Il Gruppo siciliano dei cronisti preoccupato sottolinea: “I nodi vengono al pettine”

Unci al fianco dei colleghi del Giornale di Sicilia

Il Consiglio direttivo dell’Unci Sicilia

PALERMO – Il direttivo del Gruppo siciliano dell’Unci esprime «preoccupazione per la compressione degli spazi di informazione a Palermo, con il pesante dimezzamento dell’organico annunciato dall’editore del Giornale di Sicilia».
«Siamo vicini – afferma l’Unci Sicilia – ai colleghi del Giornale di Sicilia che hanno annunciato 17 giornate di sciopero in difesa del posto di lavoro. Vengono al pettine nodi editoriali che in Sicilia assumono connotazioni rilevanti la riduzione qualitativa e quantitativa del principale quotidiano dell’isola, testimone di oltre 160 anni di cronaca con la cancellazione per metà della sua redazione professionalizzata, pone seri interrogativi sul futuro dell’informazione che resta fondamentale cinghia di trasmissione nel processo di crescita civile e democratica del territorio».
Il Gruppo siciliano cronisti, eletto nei giorni scorsi, è formato da: Giuseppe Lo Bianco (presidente), Filippo Romeo (vicepresidente), Daniele Ditta (tesoriere), Sandra Figliuolo, Francesco Nania, Antonella Romano, Gioia Sgarlata, Alessandro Teri e Leone Zingales (consiglieri) (giornalistitalia.it)

LEGGI ANCHE:
Odg: “Così si uccide il Giornale di Sicilia”
Giornale di Sicilia dimezza giornalisti e stipendi

 

I commenti sono chiusi