Cos’è l’Inpgi

L’Inpgi, ovvero l’Istituto Nazionale di Previdenza dei Giornalisti Italiani, intitolato a Giovanni Amendola (in precedenza portava il nome di Arnaldo Mussolini), già riconosciuto con Regio Decreto 25 marzo 1926, n. 838, è una “fondazione dotata di personalità giuridica di diritto privato incaricata di pubbliche funzioni a norma dell’art. 38 della Costituzione”, con autonomia gestionale, organizzativa e contabile, ai sensi dell’art. 1 del decreto legislativo 30 giugno 1994, n. 509.

Il 20 dicembre 1951 (Legge Rubinacci) gli è stato riconosciuto il carattere sostitutivo di tutte le forme di previdenza e assistenza obbligatoria dei giornalisti iscritti.

L’attività di natura pubblica è soggetta alla vigilanza del Ministero del Lavoro e della previdenza Sociale e a quella del Ministero del Tesoro.

L’Istituto provvede alle seguenti prestazioni in favore dei giornalisti professionisi e praticanti titolari di un rapporto di lavoro subordinato di natura giornalistica:

  1. trattamento di pensione di invalidità, vecchiaia, anzianità e superstiti;
  2. trattamento economico in caso di tubercolosi;
  3. trattamento in caso di disoccupazione;
  4. assegni per il nucleo familiare;
  5. ogni altro trattamento previsto da provvedimenti di legge;
  6. trattamento in caso di infortunio.

Alla sopracitata Gestione principale (Inpgi 1), si è affiancata la Gestione separata (Inpgi 2), obbligatoria dal 1996 per tutti i giornalisti, pubblicisti o professionisti, che svolgano attività giornalistica autonoma.

Sede nazionale: Via Nizza, 35 – 00198 – Roma

Telefono: 0685781 (centralino)

Fax: 068578201

E-mail: posta@inpgi.it

Sul web: www.inpgi.it

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Presidente: Marina Macelloni

Vicepresidenti: Giuseppe Gulletta (vicario), Fabrizio Carotti (designato dalla Fieg).

Consiglieri: Paola Cascella, Carlo Chianura, Francesco Cipriano (Fieg), Ezio Ercole (Gestione Separata), Maria Pia Farinella, Antonio Funiciello (designato dal Ministero del Lavoro e Previdenza Sociale), Raffaele Lorusso (designato dalla Fnsi), Mauro Marè (designato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri), Giuseppe Marzano, Edmondo Rho, Claudio Scarinzi, Paolo Serventi Longhi, Massimo Gennaro.

CONSIGLIO GENERALE

Domenico Affinito, Antimo Amore, Monica Andolfatto, Mario Antolini, Giovanni Armand-Pillon, Ida Baldi, Domenico Bertoni, Nicola Alessio Borzi, Antonello Capone, Fabrizio Carotti (designato dalla Fieg), Sergio Casagrande, Paola Cascella, Enrico Castelli, Giuseppe Ceccato, Daniele Mauro Cerrato, Carlo Chianura, Corrado Chiominto, Francesco Cipriani (designato dalla Fieg), Vincenzo Colimoro, Stefania Conti, Marina Cosi, Paola D’Amico, Daniela Dirceo, Pierpaolo Dobrilla, Giovanni Dragoni, Rosalba Emiliozzi, Ezio Ercole (rappresentante della Gestione previdenziale separata), Cristiano Maria Fantauzzi, Maria Pia Farinella, Elio Felice, Antonio Funiciello (designato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri), Silvia Garambois, Giuseppe Gulletta, Vincenzo Iacopino (designato dall’Ordine Nazionale Giornalisti), Raffaele Lorusso (designato dalla Fnsi), Mauro Lozzi, Marina Macelloni, Domenico Marcuzzi, Mauro Marè (designato dal Ministero del Lavoro e della Politiche Sociali), Giuseppe Marzano, Enrico Giuseppe Mirani, Fabio Morabito, Paolo Morando, Olga Mugnaini, Antonio Matteo Vaccari, Francesco Ordine, Carlo Parisi, Serafino Antonio Paternoster, Michele Perugine, Orlando Perera, Simona Poli, Elena Polidori, Orazio Raffa (rappresentante della Gestione previdenziale separata), Edmondo Rho, Pietro Ricci, Enrico Romagnoli, Luigi Ronsisvalle, Rossana Russo, Raffaella Salamina, Stefano Salone, Antonio Savi, Claudio Scarinzi, Paolo Serventi Longhi, Alessandra Spitz, Daniela Stigliano, Gianfranco Summo (designato dalla Casagit), Lino Zaccaria, Massimo Gennaro, Gianluca Zurlini.

COLLEGIO SINDACALE

Presidente: Vito Branca (designato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali)

Sindaci effettivi: Roberto Alessandrini (designato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze), Raffaella Fantini (designata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri), Franco Abruzzo, Savino Cutro, Stefano Gallizzi (rappresentante della Gestione Separata), Pierluigi Roesler Franz.

Sindaci supplenti: Rosa Maria Antignani (designata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze), Maurizio Cerino, Cristiana Cimmino, Maria Antonietta Naitana (designata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali), Stefania Palamara (designata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri), Vittorio Pasteris (rappresentante della Gestione Separata), Gabriele Testi.

COMITATO AMMINISTRATORE GESTIONE SEPARATA

Marina Macelloni (presidente), Giuseppe Gulletta (vice presidente), Mauro Marè (designato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali), Antonio Funiciello (designato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri), Nicola Chiarini, Ezio Ercole, Vittorio Falco, Massimo Marciano, Orazio Raffa.

FIDUCIARI REGIONALI

ABRUZZO: Antimo Amore
BASILICATA: Serafino Paternoster
CALABRIA: Carlo Parisi
CAMPANIA: Vincenzo Colimoro, vice Rossana Russo
EMILIA ROMAGNA: Antonio Matteo Vaccari, vice Marco Gardenghi
FRIULI VENEZIA GIULIA: Alessandro Martegani, vice Pierpaolo Dobrilla
LAZIO: Ida Baldi, vice Antonio Savi e Gianni Todini
LIGURIA: Elio Felice
LOMBARDIA: Daniela Dirceo, vice Giuseppe Ceccato e Domenico Affinito
MARCHE: Rosalba Emiliozzi
MOLISE: Michaela Marcaccio
PIEMONTE: Giovanni Armand-Pillon, vice Antonella Mariotti
PUGLIA: Pietro Ricci, vice Stefania Di Mitrio
SARDEGNA: Stefano Salone
SICILIA: Maria Pia Farinella
TOSCANA: Franco Picchiotti, vice Marcantonio Morelli
TRENTINO ALTO ADIGE: Paolo Morando
UMBRIA: Sergio Casagrande
VALLE D’AOSTA: Enrico Romagnoli
VENETO: Monica Andolfatto, vice Giancarlo Bo

indietro