Un Osservatorio per contrastare la diffusione di notizie false soprattutto sui social

Molise: Corecom e Odg uniti contro le fake news

CAMPOBASSO – Anche il Molise ha il suo “Osservatorio sulle fake news Coronavirus”. Lo ha istituito oggi il Corecom Molise approvando, all’unanimità, un protocollo d’intesa con l’Ordine dei Giornalisti del Molise finalizzato a contrastare la diffusione di notizie false, soprattutto sui “Social”, che riguardano la pandemia del Coronavirus.
Il Comitato Regionale per le Comunicazioni del Molise (presidente Fabio Talucci e componenti Angela Catalano e Nicola Lavanga), coinvolgendo l’Ordine dei giornalisti nell’Osservatorio sulle Fake News Coronavirus, intensifica le attività previste dal Protocollo d’intesa stilato a suo tempo per l’attivazione di azioni di comune interesse, che vedano impegnate le rispettive professionalità e competenze.

Angela Catalano, Fabio Talucci e Nicola Lavanga, componenti del Corecom Molise

L’Osservatorio sarà chiamato a diffondere, ogni 15 giorni, un report web, social, carta stampata e televisioni, per far conoscere quali sono le notizie false rilevate su fonti potenzialmente inaffidabili divulgate soprattutto sui social. Collaboreranno alle attività dell’Osservatorio, oltre alle strutture del Comitato e dell’Ordine dei giornalisti, i consiglieri nazionali dell’Odg, Vincenzo Cimino e Cosimo Santimone, «il cui impegno, visto il ruolo ricoperto e la professionalità acquisita nella loro carriera, potrà essere utile a fornire all’iniziativa uno spessore di carattere nazionale». Il periodo di osservazione andrà dal mese di aprile al mese di settembre 2020.

Vincenzo Cimino

«Con questa iniziativa – ha  commentato Talucci – il Corecom, grazie al valido contributo dell’Ordine dei Giornalisti del Molise, intende fornire il proprio contributo al contrasto della diffusione di notizie false, propagate soprattutto suoi social, che riguardano la pandemia da Covid 2019».
«In un momento così particolarmente difficile, come quello vissuto dalla popolazione e da tutti gli operatori dei servizi indispensabili, non possiamo permetterci – aggiunge Talucci – di diffondere informazioni false riguardanti temi così rilevanti come quello del contagio da Covid o della gestione dell’emergenze. Notizie che poi si diffondono velocemente principalmente sui social, ma non solo, creando confusione, ansie, preoccupazioni eccessive o, al contrario, inopportune sottovalutazioni della situazione che tutti stiamo affrontando».
«Gli organi di informazione, e quindi i giornalisti e gli operatori impiegati, nella loro massima parte – sottolinea il presidente del Corecom Molise – stanno meritoriamente affrontando quest’appuntamento della nostra storia agendo con serietà, professionalità e competenza. Una preziosa azione portata avanti in tandem con la comunicazione istituzionale ufficiale delle varie autorità nazionali, regionali e locali chiamate a gestire l’emergenza.

Cosimo Santimone

Questo comune sforzo di professionalità merita di essere protetto e salvaguardato dal “virus” delle fake news, che può nuocere gravemente alla pubblica opinione nella generazione di valutazioni errate sulla situazione in atto o nella formazione idee non confacenti ad una sana e diligente applicazione delle prescrizioni di sicurezza che ogni cittadino è chiamato ad attuare per il bene singolo e collettivo. Questo Osservatorio sarà uno strumento di contrasto a tale fenomeno, che ci auguriamo possa essere particolarmente efficace ed efficiente. Ringrazio, pertanto, il presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Molise, Pina Petta, e tutto il suo Consiglio regionale, per aver aderito a questo progetto che riteniamo qualificante e necessario in questa particolare fase». (giornalistitalia.it)

I commenti sono chiusi