Lo chiedono a nome dei giornalisti italiani dopo il pestaggio del cronista a Genova

Stefano Origone, Odg e Fnsi parte civile

Stefano Origone in ospedale dopo il pestaggio

ROMA – «Si sono concluse le indagini sul pestaggio, da parte di alcuni agenti di polizia, del giornalista Stefano Origone avvenuto a Genova il 23 maggio scorso durante scontri di piazza».
Lo rende noto il presidente del Consiglio nazionale dei giornalisti, Carlo Verna, che prosegue: «La chiusura delle indagini è un importante passo avanti per fare piena luce su un episodio inquietante per la libertà di stampa».
«Come già anticipato all’epoca dei fatti – sottolinea Verna – ci costituiremo parte civile, nel momento processualmente valido, al fianco di Origone a cui oggi voglio ribadire solidarietà a vicinanza».
Mentre la Fnsi fa sapere che sarà l’avvocato Alessandra Ballerini, legale della famiglia Regeni e della famiglia Rocchelli, ad assistere il sindacato dei giornalisti nel procedimento a carico dei poliziotti accusati di aver picchiato il cronista di Repubblica.
Anche il sindacato dei giornalisti ha chiesto all’avvocato Ballerini di costituirsi parte civile a nome dei giornalisti italiani.
Vale la pena ricordare che Origone era stato aggredito a Genova il 23 maggio scorso mentre stava documentando gli scontri in piazza dopo un comizio di Casapound. (giornalistitalia.it)

LEGGI ANCHE: 

Il giornalista Stefano Origone ferito dalla polizia

Liguria: Stefano Origone “Cronista dell’anno”

I commenti sono chiusi