Il 28 maggio a Cassano all’Ionio il riconoscimento alla carriera del giornalista sardo

Premio Troccoli Magna Graecia a Franco Siddi

Franco Siddi

CASSANO ALL’IONIO (Cosenza) – È Franco Siddi il vincitore dell’edizione 2022 del Premio Nazionale Troccoli Magna Graecia per il Giornalismo, organizzato dal Centro di Ricerche e Studi Economici e Sociali per il Mezzogiorno, presieduto da Martino Zuccaro, con la collaborazione del quotidiano on line Giornalisti Italia. Il prestigioso riconoscimento gli verrà consegnato sabato 28 maggio, alle ore 18, nel corso della tradizionale cerimonia che si terrà al Teatro Comunale di Cassano all’Ionio. Nell’albo d’oro della manifestazione, nata 36 anni fa e sospesa negli ultimi due anni a causa della pandemia, succede a Maria Pia Farinella e Andrea Camporese, vincitori delle edizioni 2018 e 2019 nelle quali, ad entrambi, è stata conferita la cittadinanza onoraria di Cassano Ionio.
Nato a Samassi (Sud Sardegna) il 25 novembre 1953, laureato in Scienze della Comunicazione, è giornalista iscritto all’Ordine della Sardegna dal 4 ottobre 1976 nell’elenco pubblicisti e dal 10 giugno 1983 nell’elenco professionisti. A lungo giornalista del quotidiano La Nuova Sardegna per la cronaca, la politica regionale, sindacale e economica, in precedenza è stato collaboratore territoriale de L’Unione Sarda e di Rai Sardegna e addetto stampa del Comune di Cagliari.
È stato consigliere di amministrazione della Rai dal 5 agosto 2015 al 27 luglio 2018 e da dicembre 2015 è presidente di Confindustria Radio Tv, Associazione di categoria dei media televisivi e radiofonici italiani e vicepresidente “Tavolo Tv 4.0” al Ministero dello Sviluppo Economico. È anche presidente dell’Osservatorio TuttiMedia (Otm), Associazione culturale per lo studio e l’innovazione dei media e delle comunicazioni di massa, senza scopo di lucro, fondata da Giovanni Giovannini.

Franco Siddi e Giancarlo Tartaglia, 23 anni di storia della Fnsi (Foto Giornalisti Italia)

Da novembre 2001 a novembre 2007 è stato presidente della Federazione Nazionale della Stampa Italiana della quale è stato segretario generale dal 30 novembre 2007 al 29 gennaio 2015. Da segretario generale Fnsi ha condotto le trattative e chiuso tre rinnovi del Contratto collettivo nazionale di lavoro giornalistico con la Fieg, due accordi parziali per il lavoro giornalistico nelle emittenti locali con AerAntiCorallo, un protocollo con l’Unione della Stampa Periodica Italina (Uspi). È stato membro del Comitato Esecutivo della Federazione Internazionale dei Giornalisti  (Ifj) e della Federazione Europea dei Giornalisti (Efj). Ha contribuito alla nascita di associazioni di giornalisti italiani all’estero in Francia, Germania, Gran Bretagna e in Brasile. Dal 1992 al 2001 è stato presidente dell’Associazione della Stampa Sarda.

Franco Siddi con Carlo Parisi e Nicola Gratteri l’8 agosto 2014 a Polistena in occasione della manifestazione per la libertà di stampa, il lavoro e la legalità in Calabria

È stato consigliere del Corerat (Comitato Regionale Radiotelevisione) Sardegna, prima della trasformazione in Corecom e ha fatto parte della Commissione Editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri in rappresentanza della Fnsi.
Da Luglio 2004, per 11 anni consecutivi, è stato consigliere del Consiglio Generale degli Italiani all’Estero (Cgie) presso il Ministero degli Affari Esteri), dove tuttora è chiamato a intervenire in qualità di esperto e in cui ha presieduto la Commissione Informazione. In questa veste ha concorso alla riforma dei regolamenti per la stampa italiana all’estero deliberati dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Franco Siddi con lo storico presidente dell’Ifj Jim Boumelha (Foto Giornalisti Italia)

