Stasera a “Report” l’intervista a Francesco Pennino che rivela il piano di Cosa Nostra

La mafia voleva uccidere Sigfrido Ranucci

Sigfrido Ranucci

ROMA – «I Madonia volevano pagare per ammazzarti». Lo ha dichiarato al giornalista Sigfrido Ranucci il pregiudicato Francesco Pennino, intervistato dal conduttore della trasmissione di Rai 3 “Report”.
Ma perché la mafia voleva ucciderlo? Nel video, che Report manderà in onda stasera, alle 21.10, Pennino sostiene che Cosa Nostra sarebbe stata «irritata» dalla pubblicazione del libro “Il Patto”, scritto a quattro mani da Ranucci e Nicola Biondo, nel quale si parla dell’infiltrazione di Ilardo in Cosa Nostra e del ruolo dei servizi segreti deviati».
La decisione di uccidere il giornalista, secondo quanto rivela Pennino, che in quel periodo si trovava in carcere e aveva incontrato alcuni esponenti della famiglia Madonia, non fu messa in atto perché stoppata da Matteo Messina Denaro, personaggio più influente della mafia e tuttora latitante. (giornalistitalia.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *