Il direttore Luciano Regolo suona la carica ai giornalisti dalla pagina di Facebook

“L’Ora siamo noi”: “Non dobbiamo arrenderci”

Ora siamo noiRENDE (Cosenza) – Il giornale non sarà in edicola, ma la loro voce, e la loro penna, continua a “vivere”. I giornalisti de “l’Ora della Calabria”, nonostante lo stop dato alle stampe dal liquidatore Giuseppe Bilotta, proprio durante i giorni dello sciopero proclamato dalla redazione, non demordono e hanno deciso di aprire una pagina Facebook (“L’Ora siamo noi”) dove continueranno ad informare i lettori sull’intera vicenda e dove terranno un filo diretto quotidiano con loro.
Il saluto al gruppo è affidato al direttore Luciano Regolo: “Sono passate esattamente 24 ore dalla lettera «mannaja» abbattutasi sull’Ora edizione cartacea e on line. Tanti pensieri mi frullano in testa. Ma il più persistente va a tutta la redazione e a tutti i lettori che ci stanno facendo sentire il loro sostegno. Così, anche se sotto shock per il duro atto subito, sono consapevole che non dobbiamo arrenderci e lotterò con ogni mezzo perché presto possiamo tornare a fare il nostro giornale per una Calabria libera e senza bavagli”.

I commenti sono chiusi