Rai, no al Piano news: “Non prendiamo ordini”

Rai, no al Piano news: “Non prendiamo ordini”

ROMA – “Non è vero che abbiamo assecondato la politica, ciascuno di noi ha votato nella piena autonomia delle proprie convinzioni. Non ...

leggi...

Esame giornalisti: 193 ammessi alla prova orale

Esame giornalisti: 193 ammessi alla prova orale

ROMA – Sono 193 su 309 iscritti, pari al 62,46%, i candidati ammessi alla prova orale della 125ª sessione dell’esame di idoneità ...

leggi...

Efj contro ogni bavaglio e intimidazione

Efj contro ogni bavaglio e intimidazione

BUCAREST (Romania) – “Preoccupazione per i numerosi tentativi di imbavagliare i giornalisti che vengono messi in atto, sotto varie forme, in numerosi ...

leggi...

Giornalista art. 2: Finedit condannata in appello

Giornalista art. 2: Finedit condannata in appello

CATANZARO – La Corte di Appello di Catanzaro ha rigettato l’appello proposto dalla Finedit Finanziaria Editoriale srl, editrice del Quotidiano della Calabria, confermando ...

leggi...
Rai, no al Piano news: “Non prendiamo ordini”

Rai, no al Piano news:

Scritto da Redazione il 23 May 2017 1
Esame giornalisti: 193 ammessi alla prova orale

Esame giornalisti: 193 ammessi alla

Scritto da Redazione il 22 May 2017 2
Efj contro ogni bavaglio e intimidazione

Efj contro ogni bavaglio e

Scritto da Redazione il 21 May 2017 3
Giornalista art. 2: Finedit condannata in appello

Giornalista art. 2: Finedit condannata

Scritto da Redazione il 20 May 2017 4
Il fotogiornalista francese è stato arrestato lo scorso 8 maggio ad Hasan Keyf

Mathias Depardon in sciopero della fame

Thomas Depardon

Thomas Depardon

ISTANBUL (Turchia) – Il fotogiornalista francese Mathias Depardon, arrestato lo scorso 8 maggio ad Hasan Keyf, località sul fiume Tigri nel sud est della Turchia, ha iniziato uno sciopero della fame per protesta contro la situazione di incertezza relativa i tempi del suo fermo e del suo rimpatrio.
Il fotoreporter si trova nel centro per migranti di Gaziantep in attesa di essere rimpatriato ormai da 16 giorni. A confermare l’inizio dello sciopero della fame il rappresentante di Reporter Senza Frontiere in Turchia, Omer Onderoglu, che ha dichiarato che i motivi del mancato rimpatrio, decretato lo scorso 11 maggio, e le ragioni alla base di un tale allungamento dei tempi di espulsione sono tuttora

leggi...
La Piesse ringrazia il direttore rientrante, ma il Cdr ammonisce: “La lotta non è finita”

Stipendi pagati, l’Unità torna in edicola con Staino

l’Unità

Sergio Staino

Sergio Staino

ROMA – Da oggi, giovedì 25 maggio, l’Unità torna in edicola nuovamente diretta da Sergio Staino. a società editrice La Piesse “ringrazia Sergio Staino per aver accettato di ritornare alla direzione del giornale, confidando nel suo prezioso contributo per il ripristino di un tavolo di confronto aziendale e sindacale per dipanare i nodi relativi al piano di ristrutturazione e rilancio de l’Unità”. Sul ritardo nel pagamento

leggi...
Il direttore del giornale “Ton-M” della città siberiana di Minusink. Aveva 41 anni

Russia: ucciso il giornalista Dmitri Popkov

Dmitri Popkov

Dmitri Popkov

MINUSINK (Russia) – Il direttore del giornale locale “Ton-M”, nella città siberiana di Minusink (440 km da Krasnoyarsk), Dmitri Popkov,  41 anni, è stato ucciso “ieri sera nel cortile di casa con un’arma da fuoco”. Lo ha reso

leggi...
GiornalistitaliaTV sulla Giornata mondiale della libertà di stampa a Reggio Calabria: 18

Maria Pia Farinella: “La normalità del dovere”


REGGIO CALABRIA – «Giornalisti liberi di fare i giornalisti, che denunciano le eventuali forme di violenza. Dovrebbe essere normale. Eppure così non è, «e non lo è stato, se è vero che in Sicilia si contano i martiri della libertà di

leggi...
GiornalistitaliaTV sulla Giornata mondiale della libertà di stampa a Reggio Calabria: 17

