A Villa Letizia a Roma riconoscimenti a chi la combatte e chi insegna a combatterla

Premio Mede@ contro la violenza

La terza edizione del Premio Mede@ ospitata a Villa Letizia a Roma

ROMA – La splendida cornice di Villa Laetitia, a Roma, ha ospitato la terza edizione del “Premio Mede@” contro la violenza di genere ed in genere organizzato dall’omonima associazione nata su iniziativa di un nucleo di soci fondatori guidati dal presidente Daniele Natalizia e dal coordinatore Alberto Polini.

Daniele Natalizia, Catia Acquesta e Alberto Polini

«Per realizzare il nostro progetto – spiega, infatti, Natalizia – ci avvaliamo del supporto di professionisti, avvocati, psicologi, assistenti sociali e sociologi. Un team che garantisce sia il supporto alla persona che iniziative atte a prevenire qualsiasi fenomeno di violenza, specialmente attraverso la formazione dei giovani».
Il premio é destinato a quanti, in vario modo e nei diversi settori, si contraddistinguono nella lotta alla violenza o si impegnano a prevenire tali atti attraverso la formazione dei giovani. Nel corso della serata, che ha avuto quale madrina d’eccezione Anna Fendi, il premio per il Sociale è andato a Paola Radaelli (presidente dell’Unione Nazionale Vittime) ed a ritiralo è stata il segretario nazionale Alberta Brambilla Pisoni. Premiata anche Martina Donini, commissario straordinario nazionale dell’Unione per la difesa dei consumatori.
A Marta Fabbri (Marlù) è andato il per l’Industria, mentre quello per la Politica è stato assegnato all’on. Paola Frassinetti, sottosegretario di Stato al Ministero dell’Istruzione e del Merito.

Jimmy Ghione

L’inviato di “Striscia la notizia”, Jimmy Ghione, ha ricevuto il premio per il Giornalismo, mentre ad Erminio Sinni e Greta Mauro è andato quello per lo Spettacolo.
A decretare i vincitori la giuria composta dall’avvocato Saveria Mobrici (presidente della Camera Penale Militare) dal duca Fabrizio Mechi (presidente dell’Accademia Mauriziana) e da Edoardo Sylos Labini (attore, regista ed editore).
Ulteriori riconoscimenti “a quanti sono da tempo impegnati nel sociale e nella battaglia contro la violenza” sono stati consegnati alla giornalista e scrittrice Catia Acquesta (portavoce dell’Associazione Mede@ e coordinatrice per il Lazio dell’Unione Nazionale Vittime), all’avv. Alessandro Diotallevi (responsabile nazionale Mede@ per la disciplina legislativa delle misure di contrasto alla violenza di genere ed in genere),

Paola Frassinetti

a Giuseppe Capua (presidente della Commissione Antidoping della Figc), per le campagne antibullismo, al prof. Nelson Tello (direttore tecnico dell’Associazione Italiana Kung Fu – Corsi Autodifesa), all’avv. Anita Mangialetto (responsabile nazionale Area Legale Mede@), al dott. Pietro Vavalli (responsabile del progetto “Un sorriso per Mede@”), al dott. Giovanni Frasca (responsabile nazionale Mede@ del Dipartimento “Arte e Cultura”), a Maria Elena Piferi (presidente dell’Associazione Donna Olimpia), ad Andrea Sommavilla (responsabile del progetto Mede@ per le scuole) e all’attore Marco Falaguasta.
Nel corso della serata, presentata da Simona Gobbi, la giornalista Ilaria Diotallevi ha curato la proiezione di suggestive slide sulle figure femminili protagoniste delle tragedie shakespeariane.
Il premio Mede@ ha visto tra gli ospiti d’onore l’aforista Federico Palmaroli e il pittore Sergio Brambilla. Quest’ultimo ha ricordato il progetto che con l’Unione Nazionale Vittime sta portando avanti attraverso una mostra itinerante dal titolo “Sui Passi della violenza”, 14 opere da lui dipinte sul tema.
Fondamentali gli sponsor che hanno sostenuto l’evento: Fondazione Mapi, DNSGR, Fornaci Dcb – Luca Branelli, Gioielli Brillant New- Stefano Bon, Cantine Colosi e l’artista Raffaella Gerardi.
«La serata – conclude l’avv. Alberto Polini – é stata anche l’occasione per raccogliere fondi a sostegno di tutte le iniziative contro la violenza promosse dall’associazione Mede@». (giornalistitalia.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *