Il giornalista accusato di contrabbando di marijuana e associazione a delinquere 

Appello per l’assoluzione di Jovo Martinovic

Jovo Martinovic

TRENTO – L’Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa (Obct), assieme ad altre organizzazioni che si battono per la libertà dei media, lancia un appello alle autorità del Montenegro affinché assolvano il giornalista investigativo Jovo Martinovic, accusato di contrabbando di marijuana e associazione a delinquere e condannato nel gennaio scorso a 18 mesi di carcere.
“Condannato – si legge nell’appello – nonostante prove schiaccianti che i suoi unici legami con il crimine organizzato siano quelli di giornalista”.
Martinovic – sottolinea l’Osservatorio Balcani – è specializzato in inchieste sul crimine organizzato pubblicate su testate internazionali come The Economist, Financial Times, Npr, Bbc e vincitore nel 2018 del Peter Mackler Award for Courageous and Ethical Journalism, riconoscimento che premia il giornalismo coraggioso ed etico.
Martinovic era stato arrestato il 22 ottobre 2015 e trattenuto quasi 15 mesi prima di essere liberato provvisoriamente. Il processo di appello si terrà a Podgorica il 12 settembre.
“La decisione di un’assoluzione sarebbe un grande passo avanti per la libertà dei media e la legalità, che il Montenegro aspira ad allineare agli standard europei. È il momento di smetterla con i processi e le intimidazioni ai danni dei giornalisti investigativi che lavorano per la libertà e l’informazione. Se venisse nuovamente condannato, Martinovic sarebbe l’unico giornalista in prigione in tutta l’area balcanica e dell’Ue”, sottolinea Nora Wehofsits, Advocay Officer di Ecpmf, programma di cui Obct è partner. (ansa)

 

 

I commenti sono chiusi