Luciano Regolo: “Giornalisti, soglia d’allarme alta”


REGGIO CALABRIA – Diretto e amaro, viste le drammatiche vicende che lo hanno visto, suo malgrado, protagonista negli ultimi anni – una su tutte l’Oragate –, l’intervento di Luciano Regolo alla XXIV Giornata mondiale della libertà di

leggi...
Con Odg, Inpgi, Casagit e Fondo suonano la sveglia a Governo e Parlamento

Fnsi a Montecitorio, Lorusso: «È solo l’inizio»

Michele Albanese, Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti in piazza di Montecitorio

Michele Albanese, Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti in piazza di Montecitorio

ROMA – «Quello di oggi è stato un importante momento di iniziativa pubblica. Vanno ringraziati il Consiglio nazionale della Fnsi, i vertici degli enti della categoria, tornati a marciare insieme, le associazioni e i colleghi che hanno partecipato. Alla mancanza di risposte sui temi delle querele temerarie, della lotta al precariato e del rilancio dell’occupazione non potrà che seguire una grande mobilitazione di tutta la categoria. L’iniziativa di oggi non resterà isolata, ma è soltanto la prima di una

leggi...
Un incontro venerdì 26 sulla crisi locale dell’editoria e i possibili interventi pubblici

Molise: l’Assostampa fa appello alla Regione

Giuseppe Di Pietro

Giuseppe Di Pietro

CAMPOBASSO – La crisi locale dell’editoria, l’aumento vertiginoso dei disoccupati e i possibili interventi pubblici a favore del settore sono gli argomenti al centro dell’incontro con i giornalisti che l’Associazione della Stampa del Molise terrà venerdì prossimo, 26 maggio, alle ore 15.30, davanti alla Giunta regionale del Molise.
Dopo la conferenza stampa i rappresentanti del direttivo dell’Asm, guidato da Giuseppe Di Pietro, consegneranno ai Presidenti della Giunta e del Consiglio regionale la richiesta di incontro “per sostenere

leggi...
“Noi giornalisti Rai pronti a discutere di riforme, contratto e web”. Sciopero l’8 giugno

Rai, i Cdr: “Azienda alla deriva per guerre interne”

Antonio Campo Dall’Orto

Antonio Campo Dall’Orto

ROMA – “L’assemblea dei Cdr e dei fiduciari delle giornaliste e dei giornalisti della Rai riunita ad Assisi, ritiene gravissima la situazione in cui questo vertice aziendale (Direttore Generale, Consiglio d’Amministrazione e Presidente) in maniera irresponsabile sta facendo precipitare la Rai Servizio Pubblico”.
Lo scrive, in un documento approvato all’unanimità, l’assemblea dei Comitati di redazione e dei fiduciari dei

leggi...
È il titolo del libro della mamma Luciana sull’omicidio della giornalista e Miran Hrovatin

Ilaria Alpi, “Esecuzione con depistaggi di Stato”

Libro Luciana AlpiROMA – “A futura memoria”. Si conclude così l’amara premessa di Luciana Alpi al libro “Esecuzione con depistaggi di Stato”, in distribuzione per Kaos edizioni, sintesi degli oltre ventitré anni trascorsi senza una verità sul duplice omicidio di due cittadini italiani in Somalia, la giornalista del Tg3 Ilaria Alpi e l’operatore tv Miran Hrovatin.
La madre dell’inviata aveva già scritto nel ‘99, insieme al marito Giorgio, al collega della figlia in Rai Maurizio Torrealta e all’allora parlamentare Mariangela Gritta Grainer, “L’esecuzione”, primo riassunto dei fatti che all’epoca avevano portato all’assoluzione da parte della Corte d’assise di Roma di Omar Hassan Hashi, un giovane somalo fatto dapprima ritenere membro del commando armato autore dei due delitti e poi definito invece solo un “capro espiatorio”.
La sentenza sarebbe stata ribaltata in secondo grado, con successive modifiche sino alla

leggi...
Il sacerdote e giornalista malmenato da 10 giovani nella notte a Reggio Calabria

