Rainews24 anticipa il reportage della Rai e la Procura acquisisce subito l’audio del pilota

Scoop di Pino Finocchiaro sulla strage di Ustica

ROMA – «Guarda, cos’è?». Grazie allo scoop del giornalista Pino Finocchiaro prendono forma le  ultime parole del pilota del Dc 9 Itavia, partito da Bologna Borgo Panigale e diretto a Palermo Punta Raisi, esploso in volo al largo di Ustica il 27 giugno 1980 e costato la vita alle 81 persone che si trovavano a bordo.

Pino Finocchiaro

Nella registrazione, in particolare, poco prima di una brusca interruzione, si sente uno dei piloti pronunciare la frase «guarda, cos’è?». L’audio, conservato sul sito stragi80.it, è stato ripulito dai tecnici: finora, infatti, era possibile sentire solo la parola «gua…».
Rainews24 ha anticipato il reportage di Pino Finocchiaro, che andrà in onda in concomitanza del 40° anniversario della strage, e la Procura di Roma ha disposto l’acquisizione dell’audio relativo alla registrazione contenuta nella scatola nera del Dc 9. Gli agenti della Digos lo hanno acquisito nella sede romana della società Emery Video mettendolo a disposizione dei pm Erminio Amelio e Maria Monteleone, titolari dell’inchiesta ancora aperta a piazzale Clodio.
Le ultime parole pronunciate dal copilota Enzo Fontana avvalorerebbero l’evento esterno alla base del disastro aereo così come sancito dalla Cassazione in sede civile. La voce strozzata del pilota conferma che in cabina di pilotaggio videro arrivare qualcosa: un missile o un velivolo da guerra così come ipotizzato dal giudice istruttore Rosario Priore e dai magistrati di rito civile in tutti i gradi di giudizio. (giornalistitalia.it)

I resti del Dc 9 Itavia ricostruito nel Museo per la Memoria di Ustica nell’ex magazzino Atc di Bologna grazie all’Associazione dei parenti delle Vittime della Strage di Ustica

 

I commenti sono chiusi