Da sinistra: Carlo Parisi (segretario generale aggiunto), Raffaele Lorusso (segretario generale), Giuseppe Giulietti (presidente), Giancarlo Tartaglia (direttore), Anna Del Freo (segretario generale aggiunto) e Tommaso Daquanno (vice direttore) durante il Consiglio nazionale Fnsi

ROMA – Il Consiglio Nazionale della Federazione Nazionale della Stampa Italiana ha approvato a larghissima maggioranza (3 soli voti contrari e 4 astenuti) il Bilancio Consuntivo 2017 ed il Bilancio Preventivo 2018 (5 astenuti).
Il bilancio dell’esercizio 2017 si chiude con un avanzo di 507.683,21 euro, che conferma – ha sottolineato della relazione il segretario generale, Raffaele Lorusso – oltre al venir meno degli oneri contingenti dell’esercizio 2016, la linea di rigore e riduzione generale dei costi di gestione, iniziata negli esercizi precedenti e che ha consentito di eliminare disavanzi di bilancio strutturali e di garantire l’accumulo di riserve necessarie a fronteggiare costi futuri”.
Le entrate complessive sono state pari a 2 milioni 858mila 623,08 euro, con una flessione rispetto all’esercizio precedente del 9,15% (nell’esercizio 2016 c’era stato un incremento delle entrate del 9%). le minori entrate sono dovute principalmente alla riduzione delle quote federali (gli iscritti complessivi sono stati 18514 contro i 19208 del 2016, dei quali 14081 professionali e 4433 collaboratori) ed agli interessi maturati sugli investimenti finanziari.
Le uscite sono state pari a 2milioni 350mila 939,87 euro con un lieve incremento rispetto all’esercizio precedente dello 0,6%, dovuto principalmente, allo svolgimento della Sessione Statutaria del XXVII Congresso della Fnsi.
“L‘avanzo di esercizio 2017 – ha evidenziato Lorusso – si aggiunge a quelli degli anni precedenti consentendo, in questo modo, di alimentare ulteriormente le riserve per poter meglio fronteggiare gli impegni di spesa dei futuri esercizi”. (giornalistitalia.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *