Selezione pubblica al Comune di Bracciano: compenso 20.496 per un anno, ma...

Legge 150 per addetto stampa “a fattura”

Il Municipio di Bracciano

BRACCIANO (Roma) – Giornalisti Italia segnala l’ennesimo, stravagante, avviso pubblico per il conferimento di un incarico di addetto stampa in un ente pubblico auspicando che, come avvenuto nei giorni scorsi per il Teatro San Carlo di Napoli, Assostampa e Ordine dei giornalisti intervengano tempestivamente.
È il turno del Comune di Bracciano, guidato dal sindaco Armando Tondinelli (lista civica Patto per Bracciano). L’avviso pubblico recita che “il professionista svolgerà la propria attività senza vincoli di subordinazione, ma coordinandosi con gli organi istituzionali e con il Responsabile dell’Area di Staff – Segreteria Generale”, richiama la Legge 150/2000 e il decreto legislativo 33/2013, pretende dall’addetto stampa l’espletamento di una serie di attività tipiche del rapporto di lavoro dipendente, ma intende retribuirlo “previa presentazione di fattura e relazione sull’attività svolta”, anche se “la liquidazione del compenso sarà effettuata con determinazione del Responsabile dell’Area di Staff – Segreteria Generale, a cadenza mensile”, ovvero al pari di uno stipendio.
Il compenso totale per l’incarico di un anno (rinnovabile) è di 20.496 euro così ripartito: 8.540,00 Iva inclusa per il periodo 01.08.2019/31.12.2019; 11.956,00 Iva inclusa per il periodo 01.01.2020/31.07.2020 (incluse tutte le spese). E al giornalista viene richiesto di svolgere le seguenti mansioni: “coordinamento degli uffici comunali per uniformare la comunicazione dell’Ente; gestione dei rapporti degli organi istituzionali del Comune con gli organi di informazione; supporto comunicativo alla figura del Sindaco; predisposizione mensile della rassegna stampa comprendente tutte le notizie inerenti il Comune di Bracciano e, in particolare, dell’Amministrazione Comunale di Bracciano; redazione e trasmissione dei comunicati stampa, al fine del raggiungimento dell’obiettivo di una stabile presenza dell’informazione sull’attività amministrativa e sulle iniziative dell’Ente; archiviazione della rassegna stampa e dei comunicati stampa; organizzazione e coordinamento delle conferenze stampa; redazione di note informative sull’attività istituzionale, i servizi e le iniziative da pubblicare sul sito istituzionale; aggiornamento e gestione della pagina facebook del Comune di Bracciano relativamente all’attività dell’Amministrazione, i servizi, le iniziative, i programmi ed i progetti”.
Tra i requisiti richiesti l’iscrizione all’Ordine dei giornalisti (elenco professionisti o pubblicisti), anche se nel bando la legge istitutiva dell’Ordine dei giornalisti n. 69 del 3 febbraio 1963 viene erroneamente indicata come “Legge n. 63/1969” ed  “essere libero professionista in possesso di partita Iva”.
La domanda di partecipazione, nelle modalità e con gli allegati indicati nel bando, deve pervenire al Comune di Bracciano, entro le ore 12 del 25 luglio 2019, a mano, con raccomandata con avviso di ricevimento a mezzo del servizio postale o tramite posta elettronica certificata.
“La selezione delle domande che risulteranno in possesso dei requisiti richiesti – precisa il Comune di Bracciano – sarà effettuata da una Commissione appositamente costituita e avverrà attraverso procedura comparativa dei curricula ed un eventuale colloquio finalizzato ad approfondire i contenuti del curriculum e valutare l’attitudine all’incarico”. (giornalistitalia.it)

PER PARTECIPARE:
L’avviso pubblico
Il modello di domanda

I commenti sono chiusi