Primavera araba e bambini nelle guerre i temi su cui lavorare fino al 7 giugno

Torna il Premio “Giornalisti del Mediterraneo”

OTRANTO (Lecce) – C’è tempo fino al 7 giugno per partecipare alla VI edizione del concorso internazionale “Giornalisti del Mediterraneo”. Il Premio giornalistico, promosso dall’associazione “Terra del Mediterraneo” in partnership con il Comune di Otranto ed Europuglia, portale di promozione delle attività e dei progetti del Servizio Mediterraneo della Regione Puglia, si terrà, infatti, tra le antiche mura di Otranto nei giorni 12 e 13 settembre.
Due le sezioni in cui si articola il Premio nell’edizione 2014:  “Primavera Araba e Mediterraneo” e “Bambini nei conflitti di guerra”. Questi i temi su cui dovranno incentrarsi i lavori dei giornalisti, con l’obiettivo di raccontare le realtà nascoste o, peggio, ignorate dal resto del mondo.
“Il premio è un appuntamento consolidato – spiega Tommaso Forte, giornalista e promotore dell’evento – in cui la stampa internazionale è attenta alle dinamiche del Mediterraneo. Tante le adesioni di giornalisti che giungono da tutta Europa per partecipare con i reportage e per raccontare gli avvenimenti, spesso sconosciuti, di un mare e di una Terra in cui i conflitti feriscono interi popoli”.
Per partecipare al Premio, una volta scaricato il bando (che proponiamo in allegato), si dovranno inviare i lavori entro e non oltre il 7 giugno 2014. Ulteriori informazioni sul sito internet owww.giornalistidelmediterraneo.it o al numero telefonico: 346.8262198.
Naturlamente “rinnoviamo l’ospitalità ai giornalisti nella nostra città – sottolinea il sindaco di Otranto Luciano Cariddi – perché la nostra cultura è legata all’accoglienza e, quindi, alla cordialità dei popoli e delle molteplici culture del Mediterraneo. Le porte di questa antica città sono spalancate per tutti coloro i quali vorranno confrontarsi con la nostra tradizione, l’arte e la fede dei nostri Martiri”.
Anche quest’anno i vincitori saranno premiati con la “Caravella del Mediterraneo”, simbolo di quell’incrocio di mari e culture del Mediterraneo, ponte millenario di scambi commerciali, linguistici, sociali e culturali tra Occidente e Oriente, che rappresenta il cuore del concorso.  Il Bando

I commenti sono chiusi