Matteo Salvini contestato a Catania (foto Orietta Scardino/Ansa)

RAGUSA – «Forte disappunto per il trattamento riservato, oggi a Vittoria, ai giornalisti impegnati nel loro lavoro in occasione della visita del ministro dell’Interno, Matteo Salvini», viene espresso dalla Segreteria provinciale dell’Assostampa Ragusa.
«I cronisti – denuncia la Segreteria provinciale di Ragusa dell’Assostampa Sicialiana della Stampa – sono stati trattenuti per ore ed ore, sotto un sole cocente e in un recinto da fattoria di orwelliana memoria, per poter registrare e riportare le dichiarazioni del ministro dell’Interno dopo l’arrivo in municipio e la visita ai genitori dei due bambini uccisi lo scorso 11 luglio».
«Una pessima organizzazione in cui – sottolinea l’Assostampa Ragusa – la categoria dei giornalisti non è stata per nulla rispettata e ha dovuto esercitare il suo diritto dovere di informare la collettività in condizioni disumane e con alcuni colleghi che hanno accusato lievi malori per il forte caldo».
«Non era più logico e razionale procedere ad accreditare i giornalisti e a fare incontrare il ministro in un sala di Palazzo della Città?», si chiede l’Assostampa Ragusa esprimendo «forte l’auspicio che episodi del genere non abbiano più a ripetersi nel rispetto della persona e del giornalista». (giornalistitalia.it)

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *