luttoMILANO – È morto il giornalista Marco Fini, inviato speciale dei settimanali L’Espresso, Panorama e Tempo Illustrato e del quotidiano Paese Sera. Insigne storico, è considerato uno dei maggiori studiosi della Resistenza, del terrorismo e dello strabismo del nostro Paese. Aveva 82 anni e da tempo era ricoverato in una clinica di Camaiore, a causa di una frattura al femore.
Nato a Firenze il 31 luglio del 1934, dopo la laurea in giurisprudenza, aveva mosso i primi passi nella professione giornalistica cominciando a collaborare con il periodico “Il Nuovo Corriere”. Nel 1962 approda nella redazione del settimanale “Panorama” e comincia a fare inchieste sullo stragismo degli “anni di piombo”. Filone, questo, che lo impegna anche in Rai. Giornalista professionista iscritto all’Ordine della Lombardia dal 14 ottobre 1964, Fini segue con attenzione le indagini sull’attentato alla Banca dell’Agricoltura di Piazza Fontana, nel dicembre 1969, ma anche avvenimenti importanti come le inchieste sulla morte del presidente cileno Salvador Allende e sui rapporti tra la Resistenza e gli Alleati.
Direttore della Collana d’attualità di Feltrinelli, ha ospitato fra gli altri il famoso libro di Camilla Cederna “Giovanni Leone, la carriera di un Presidente”. Fra le sue opere maggiori “1945-1975 Italia, Fascismo antifascismo resistenza rinnovamento”, “Gli americani in Italia” con Roberto Faenza, “Guerriglia nell’Ossola” con Franco Giannantoni, Roberto Pesenti, Mario Punzo, “Le bombe di Milano” con Andrea Barberi, “Valpreda processo al processo”, “Viva il Cile” con Corrado Corghi, “La resistenza più lunga. Lotta partigiana e difesa degli impianti idroelettrici in Valtellina: 1943-1945” scritto con Marco Giannantoni e “La forza della democrazia. La strategia della tensione in Italia (1969-1976)” e “La forza della democrazia. Dal programma della rete due della televisione italiana”, scritti con Corrado Stajano, dal quale è stato tratto un documentario televisivo.
Marco Fini lascia la moglie Manuela e il figlio Cosimo, cantante rap noto come Gue Pequeno. Il funerale laico si terrà oggi, mercoledì 4 gennaio, alle ore 11, al Cimitero Monumentale di Milano. (giornalistitalia.it)

Comments are closed.