Festeggiava il suo compleanno, i Carabinieri lo bloccano per evasione dai domiciliari

Arrestato Emilio Fede: è “fuggito” a Napoli

Emilio Fede

NAPOLI – Il giornalista Emilio Fede è stato arrestato ieri sera a Napoli per evasione. A darne notizia è il quotidiano napoletano “Il Roma”, che riporta come l’ex direttore del Tg4 fosse a cena con la moglie, l’ex senatrice Diana De Feo, sul lungomare partenopeo per festeggiare il suo 89° compleanno quando dei Carabinieri in borghese lo hanno avvicinato notificandogli il provvedimento del magistrato di Milano.
Fede, condannato in via definitiva a 4 anni e 7 mesi nell’ambito del processo Ruby Bis, ha scontato 7 mesi di arresti domiciliari e deve completare la pena con 4 anni di servizi sociali, ma sarebbe partito da Milano in direzione Napoli senza attendere l’autorizzazione del giudice del tribunale di sorveglianza milanese.
Sempre secondo quanto riportato dal quotidiano “Il Roma”, Fede è stato scortato in albergo e gli è stato intimato di non lasciare la struttura fino alla decisione del magistrato di sorveglianza che dovrebbe arrivare in mattinata.

FEDE: «UNA COSA TERRORIZZANTE, I DOMICILIARI ERANO FINITI»

«Il mio arresto? È stata una cosa terrorizzante. Compivo gli anni e da Milano, con i domiciliari finiti, sono partito per trascorrere due giorni con mia moglie. Siamo andati al ristorante a mangiare una pizza io e lei, e lì sono arrivati i carabinieri, notificandomi gli arresti per il reato di evasione».
Questo il racconto all’Adnkronos del giornalista Emilio Fede dell’arresto a Napoli per evasione dai domiciliari.
«Mi viene contestato di essere partito da Milano quando non c’era ancora la firma sui servizi sociali. Sono stato accompagnato in albergo e ora non posso nemmeno affacciarmi alla finestra – dice ancora Fede –. Io sono claustrofobico, sono stato operato alle vertebre e non posso camminare da solo, devo essere accompagnato e con il bastone. È stato un arresto davanti a tutti, sono terrorizzato, che si possa prendere un essere umano, non Emilio Fede, e arrestarlo così». (adnkronos)

I commenti sono chiusi