Ora.
Tale gesto improvviso, sulla base di spiegazioni pretestuose, quale la

leggi...
Il direttore: “De Rose vuole prendersi il giornale. Difendiamo autonomia e dignità”

Sciopero a “l‘Ora”, un grido d’aiuto per la libertà

Luciano Regolo

Luciano Regolo

Ora della CalabriaRENDE (Cosenza) – Se c’è una cosa che mi ha sempre sostenuto nei momenti più difficili di questi miei quattro mesi da direttore dell’Ora è stata la compattezza d’intenti, profonda e non fittizia, di tutta la redazione. Ho sempre avuto la sensazione che i miei colleghi meritassero il meglio da parte mia non solo per il lavoro profuso da quando sono arrivato, ma anche per la loro storia pregressa. Una storia difficile, come per tanti giornalisti, qui in Calabria, una storia che li aveva quasi spenti nell’entusiasmo e nella fiducia in se stessi.
Già prima dell’Oragate l’atmosfera in redazione era cambiata, più serena, più coinvolta. Ma quell’evento, grave e indegno, ci ha uniti ancora di più, ci ha reso consapevoli tutti dell’importanza di una testata libera, “senza bavagli”, ha riacceso in ciascuno di noi il senso più autentico e profondo della missione giornalistica:

leggi...
Primi 3 giorni per il buio sui conti ed il “rischio” che finisca nelle mani di De Rose

“l’Ora della Calabria” da oggi in sciopero

Ora della CalabriaRENDE (Cosenza) – Il Comitato di redazione de “l’Ora della Calabria” e il Sindacato Giornalisti della Calabria non si ritengono soddisfatti dall’incontro, avvenuto ieri, con il liquidatore del “Gruppo Editoriale C&C srl”, Giuseppe Bilotta, “che non ha chiarito nessun punto degli interrogativi posti la scorsa settimana a proposito della situazione economica del giornale e del rispetto delle scadenze di pagamento delle spettanze a redattori e collaboratori”.
Il Cdr condivide, inoltre, con il direttore Luciano Regolo la “preoccupazione che la testata possa finire proprio nelle mani della stessa persona che ha cercato di censurarla e sulla quale è in corso, per il blocco della rotativa nella notte del 18-19 febbraio, un’inchiesta della magistratura”.
“Di fronte a questa inaccettabile eventualità e in attesa dei chiarimenti già richiesti”, il Cdr de “l’Ora della Calabria” ed il Sindacato Giornalisti della Calabria proclamano tre giorni di sciopero a partire da oggi, venerdì 18 aprile 2014.
Il 5 aprile scorso, alla presenza del vicesegretario nazionale Fnsi, Carlo Parisi, l’Assemblea dei giornalisti del quotidiano calabrese aveva affidato al Comitato di redazione un pacchetto di dieci giorni di sciopero esprimendo “viva preoccupazione per il grave stato d’incertezza che
leggi...
Il Gruppo ha registrato un utile netto di 2,1 milioni. Diminuisce l’indebitamento

L’Espresso: pubblicità – 9,7%, tiene il digitale

Carlo De Benedetti e Monica Mondardini

Carlo De Benedetti e Monica Mondardini

MILANO – Nel primo trimestre dell’anno il gruppo editoriale L’Espresso ha registrato ricavi per 157 milioni contro i 182 dello stesso periodo del 2013 e un utile netto di 2,1 milioni rispetto ai 2 milioni precedenti. L’indebitamento netto è in diminuzione a 58,2 milioni.
Le previsioni del secondo trimestre per la pubblicità “alla luce dell’andamento delle prenotazioni, sembrano indicare un’attenuazione del trend negativo”, afferma una nota.
I ricavi pubblicitari sui mezzi del Gruppo hanno registrato un calo del 9,7% (-14,6% se si includono anche le concessioni di terzi). Per settore, la stampa registra un decremento della raccolta pubblicitaria del 14,6%, con una contrazione inferiore a quella dell’intero

leggi...
Domani a Roma la Fnsi farà il punto sulle trattative per il rinnovo del contratto

Giornalisti protagonisti dell’informazione di qualità

Franco Siddi, segretario generale della Fnsi

Franco Siddi, segretario generale della Fnsi

ROMA – Dalla crisi dell’editoria si esce se i giornalisti sono protagonisti. L’elemento umano professionale è centrale su quello organizzativo industriale, come dimostra l’evidenza di tutte le indagini specialistiche e di ogni studio sull’impatto delle azioni di ristrutturazione sin qui seguite.
L’ha riconosciuto anche la Fieg che, pur in un contesto problematico per l’equilibrio dei conti imprenditoriali, con la relazione del suo presidente Giulio Anselmi, sul bilancio del settore nel periodo 2011-2013, ha individuato nei giornalisti un pilastro fondamentale per “produrre giornali migliori e di qualità, usando le diverse piattaforme attraverso le quali si diffonde l’informazione”.
L’affanno degli editori nell’individuare progettualità editoriali efficaci per le

leggi...
design   emme21