Aggredito don Giorgio Costantino, è grave

Mons. Giorgio Costantino

Mons. Giorgio Costantino

REGGIO CALABRIA – Sono gravi le condizioni di Monsignor Giorgio Costantino, sacerdote e giornalista, parroco della Madonna del Divino Soccorso a Reggio Calabria, aggredito e malmenato, nella notte, da alcuni giovani non identificati.
Don Giorgio sarebbe stato malmenato con violenza inaudita dal gruppo di giovani, almeno 10 secondo le prime ricostruzioni, che aveva richiamato dopo che questi si erano introdotti in un locale della parrocchia forzando il cancello d’ingresso.
Attualmente il sacerdote si trova ricoverato agli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria e proprio in queste ore sta affrontando un delicato intervento neurochirurgico. Nell’aggressione ha, infatti, riportato un brutto ematoma alla testa. Sul posto, ovvero il piazzale davanti alla

leggi...
Dalle 9.30 alle 10.30 contro il precariato, le querele temerarie e le minacce ai cronisti

Giornalisti con la Fnsi in piazza di Montecitorio

Alessia Marani, Paola Spadari, Michele Albanese, Giuseppe Giulietti, Raffaele Lorusso, Federica Angeli e Carlo Parisi

Alessia Marani, Paola Spadari, Michele Albanese, Giuseppe Giulietti, Raffaele Lorusso, Federica Angeli e Carlo Parisi

ROMA – Fnsi in piazza di Montecitorio, oggi dalle ore 9.30 alle ore 10.30, per chiedere a Governo e Parlamento provvedimenti concreti sui temi della lotta al precariato e del contrasto ai fenomeni delle querele

leggi...
Dopo la conferenza stampa di ieri, oggi “riflettori accesi” in piazza Montecitorio

L’Unita: giornalisti e Fnsi chiamano in causa il Pd

l’UnitàROMA – Oggi, mercoledi’ 24 maggio, dalle 9.30 alle 10.30, il Consiglio nazionale della Federazione nazionale della stampa italiana manifesta in piazza, davanti Montecitorio, per chiedere al Governo e al Parlamento provvedimenti concreti sui temi della lotta al precariato e del contrasto ai fenomeni delle querele temerarie e delle minacce ai cronisti. Ma l’appuntamento sarà anche l’occasione per “riaccendere i riflettori” sulla vertenza che coinvolge l’Unità, i cui giornalisti sono arrivati oggi all’ottavo giorno consecutivo di sciopero.
Il segretario generale della Fnsi, Raffaele Lorusso, in una

leggi...
Il funzionario arrestato Giuseppe Montalto nega scambi di favori con Ettore Morace

Mare Monstrum e l’assunzione del giornalista

Ettore Morace

Ettore Morace

PALERMO – Dopo Ettore Morace, anche il segretario particolare dell’assessore regionale siciliano ai Trasporti Giovanni Pistorio, nega scambi di favori con l’armatore: Giuseppe Montalto è agli arresti domiciliari, mentre Morace è in carcere, ed entrambi sono accusati di corruzione. Perché Montalto – assieme all’altro indagato Girolamo Fazio, ex sindaco di Trapani, pure lui ai domiciliari – avrebbe agevolato il gruppo Liberty Lines, la compagnia di navigazione di Morace, cercando di bloccare la nomina di un consulente (sgradito agli armatori) della commissione Trasporti dell’Assemblea regionale siciliana.
In cambio del suo prodigarsi, Montalto avrebbe ottenuto

leggi...
GiornalistitaliaTV sulla Giornata mondiale della libertà di stampa a Reggio Calabria: 16

Marco Lanza: “Giornalisti, dobbiamo denunciare”


REGGIO CALABRIA – «La situazione sta diventando molto pericolosa e noi giornalisti dobbiamo vigilare». Marco Lanza, storico inviato de La7, è il protagonista del sedicesimo video di Giornalistitalia.it sulla XXIV Giornata

leggi...
GiornalistitaliaTV sulla Giornata mondiale della libertà di stampa a Reggio Calabria: 15

Gian Marco Chiocci: “La libertà di stampa c’è”


REGGIO CALABRIA – “A tenere alta la libertà di stampa, il 3 maggio scorso a Reggio Calabria, c’era anche Gian Marco Chiocci, «da 3 anni direttore de Il Tempo, soddisfatto di avergli ridato nuova linfa con pagine volutamente un

leggi...
design   emme21