Storico collaboratore del quotidiano, aveva 78 anni. Fondò anche Fano Tv

Addio a Carlo Moscelli, il Carlino targato Fano

Carlo Moscelli

FANO (Pesaro–Urbino) – Lutto nella grande famiglia del Resto del Carlino, che perde uno dei suoi storici collaboratori, Carlo Moscelli: il giornalista e scrittore fanese se n’è andato nella notte, all’età di 78 anni.
Sopraffatto dalla malattia che ha combattuto per anni e dal dolore per la perdita della sua amata moglie Anna, – scrivono i colleghi del Carlino Pesaro – che negli ultimi anni gli aveva tolto gran parte della sua proverbiale grinta.
«Con lui Fano perde una voce autorevole, ironica e colta, – sono le parole dei colleghi – una fonte inesauribile di storie ed aneddoti legati alla città di cui Moscelli non era solo un amante, ma anche un divulgatore, depositario di Memoria. Con lui se ne va un lottatore che tenacemente, in tutti questi anni, ha portato avanti battaglie, giornalistiche prima e personali poi, come quella per l’intitolazione luoghi ancora anonimi, ma ben riconoscibili in città, a personaggi fanesi hanno dato lustro alla città».
«Con Carlo Moscelli se ne va la figura forse più nota e rappresentativa dell’anima della città, – è il messaggio di cordoglio del sindaco di Fano, Massimo Seri, – di cui era profondamente innamorato, di cui ha sempre scritto e parlato, con immutata passione, per tutta la vita, fino agli ultimi giorni, prima sui giornali e alla radio, poi tramite i social. La città tutta ti è grata e ti piange commossa. L’Amministrazione comunale – sono, ancora, le parole del primo cittadino – ti ricorda per lunghissimi anni sui banchi del Consiglio Comunale (eri il quarantunesimo consigliere, ricordi?) fino a notte tarda, per poter riferire ai cittadini, con libertà di pensiero e grande professionalità, delle attività politico-istituzionali, quando ancora non c’erano né smartphone né streaming».
Storico collaboratore del Carlino (indimenticabile la sua rubrica “Pepe”, poi diventata “Il nuovo Pepe” sulle pagine on line di FanoInforma), Carlo Moscelli è stato anche voce, popolare ed amata, della tv (fondò, insieme ad altri colleghi, Fano Tv) e della radio. Dei suoi tre figli, uno, Corrado, ne ha seguito le orme, sempre al Resto del Carlino. Che oggi perde ben più di un giornalista, di un collega. Se n’è andato uno di famiglia. (giornalistitalia.it)

I commenti sono chiusi