Gianpaolo Tarantini (foto Ansa)

ROMA – Fnsi e Associazione della Stampa di Puglia esprimono «soddisfazione per l’assoluzione della collega Angela Balenzano, cronista del Corriere del Mezzogiorno, finita a processo con la pesante accusa di ricettazione per aver pubblicato parte dei verbali di Gianpaolo Tarantini contenenti i racconti delle escort condotte a Palazzo Grazioli dall’ex premier Silvio Berlusconi».
«L’aver svolto con professionalità e correttezza il suo lavoro di cronista – sottolinea il sindacato dei giornalisti – le è costato dover subire un processo, come purtroppo accade sempre più spesso nel Paese».
Fnsi e Assostampa ricordano che «il diritto di cronaca e la libertà, nel rispetto delle leggi e della deontologia professionale, di raccontare ciò che accade nella vita di chi riveste cariche istituzionali è un elemento essenziale per la democrazia e per il diritto costituzionale dei cittadini di essere informati».
Assolto, insieme alla giornalista, “perché il fatto non sussiste” anche Andrea Morrone, nella sua qualità di ex consulente informatico della Procura di Bari, accusato di essere la talpa che nell’estate 2009 consegnò alla Balenzano i verbali di interrogatorio di Gianpaolo Tarantini. (giornalistitalia.it)

Comments are closed.