È stato consigliere di amministrazione dell’Inpgi (Istituto Nazionale di Previdenza dei Giornalisti Italia) dal 2008 al 2015, consigliere di amministrazione della Casagit (Cassa Autonoma di Assistenza Integrativa dei Giornalisti Italiani) dal 1998 al 2008.
È stato direttore provinciale (Cagliari) dell’Ente Nazionale Acli di Istruzione Professionale (Enaip) e coordinatore regionale organizzativo dello stesso Ente in Sardegna e assessore al Bilancio e Lavori Pubblici del Comune di Samassi (Sardegna Sud).
Prima di essere assunto, nel 1985, come giornalista a La Nuova Sardegna, si è occupato di problemi del mondo del lavoro e di associazionismo culturale e sportivo di base. È stato vicepresidente regionale delle Acli della Sardegna, dirigente nazionale Acli Terra e Unione Sportiva Acli, consigliere Unione Stampa Sportiva Italiana (Ussi).

Franco Siddi e Lorenzo Del Boca

Ha collaborato a lungo con l’Associazionismo dell’Emigrazione e fa parte della Consulta regionale dell’emigrazione sarda. Ha fatto parte del Comitato dei garanti del Fondo istituito dalla Fasi (Federazione delle Associazioni Sarde in Italia) per i progetti a sostegno della comunità sarda colpita dal ciclone Cleopatra del 18 novembre 2013.
Per conto della Regione Autonoma della Sardegna, ha fatto parte della Commissione consultiva per la promozione della cittadinanza europea a sostegno dei sardi all’estero tra il 1984 e il 1989. Nel 1979, inoltre, fu tra i comunicatori designati dalla Regione Sardegna per illustrare, presso i circoli dei sardi emigrati in Europa, il significato e l’importanza della partecipazione alla prima elezione generale del Parlamento Europeo.

Da sinistra: Franco Siddi, Filippo Galatà, Mario Petrina, Giorgio Santerini, Franco Fiori (dietro), Vittorio Roidi, Federico Pirro, Lorenzo Del Boca, Mimmo Castellano, Giuseppe Giulietti e Fausto Pellegrini al Congresso di Pugnochiuso del 1992

Per il Centenario della Fnsi, ha curato il volume “La conquista della libertà”, dedicato a Giovanni Amendola sul quale ha scritto un saggio e pubblicato documenti storici e testimonianze. Si occupa e scrive dei problemi dell’informazione, del lavoro, dei diritti di cittadinanza e dell’etica professionale, materie trattate in relazioni e saggi, l’ultimo (marzo 2016, Franco Angeli Editore) pubblicato nel volume “L’Informazione che vorrei, La Rete, le sfide attuali, le priorità future”, curato da Ruben Razzante. In tempi recenti ha, altresì, scritto le prefazioni ai volumi “Dietro i Media del Quarto Mondo” di Rolando Belvedere (2012) e “Un Futuro Digitale” (confronto tra Carlo Freccero e Derrick De Kerckove) a cura di Antonio Ruggieri per Edizioni Il Bene Comune (2015).

Da sinistra: Lorenzo Del Boca e Franco Siddi (presidenti del Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti e della Fnsi), con il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi e la moglie Franca, in occasione della consegna del 40° Premio “Saint Vincent di Giornalismo” ( 9 giugno 2005)

È Grande Ufficiale al merito della Repubblica Italiana (27 aprile 2018). Nel 2017 ha ricevuto il Premio Alziator (Cagliari) di cultura, informazione e società. Nel 2016 è stato insignito, a Porto Rotondo, del Premio Navicella d’Argento Sardegna “per il suo legame con la Sardegna, per aver contribuito a dare lustro all’isola a livello nazionale e internazionale”.

