Il corpo del giornalista rapito e torturato dopo aver minacciato la corruzione del Governo

Camerun: paura dopo il barbaro omicidio di Zogo

Martinez Zogo

YAOUNDÉ (Camerun) – I giornalisti del Camerun hanno chiesto alle autorità di assicurare maggiore tutela ai professionisti della stampa, dopo l’omicidio del reporter Martinez Zogo, 51 anni, direttore di “Radio Amplitude”, noto per essere un critico del governo. Lo riferiscono i media locali, ricordando che il corpo del giornalista è stato ritrovato cinque giorni dopo essere stato rapito e torturato da ignoti, vicino alla capitale Yaoundé. Prima della sua morte, aveva minacciato di denunciare la corruzione nel governo.

Rene Emmanuel Said

L’ong Reporters sans frontières ha invitato le autorità a condurre un’indagine indipendente sull’omicidio, definendolo un «grave colpo alla democrazia e alla libertà di stampa». «Esortiamo le autorità camerunesi a condurre un’indagine indipendente che non vacilli e a porre fine al clima di violenza contro il personale dei media», si legge in una nota.
Il portavoce del governo, Rene Emmanuel Said, ha detto che un’indagine iniziale ha rivelato che il giornalista era stato torturato, definendo l’omicidio è stato “barbaro e inaccettabile”. (agenzia nova)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *