Mentre raccontava ai familiari la visita della Commissione antimafia, è morto il padre

Lutto per il sacerdote giornalista Pino Strangio

luttoSAN LUCA (Reggio Calabria) – Un grave lutto ha colpito il sacerdote giornalista don Pino Strangio, consigliere nazionale della Fnsi e segretario regionale dell’Ucsi Calabria, e suo fratello Antonio, corrispondente della “Gazzetta del Sud”.
Ieri pomeriggio è morto il padre Domenico, 83 anni, che circa un mese fa era stato sottoposto ad un intervento chirurgico per la frattura del femore.
Il decesso è avvenuto in casa della famiglia Strangio, mentre don Pino raccontava

leggi...
Il presidente dei Cronisti Romani Bartoloni: “Ora che è Santo, non ci sono più ostacoli”

Giovanni Paolo II patrono dei comunicatori digitali

Giovanni Paolo II

Romano Bartoloni

ROMA – Ora che è stato canonizzato, non ci sono più ostacoli di procedura canonica al riconoscimento di Giovanni Paolo II Santo Patrono dei comunicatori digitali come S. Francesco di Sales lo è dei giornalisti.
La proposta, caldeggiata dal Sindacato cronisti romani, era stata trasmessa al Vaticano il 30 giugno 2011 tramite il Consiglio delle comunicazioni sociali, su incoraggiamento di Papa Benedetto XVI durante un’udienza in quei giorni. Ma allora non era possibile attuarla perchè Papa Woytjla era soltanto Beato.
Al Pontefice Giovanni Paolo II si riconosce, fra l’altro, particolare sensibilità di apostolato con gli strumenti della moderna comunicazione e coraggiosa e

leggi...
All’emittente dei vescovi sta per approdare anche Lucio Brunelli del Tg2

Paolo Ruffini neodirettore di Tv2000

Paolo Ruffini

ROMA – Sarà Paolo Ruffini, già direttore di Rai3 e La7, (nipote, tra l’altro, del cardinale Ernesto Ruffini) il nuovo direttore di rete di Tv2000, incarico vacante dal licenziamento di Dino Boffo. L’emittente televisiva di proprietà della

leggi...
Il presidente della Cec, ex vicesegretario regionale e consigliere Fnsi, con i lavoratori

L’arcivescovo giornalista Nunnari in visita all’Ora: “Neanche i mafiosi colpiscono di Venerdì Santo”

Mons. Salvatore Nunnari e Luciano Regolo nella redazione de “l’Ora” occupata dai giornalisti

Mons. Salvatore Nunnari e Luciano Regolo nella redazione de “l’Ora” occupata dai giornalisti

RENDE (Cosenza) – “Sono qui per dirvi: che posso fare? Sono venuto come vescovo, ma anche come giornalista. Sono stato vicesegretario del Sindacato Giornalisti della Calabria e consigliere nazionale della Fnsi. Una voce libera si spegne, ed è giusto essere qui oggi per starvi vicino in un momento così duro e difficile”. Esprimendo piena solidarietà ed offrendo concreta collaborazione ai giornalisti de “l’Ora della Calabria”,

leggi...
L’Ordinario Militare in Italia invoca la “fraternità mistica” indicata da Papa Francesco

Il vescovo giornalista tra i militari italiani a Kabul

L’arcovescovo-giornalista Santo Marcianò tra i militari del contingente italiano a Kabul

L’arcovescovo-giornalista Santo Marcianò tra i militari del contingente italiano a Kabul

KABUL (Afghanistan) – Una «fraternità mistica»: è questa la cura, la terapia che Papa Francesco suggerisce per guarire i mali più insidiosi del nostro tempo: l’individualismo e l’immanentismo, il vivere nell’isolamento dagli altri e da Dio. Si tratta di una «mistica» che, a dispetto del termine spesso frainteso, non ha nulla di teorico, di spiritualistico, ma che «sa guardare alla grandezza sacra del prossimo, che sa

leggi...
La rivista fondata da padre Agostino Gemelli festeggia il secolo di vita

I 100 anni di “Vita e Pensiero”

Il primo numero di “Vita e Pensiero”

ROMA – Fondata il 1° dicembre 1914 a Milano dal francescano Agostino Gemelli, insieme a Ludovico Necchi e Francesco Olgiati, testimonia che i fondamenti del pensiero cristiano sono solidi, capaci di sfidare un secolo di storia. Il successo è frutto di un segreto della cultura cattolica in genere: essere profonda e popolare, insieme.
Nel centenario, verranno ripubblicati alcuni dei saggi più significativi. Nella rivista una precisa “visione del mondo”.
Il fondatore della rivista, Gemelli, era ed è ricordato come un personaggio per alcuni aspetti “controverso”: carattere forte e impetuoso, mente lucida e fredda, intelligenza analitica e indagatoria, aveva esordito col suo “manifesto medievalista” che intendeva sfidare in campo aperto i tanti avversari di allora del cattolicesimo: dal positivismo all’idealismo, dal futurismo al libero pensiero, dalla massoneria all’incipiente fascismo degli anni Venti.
Il ritorno al Medioevo, prospettato dal futuro fondatore della Università Cattolica, era chiaramente una sfida teoretica, quasi una provocazione, per far scoppiare un

leggi...
Arturo Mari racconta: “Ho vissuto per 27 anni accanto ad un Santo”

Il fotografo di Wojtyla testimone dei miracoli

Giovanni Paolo II e il suo fotografo personale Arturo Mari

CITTA’ DEL VATICANO – ‘“Giovanni Paolo II non voleva che si sapesse delle guarigioni, ma io ho assistito a diversi episodi”. Lo testimonia Arturo Mari, fotografo personale di Giovanni Paolo II in una intervista pubblicata dalla rivista da “A Sua Immagine” nella quale

leggi...
Un’“app” per iPhone e iPad da cui scaricare liturgia delle ore, messale, preghiere

L’“iBreviary” di Don Padrini fa pregare il mondo

 

iBreviary: per ora in 9 lingue

Don Paolo Padrini

TORINO – “iBreviary”? Un successo da diversi milioni di utenti. Sicuramente un fenomeno planetario perché grazie alle nove lingue con cui l’app si può scaricare, ha varcato confini e oceani.
Dalla Nuova Zelanda dove sono sempre di più i sacerdoti che dicono Messa con l’iPad alle terre di lingua araba dove l’app apre una porta digitale alla libertà religiosa.
Don Paolo Padrini è l’ideatore del progetto “iBreviary” (che ora ha anche un sito internet: www.ibreviary.org). Classe 1973 si presenta come “un appassionato di tecnologia” ma anche e soprattutto parroco della parrocchia di S. Giorgio in Stazzano, nel sud del Piemonte, “perché non potrei

leggi...
design   emme21