Per eleggere il Consiglio Direttivo ed i Collegi dei Revisori dei conti e dei Probiviri

Assostampa Basilicata il 25 maggio al voto

POTENZA – Si svolgeranno sabato 25 maggio, dalle ore 10 alle 19 nei seggi di Potenza e Matera, le elezioni per il rinnovo delle cariche elettive dell’Associazione della Stampa di Basilicata. I giornalisti lucani sono chiamati ad eleggere il Consiglio Direttivo (7 professionali e 2 collaboratori), il Collegio dei Revisori dei Conti (2 professionali e 1 collaboratore) ed il Collegio dei Probiviri (2 professionali e 1 collaboratore) che rimarranno in carica nel quadriennio 2019-2023.
Si voterà, dalle ore 10 alle 19, a Potenza nella sede dell’Associazione della Stampa di Basilicata (via Mazzini 23/E) ed a Matera presso l’Infopoint della Fondazione Sassi (Piazzetta San Biagio 1).
Ciascun iscritto dovrà votare nel seggio istituito nel capoluogo della provincia di residenza. Chi preferisca votare nell’altro seggio dovrà comunicarlo alla Commissione Elettorale almeno tre giorni prima della data delle votazioni.
Per essere ammessi al voto attivo e passivo i soci devono essere iscritti da almeno un mese ed essere in regola con il pagamento delle quote sociali. Al 31 dicembre 2018 i giornalisti iscritti all’Associazione della Stampa di Basilicata erano 232 (121 professionali e 111 collaboratori), 9 in meno dell’anno precedente (123 e 118), con una percentuale del 24,60% rispetto agli iscritti all’Ordine (943) e del 48,33% rispetto agli iscritti all’Inpgi (480).
Per l’elezione del Consiglio Direttivo si procede con il sistema proporzionale con scrutinio di lista. L’Assemblea stabilisce il termine per la presentazione delle liste. Ciascuna lista di professionali può contenere al massimo sette nominativi e deve essere sottoscritta, per la presentazione, da non meno di un decimo dei soci professionali aventi diritto al voto.
Ciascuna lista di collaboratori può contenere al massimo due nominativi, e deve essere sottoscritta da non meno di un decimo dei soci collaboratori aventi diritto al voto.
Ogni candidato deve sottoscrivere, per accettazione, la sua candidatura. Nessuno può accettare candidature in più liste, pena la decadenza da ogni candidatura. Non è consentita, pena l’annullamento della stessa, la firma di presentazione per più di una lista.
La votazione avviene per categorie: i professionali votano per i professionali; i collaboratori votano per i collaboratori. Ogni elettore vota la lista prescelta, e può esprimere, esclusivamente al suo interno, un numero di preferenze non superiore a quattro per i professionali e uno per i collaboratori.
L’assegnazione dei seggi a ciascuna lista avviene in proporzione ai voti ottenuti, secondo il metodo “D’Hont” o delle divisioni progressive. In caso di parità tra uno o più quozienti, il seggio è attribuito alla lista che ha riportato il maggior numero di voti.
Per ciascuna lista vengono eletti i candidati che hanno riportato il maggior numero di preferenze. In caso di parità prevalgono nell’ordine l’anzianità di iscrizione all’Associazione, all’Ordine professionale, e, infine, l’anzianità anagrafica.
L’elezione dei componenti i collegi dei Revisori dei Conti e dei Probiviri avviene a maggioranza semplice con votazione unica per tutte le categorie. Ciascun socio indica sulla scheda i nominativi di un professionale e di un collaboratore, scelti dall’elenco dei soci eleggibili predisposto dal Consiglio Direttivo e verificato dalla commissione elettorale. Vengono eletti i soci che hanno riportato il maggior numero di voti. (giornalistitalia.it)

 

 

 

I commenti sono chiusi