Dopo lo scioglimento del patto, attesa dal Cda una proposta per rivedere lo statuto

Rcs lavora al rinnovo della governance

Rcs

MILANO – Rcs lavora al rinnovo della governance. Il Cda del gruppo, iniziato a metà di ieri pomeriggio, si è prorogato fino a tarda sera e mancano ancora comunicazioni ufficiali sull’esito della riunione. L’attesa è, comunque, che dall’incontro esca una proposta per rivedere lo statuto con nuove regole di elezione del governo societario per renderlo più rappresentativo di tutti i soci.
Rcs si trova, del resto, in una nuova fase dopo lo scioglimento del patto a novembre. E soprattutto, non c’è più la maggioranza “bulgara” com’era quella del patto, in grado di esprimere, come da governance attuale, la quasi totalità del Cda lasciando Leggi tutto

All’Assemblea regionale sul bilancio hanno partecipato 75 giornalisti su 20.657

Odg Lazio: conti in pareggio e spending review

Gino Falleri

Gino Falleri

Paola Spadari

Paola Spadari

ROMA – L’Assemblea dell’Ordine dei giornalisti del Lazio, riunita ieri nel salone della Fnsi, a Roma, ha approvato il Bilancio consuntivo 2013 e quello preventivo 2014.
Sostanzialmente in pareggio il bilancio dello scorso esercizio, chiuso con un avanzo di 3.969 euro. Le entrate 2013 ammontano, infatti, a circa 1 milione 494 mila euro, già detratte dalla quota spettante del 50% al Consiglio nazionale dell’Odg, mentre le uscite a circa 1 milione 490 mila euro. Leggi tutto

L’accordo salva 23 posti di lavoro. Soddisfatti Fnsi, Asr e sottosegretario Lotti

Adnkronos, ritirati i licenziamenti collettivi

Giuseppe Marra

Giuseppe Marra

AdnkronosROMA – Revocata la procedura di licenziamento collettivo di 20 giornalisti e 3 poligrafici dell’agenzia Adnkronos e di Mak-Multimedia Adnkronos avviata dall’editore Giuseppe Marra lo scorso 27 gennaio.
La vertenza si è chiusa, infatti, oggi con la firma di un accordo tra l’Azienda assistita dalla Fieg e i Comitati di redazione assistiti dalla Fnsi, alla presenza del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega all’Editoria, Luca Lotti. Leggi tutto

Cronista del quotidiano “Al Dustour”, seguiva le manifestazioni pro-Morsi al Cairo

Uccisa la giornalista Mayada Ashraf, aveva 22 anni

Mayada Ashraf è stata uccisa mentre svolgeva il suo mestiere di cronista

Mayada Ashraf è stata uccisa mentre svolgeva il suo mestiere di cronista

IL CAIRO (Egitto) – Mayada Ashraf, 22 anni, giornalista egiziana del quotidiano indipendente “Al Dustour”, è stata uccisa oggi, al Cairo, nel corso delle manifestazioni pro-Morsi che oppongono i sostenitori del deposto presidente alla milizia governativa.
La giornalista è stata colpita alla testa da due proiettili mentre filmava gli scontri a Sud della capitale. Con lei sono Leggi tutto

Appuntamento nell’ottavo anniversario della realizzazione del Monumento

Il 5 aprile a Conselice per la libertà di stampa

Il monumento alla stampa clandestina e alla libertà di stampa

Il monumento alla stampa clandestina e alla libertà di stampa

CONSELICE (Ravenna) – Una delegazione di giornalisti italiani celebrerà a Conselice, sabato 5 aprile, l’ottavo anniversario della realizzazione del Monumento alla stampa clandestina e alla libertà di stampa che ricorda il sacrificio dei quattro tipografi – Cesare Gaiba, Pio Farina, Giovanni Quarantini ed Egidio Totti – arrestati nelle campagne conselicesi per stampa clandestina e giustiziati dai nazifascisti nell’ottobre del 1944 nel poligono di tiro di Bologna.
La delegazione, guidata dal presidente della Fnsi, Giovanni Rossi, dal presidente dell’Ordine dei giornalisti dell’Emilia Romagna, Gerardo Bombonato, e dal presidente dell’Associazione Stampa dell’Emilia Romagna, Serena Bersani, sarà ricevuta, alle ore 10.30, dal sindaco di Conselice Leggi tutto

Il debutto in una gremita sala della Fnsi con Siddi, Rossi, Del Boca, Falleri
Il debutto in una gremita sala della Fnsi con Siddi, Rossi, Del Boca, Falleri

