“Sceglie il sindaco”. Si parla di “addetto stampa”, ma non è richiesta l’iscrizione all’Albo

Montalto delle Marche assume in categoria D1, ma…

MONTALTO DELLE MARCHE (Ascoli Piceno) – Cosa si intende per “Ufficio cultura, promozione turistica e addetto stampa”? La domanda è d’obbligo leggendo l’avviso di selezione pubblica del Comune di Montalto delle Marche, in provincia di Ascoli Piceno, che intende conferire un incarico, a tempo parziale e determinato in categoria D1, nello Staff del sindaco Daniel Matricardi, di professione agente di polizia.

Il sindaco Daniel Matricardi

Encomiabile che un Comune di appena duemila abitanti (1991 al 30 novembre 2019) assuma in categoria D, inevitabili, però, i dubbi nel leggere la delibera della Giunta Comunale e la conseguente determina del Servizio Risorse Umane, laddove si parla di “supporto e collaborazione operativa nell’esercizio delle funzioni inerenti l’ufficio cultura e promozione turistica addetto stampa”.
Che significa? Che il prescelto – perché la selezione sarà fatta ad “insindacabile giudizio” del sindaco – dovrà fare anche l’addetto stampa? In tal caso, il bando sarebbe fuorilegge perché, tra i requisiti, non è richiesta l’iscrizione all’Ordine dei giornalisti.
Tra i “requisiti di accesso alla selezione” figura, infatti, una singolare “laurea magistrale di durata quadriennale per la Cat. D con esperienze maturate nell’ambito dell’ufficio cultura promozione turistica ed addetto stampa”. Significa, forse, che bisogna avere quel tipo di laurea e l’esperienza in quel tipo di ufficio? Tra l’altro, anche tra i documenti da allegare alla domanda è richiesta la dichiarazione di responsabilità che attesti il possesso del “titolo dei studio e l’esperienza maturata nell’ambito – è scritto testualmente – della cultura turismo ed addetto stampa”.
L’incarico mediante assunzione a tempo determinato e parziale (18 ore settimanali) è per tutta la durata residua del mandato elettorale del sindaco e la domanda, redatta sul modello allegato e comprensiva dei documenti indicati nel bando, dovrà pervenire entro le ore 13 di mercoledì 3 giugno 2020 a mano, a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento o per posta elettronica certificata.
«Il Sindaco – è scritto nel bando – provvederà, a suo insindacabile giudizio, ad individuare il soggetto da assumere, sulla base dei curricula presentati dai candidati e degli approfondimenti emersi dal colloquio». Colloquio che verrà «effettuato dal Sindaco, assistito dal Responsabile Risorse Umane e Finanziarie, esclusivamente per coloro il cui curriculum verrà valutato come buono o eccellente».
Il trattamento economico è pari a quello previsto per la categoria D1 del Contratto collettivo nazionale Funzioni Locali, prevede anche la tredicesima mensilità e, se dovuto, l’assegno per il nucleo familiare. E, ancora, il trattamento economico accessorio (lavoro straordinario, produttività collettiva e individuale, altre indennità o compensi accessori), che potrà essere sostituito da un compenso forfettario. (giornalistitalia.it)

PER PARTECIPARE:
L’avviso pubblico
Il modello di domanda

I commenti sono chiusi