Mattarella: “Ha tenuto a battesimo la Rai e poi il pluralismo delle emittenti televisive”

Mike Bongiorno, la sua allegria nella storia della tv

10 anni senza Mike Bongiorno, all’anagrafe Michael Nicholas Salvatore Bongiorno (New York, 26 maggio 1924 – Monaco, 8 settembre 2009)

ROMA – «Dieci anni sono trascorsi dalla scomparsa di Mike Bongiorno. Ai familiari e a quanti gli erano legati da stima e amicizia desidero anzitutto esprimere la mia vicinanza e la condivisione del ricordo». Sono le parole del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che, nell’anniversario della scomparsa del celebre conduttore televisivo, ha diffuso un messaggio ricordando che «il nome e la personalità di Mike Bongiorno hanno segnato gli esordi della televisione italiana e ne hanno accompagnato lo sviluppo per oltre mezzo secolo».
«Della tv Mike Bongiorno è stato dapprima un pioniere – ricorda Mattarella – e quindi un vero e proprio simbolo, una popolarissima icona che con modi semplici e ironia ha saputo parlare agli italiani di diverse età. Ha tenuto a battesimo le trasmissioni della Rai e poi la stagione del pluralismo delle emittenti televisive. Non si è mai fermato nelle sue sfide professionali: progettava ancora nuovi programmi su nuove piattaforme quando le forze gli sono venute meno. I suoi motti, i suoi quiz, la sua “allegria” – conclude il capo dello Stato – resteranno nella storia delle comunicazioni». (giornalistitalia.it)

I commenti sono chiusi