John Cantlie in video diffuso dall’Isis dopo la cattura

ROMA – Il giornalista britannico John Cantlie, rapito dall’Isis nel 2012, “è vivo e si trova nei pressi di Dayr az Zor”, ultima roccaforte dell’Isis nella Siria orientale. A renderlo noto sono state fonti delle forze curdo-arabe delle Sdf, filo-americane.
Il giornalista freelance venne catturato insieme al collega americano James Foley nel Nord della Siria da miliziani che poi li vendettero all’Isis. Foley venne ucciso nell’agosto del 2014. I video in cui Cantlie è apparso negli ultimi anni sono stati girati, presumibilmente, a Kobane, Aleppo e Mosul e mostrano sempre un Cantlie filo-Isis. L’ultima volta era apparso in un video di propaganda diffuso dagli jihadisti dello Stato Islamico. Visibilmente dimagrito ha raccontato la distruzione della città di Mosul, causata dai bombardamenti aerei della coalizione internazionale guidata dagli Stati Uniti che, sottolineava, “colpiscono i residenti e non i combattenti”. (giornalistitalia.it)

Comments are closed.