Le richieste del Pm sulla tragica fine di Loredana Guida. L’accusa è di omicidio colposo

”Giornalista morta di malaria, 3 medici a processo”

Loredana Guida

AGRIGENTO – Il pubblico ministero di Agrigento, Elenia Manno, ha chiesto l’archiviazione per quattro medici e paramedici e il processo per altri tre sanitari: un medico del pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni di Dio, il medico di base e uno della Guardia medica. L’inchiesta è quella sulla morte, per malaria, di Loredana Guida, 44 anni, giornalista e insegnante, di Agrigento.

Loredana Guida

Secondo il pm, nessuna responsabilità si può attribuire ai due paramedici che intervennero il giorno dell’ingresso al pronto soccorso di Loredana Guida, né ai due sanitari che operarono sulla paziente quando le sue condizioni erano ormai critiche. Al contrario per gli altri tre medici si evidenziano «gravi negligenze e censure».
L’inchiesta, avviata dopo le denunce dei familiari della professionista che ha perso la vita lo scorso 28 gennaio, assistiti dall’avvocato Daniela Posante, è arrivata al bivio. La Procura, in un primo momento, aveva iscritto nel registro degli indagati, con l’accusa di omicidio colposo, 7 persone fra medici e paramedici che hanno trattato il caso.
I familiari, in particolare, hanno denunciato che a Loredana – nonostante avesse fatto presente sia al suo medico curante che a quello del pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni di Dio, al suo primo accesso, il 15 gennaio, di essere da poco rientrata dalla Nigeria – non sarebbero stati prescritti esami specifici per la sua febbre alta. (ansa)

LEGGI ANCHE:
Lory Guida, morte assurda da non dimenticare
Giornalista morta di malaria: sette indagati
Malaria: muore una giornalista di 44 anni

I commenti sono chiusi