Arrestato a Napoli: “Intorno a me amici e colleghi. Vorrei stringere la mano ai Carabinieri”

Emilio Fede: “È stata un’esperienza positiva”

Emilio Fede

NAPOLI – «Alla fine è stata un’esperienza positiva, intorno a me si sono stretti tanti amici e colleghi. In questo momento mi farebbe piacere avere qui un rappresentante dell’Arma a cui stringere la mano». Lo ha detto all’Ansa Emilio Fede, arrestato ieri a Napoli per evasione dalla detenzione domiciliare, dall’albergo del lungomare in cui ha trovato alloggio lunedì sera dopo essere arrivato all’ombra del Vesuvio.
L’ex direttore del Tg4, che oggi compie 89 anni, attende la decisione del tribunale di sorveglianza che dovrà decidere se confermare la misura cautelare notificatagli dai carabinieri mentre era a cena con la consorte. Lui, fa sapere il suo avvocato, Salvatore Pino, «preferisce rinunciare a presenziare personalmente».
A rappresentare il giornalista, nell’udienza di oggi, sarà l’avvocato napoletano Gennaro Demetrio Paipais. «Vivo questa esperienza – ha detto ancora Fede – come la vive un vero giornalista, senza rancori e senza odio, con la precisa intenzione di aprire un dialogo tra chi tutela i diritti dei cittadini. Un grazie ai carabinieri per come agiscono, accanto a noi». (ansa)

LEGGI ANCHE:
Arrestato Emilio Fede: è “fuggito” a Napoli

I commenti sono chiusi