Francesco Maria Spanò

Il Centro di Ricerche e Studi Economici e Sociali per il Mezzogiorno ha reso noti, inoltre, i vincitori delle altre sezioni del Premio Nazionale Troccoli Magna Graecia. Per la “Saggistica” a Francesco Maria Spanò, giurista, direttore delle risorse umane dell’Università Luiss “Guido Carli” per il volume “Gerace città magnogreca delle cento chiese” (Editore Gangemi), che si avvale dell’intervento del Procuratore della Repubblica di Catanzaro, Direzione Distrettuale Antimafia, Nicola Gratteri; e Giuseppe Procaccini, già prefetto di Latina, direttore e docente della Scuola Superiore dell’Amministrazione dell’Interno, nonché direttore del Centro Studi Americani di Roma, per il romanzo “Vite all’incrocio” (Nemapress Edizioni) e Giusy Staropoli per il volume “Terra Santissima” (Laruffa editore).
Per la “Ricerca” a Rosa Marini per la tesi di laurea “Il battesimo delle bambole tra gioco e inculturazione” (Università della Calabria); Piero de Vita (Ricerca per l’intensa attività di ricerca scientifica tesa al recupero e alla valorizzazione del Patrimonio demo-etno-antropologico;

Giusy Staropoli

e all’Istituto Comprensivo “Casalini” di San Marzano di San Giuseppe (Taranto), diretto dalla professoressa Maria Teresa Alfonso, per la ricerca e l’impegno culturale impresso nella didattica scolastica rivolto alla conoscenza delle culture etnolinguistiche e delle relazioni con i Paesi internazionali.
Saranno, inoltre, consegnate la Targa “Francesco Toscano ofs” al giornalista Gregorio Corigliano per il volume “Nero di seppia” (Pellegrini Editore) e la Menzione Speciale a Francesco Spingola per la curatela di Storie sandonatesi (Editore Il Coscile). All’evento è stato concesso il patrocinio della Commissione Europea -Rappresentanza in Italia- della Regione Calabria, della Città di Cassano all’Ionio, della Città Metropolitana di Reggio Calabria, della provincia di Cosenza e di altre istituzioni.

Giuseppe Procaccini

Nell’ambito di questa edizione del Premio Troccoli Magna Graecia è stata promossa un’iniziativa di supporto alla promozione culturale: una rete collaterale che mira alla promozione degli attrattori culturali, paesaggistici e naturalistici esistenti non solo sul territorio comunale di Cassano ma allargato ai comuni e alle istituzioni che operano sui territori dell’arco jonico, della Sibaritide e del Pollino: si tratta dei partners istituzionali per la promozione dei territori, alla quale hanno aderito la Città di Cassano all’Ionio, la Diocesi di Cassano all’Ionio con il Museo diocesano di arte sacra, l’Arcidiocesi di Rossano-Cariati con il Museo diocesano e del Codex, il Museo dell’Arte Olearia e della Cultura contadina “Ludovico Noia” onlus Trebisacce, il Parco archeologico di Broglio Trebisacce, il Museo della Liquirizia “Giorgio Amarelli” di Rossano e l’Associazione Laghi di Sibari onlus. (giornalistitalia.it)

ALBO D’ORO RECENTE
 SEZIONE GIORNALISMO
2002 Lorenzo Del Boca
2003 Giuseppe Giacovazzo
2004 Franco Tropea
2005 Ottavio Rossani
2006 Domenico Nunnari
2007 Francesco Albanese
2008 Adele Cambria
2009 Rino Labate
2010 Nino Calarco
2011 Pino Nano
2012 Monica Caradonna
2013 Carlo Parisi
2014 Maria Rosaria Gianni
2015 Giuseppe Tropea
2016 Luciano Regolo
2017 Maria Gabriella Capparelli
2018 Maria Pia Farinella
2019 Andrea Camporese
2020 non assegnato
2021 non assegnato
2022 Franco Siddi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *