Per l’anno 2019 in favore delle imprese di quotidiani e periodici anche diffusi all’estero

Contributi editoria: domande entro il 31 gennaio

ROMA – Scade il 31 gennaio 2020 il termine per la presentazione della domanda di ammissione ai contributi per l’anno 2019 in favore delle imprese editrici di quotidiani, anche diffusi all’estero, e di periodici.
La domanda e i documenti richiesti per l’eventuale erogazione della rata di anticipo vanno presentati utilizzando la procedura on line accessibile sulla piattaforma per la gestione dei contributi implementata dal Dipartimento.
Le imprese che hanno presentato domanda di contributo per l’anno 2018 possono utilizzare per l’accesso alla piattaforma le credenziali di cui sono già in possesso.
Le altre imprese che intendono presentare domanda sono tenute a richiedere le credenziali di accesso, inviando il modulo di richiesta debitamente compilato alla seguente PEC: die.contributidiretti@pec.governo.it.
A seguito della richiesta, l’Ufficio provvederà ad inviare le credenziali riservate (username e password) e le istruzioni che consentono l’accesso alla piattaforma per la compilazione e l’invio della domanda.
Le imprese editrici di quotidiani editi e diffusi all’estero, entro il medesimo termine del 31 gennaio 2020, presentano la domanda generata dalla piattaforma informatica e corredata della documentazione prevista, all’ufficio consolare italiano di prima categoria territorialmente competente che, verificatane la completezza, le trasmetterà, entro il 28 febbraio 2020, al Dipartimento al seguente indirizzo PEC: archivio.die@mailbox.governo.it.
Per il supporto tecnico è attiva la casella di posta elettronica helpdesk.piattaformacontributi@governo.it ed è scaricabile la versione aggiornata del manuale utente con le istruzioni per l’utilizzo della piattaforma. (giornalistitalia.it)

MODULISTICA E INFORMAZIONI
Il modulo di richiesta delle credenziali di accesso
Imprese editrici di quotidiani e periodici
Imprese editrici di quotidiani italiani diffusi all’estero

I commenti sono chiusi