Giornalisti Italia, il giornale dei giornalisti

Gino Falleri, Carlo Parisi, Giovanni Rossi e Lorenzo Del Boca alla presentazione di “Giornalisti Italia”

Gino Falleri, Carlo Parisi, Franco Siddi, Giovanni Rossi e Lorenzo Del Boca alla presentazione di “Giornalisti Italia”

ROMA – «Un giornale di servizio che agevoli la comunicazione tra noi giornalisti». Con queste parole Carlo Parisi, vicesegretario della Federazione nazionale della stampa italiana, ha sollevato il velo, in un’affollata sala della Fnsi, a Roma, sul nuovo quotidiano on line che lo vede nelle vesti di direttore, Giornalisti Italia.
«Un quotidiano d’informazione per il mondo dell’informazione, questo il nostro motto Leggi tutto

A denunciare il direttore del Giornale erano stati i genitori del ragazzo morto a Genova

Diffamò Giuliani, rinvio a giudizio per Sallusti

Alessandro Sallusti

Alessandro Sallusti

GENOVA – Il direttore de “Il Giornale”, Alessandro Sallusti, è stato rinviato a giudizio dal gip Nicoletta Bolelli del Tribunale di Genova perchè accusato di aver diffamato Carlo Giuliani, il ragazzo morto negli scontri al G8 di Genova nel 2001, durante il programma televisivo “Matrix”, in onda su Canale 5.
Erano stati i genitori di Giuliani, Heidi e Giuliano, a denunciare il giornalista: “Disse che fecero bene ad uccidere Carlo”, riferendosi a quanto affermato da Sallusti in tv nell’ottobre 2012.
“In occasione di un dibattito televisivo – spiega l’avvocato dei Giuliani, il milanese Gilberto Pagani, – Sallusti disse per ben tre volte che le forze dell’ordine Leggi tutto

I giornalisti, in sciopero, denunciano “un’inaccettabie forzatura”, ma la società nega

Adnkronos, è ancora scontro tra azienda e Cdr

AdnkronosROMA – L’Assemblea dei giornalisti dell’Agenzia Adnkronos e di Mak-Multimedia Adnkronos, oggi in sciopero, si è riunita nella sede dell’Associazione Stampa Romana dopo la rottura del tavolo di trattativa istituito presso la Fieg, a seguito della procedura di licenziamento collettivo di 20 giornalisti e 3 poligrafici avviata dall’editore Giuseppe Marra lo scorso 27 gennaio.
Al tavolo, l’Azienda ha ancora una volta tentato una inaccettabile forzatura. E’ stata usata l’arma di pressione dei licenziamenti per stravolgere istituti contrattuali, cancellare parti significative del reddito dei giornalisti e imporre a tappe forzate una nuova organizzazione del lavoro, sulla quale ai Cdr non è ancora stata fornita alcuna indicazione.
L’Azienda, inoltre, non fornisce indicazioni concrete riguardo ai progetti e alle prospettive di rilancio, che per il prossimo futuro mettano al riparo la Redazione dal rischio di tagli occupazionali e nuovi e dolorosi sacrifici.
Nel corso della trattativa, i Comitati di redazione, assistiti dalla Federazione nazionale della Leggi tutto

“Misure amministrative” contro il sito dei video. Erdogan lo aveva detto...

Turchia: dopo Twitter, bloccato anche Youtube

You TubeANKARA (Turchia) – Dopo Twitter anche YouTube, il sito dedicato ai video di proprietà di Google, è stato bloccato in Turchia. L’autorità per le telecomunicazioni ha optato per “misure amministrative” contro il sito “dopo analisi tecniche e considerazioni legali” esattamente una settimana dopo quella contro il sito di microblogging. La mossa intensificherà sicuramente critiche domestiche ed internazionali a tre giorni da elezioni locali.
L’annuncio pubblicato sul sito dell’autorità tlc arriva poche ore dopo la diffusione su YouTube di una registrazione che ha l’intento di diffondere la conversazione tra il ministro degli esteri turco, il capo dei servizi segreti e un generale in merito a quelli che sembrano diversi scenari che potrebbero portare a un attacco turco contro militanti jihadisti in Siria.
In più occasioni il primo ministro Recep Tayyip Erdogan aveva ribadito che YouTube sarebbe stato bloccato a meno che non si attenesse alle leggi turche. Non è la prima volta che Leggi tutto

Servono nuovi meccanismi di controllo. Niente bonus ai manager che licenziano

Basta con la giungla degli ammortizzatori sociali

Franco Siddi, segretario generale della Fnsi

Franco Siddi, segretario generale della Fnsi

MILANO – Basta, per un congruo periodo di tempo, con i premi e con i bonus ai manager e agli azionisti delle imprese che vanno avanti a colpi di stati di crisi, licenziamenti e mega piani di ammortizzatori sociali. Per loro i premi si concedano solo se la riduzione dei differenziali di rendimento finanziario vada almeno di pari passo con la diminuzione Leggi tutto

Nel 2013 ha registrato un utile di 8,9 milioni rispetto al rosso di 287 milioni del 2012

Mediaset in utile con il taglio dei costi

MediasetMILANO – La crisi ha portato un solo anno in perdita, sull’integrazione delle attività pay tv e sui colloqui con Telefonica “le valutazioni sono in corso”, la pubblicità si è mossa per aprile, ma non ci sono stime per l’intero 2014. È una Mediaset che esce, comunque, bene dai dati dell’anno scorso, con risultati quasi tutti sopra le attese degli analisti. Leggi tutto

Il quotidiano diretto da Ezio Mauro ha debuttato oggi in edicola in una nuova veste

“la Repubblica” cambia “per l’Italia del futuro”

la Repubblica

Ezio Mauro

Ezio Mauro

ROMA – Ha debuttato oggi, in edicola, la nuova “Repubblica”, “Un giornale per l’Italia del futuro”, ha scritto il direttore Ezio Mauro nel suo editoriale promettendo “più spazio all’approfondimento, alle inchieste, ai retroscena. Per far capire cosa c’è dietro le notizie che sono, ormai, declinate in tutte le sue forme, attraverso il Web, i social network, la televisione”.
“Un giornale nuovo – assicura Mauro – per raccontare il paese che cambia Leggi tutto

Fnsi: solidarietà ai giornalisti e appello per un’editoria seria e garantita da regole certe

Il caso “l’Ora” rilancia l’esigenza dello “Statuto di impresa”

Franco Siddi e Carlo Parisi

Franco Siddi e Carlo Parisi

ROMA – “Se in Italia, per l’editoria, vigesse un serio statuto dell’impresa simile al codice etico della Lega calcio inglese per le proprietà delle squadre di football, probabilmente, non avremmo oggi il rischio chiusura de «l’Ora della Calabria».
Lo affermano Franco Siddi, segretario generale della Federazione della Stampa, e Carlo Parisi, vicesegretario nazionale Fnsi e segretario del Sindacato Giornalisti della Calabria, sottolineando che “l’accorato allarme lanciato dal Comitato di redazione, perché imprenditori onesti si facciano avanti a salvare le possibilità di far circolare la libera informazione in una regione delicata come la Calabria, ha la piena solidarietà di tutto il Sindacato Giornalisti della Calabria e della Federazione Nazionale della Stampa Italiana”. Leggi tutto

Cronista de “Il Giornale d’Italia”, “La Nazione” e la Tgr Rai del Molise, aveva 77 anni

Addio Annibale Pizzi, decano dei giornalisti molisani

luttoPESCHE (Isernia) – Profonda commozione, oggi a Pesche, per l’ultimo saluto ad Annibale Pizzi, 77 anni, decano dei giornalisti molisani.
Nato a Pesche il 1° gennaio 1937, era giornalista professionista iscritto all’Ordine del Molise dal 27 novembre 1971. Laureato in pedagogia, dopo aver lavorato al “Il Giornale d’Italia” ed a “La Nazione” di Firenze, nel 1987 era stato assunto nella redazione della Tgr Rai del Molise. E’ morto a  San Demetrio ne’ Vestini, in provincia de L’Aquila. Leggi tutto

Il sindaco-giornalista di Cosenza spera che l’imprenditoria salvi “l’Ora della Calabria”

“Un giornale che chiude è un megafono in meno”

Mario Occhiuto

Mario Occhiuto

COSENZA – “Un giornale che chiude è un megafono in meno che racconta ciò che accade attorno alla gente, un respiro di vivacità intellettuale che, a prescindere dalle linee editoriali scelte, pone sempre un freno a quel pensiero unico che non garantisce la crescita di un territorio”.
Il sindaco-giornalista di Cosenza, Mario Occhiuto, interviene nella vicenda del quotidiano “l’Ora della Calabria” che, a causa della mancata ricapitalizzazione, rischia di scomparire.
“Faccio mio l’appello pubblicato oggi in prima pagina e firmato dal Comitato di redazione – aggiunge il sindaco della città calabrese – sperando che dal mondo dell’imprenditoria qualcuno lo raccolga e intervenga a rilanciare la testata. Significherebbe investire in risorse umane che Leggi tutto