Promosso dalla Fondazione Anna Lindh a favore dell’interculturalità

Al via il Premio giornalistico del Mediterraneo

Fondazione Anna LindhBRUXELLES (Belgio) – Nuova edizione del “Premio giornalistico del Mediterraneo” (Mediterranean Journalist Award) promosso dalla Fondazione Anna Lindh. Il concorso è aperto ai giornalisti della carta stampata, della televisione, della radio e dei nuovi media, cittadini dei Paesi dell’Unione per il Mediterraneo, ma anche di Siria e Libia.
C’è tempo fino al 31 maggio per inviare i propri lavori, come riferisce il sito web di Enpi (Information and Communication Support Projectwww.enpi-info.eu), dedicati al tema delle relazioni interculturali all’interno e fra le diverse società dell’area euromediterranea e che dovranno essere stati pubblicati o trasmessi tra il primo giugno 2013 e il primo maggio 2014.
I vincitori riceveranno un riconoscimento in denaro e saranno coinvolti nelle attività regionali della Fondazione Anna Lindh durante l’intero anno. Novità dell’edizione 2014 è un premio speciale riservato al tema “I diversi volti dell’intolleranza nella regione euromediterranea”.
A selezionare i cinque vincitori dell’ottava edizione del concorso sarà una giuria composta da intellettuali e professionisti dei media.
Il Premio, lanciato nel 2006, è il principale riconoscimento nella regione euromediterranea per giornalisti che si occupano di interculturalità e di questioni legate alla diversità culturale e ha la funzione di contribuire ad una migliore comprensione di tali diversità e di promuovere il ruolo positivo giocato dai giornalisti nel fornire una copertura bilanciata e informata sulle questioni culturali nella regione.
Non a caso, la Fondazione Anna Lindh promuove la conoscenza, il rispetto reciproco e il dialogo interculturale tra i popoli della regione euromediterranea, tramite una rete di oltre organizzazioni della società civile in 43 Paesi. La Fondazione è cofinanziata dall’Unione europea e dagli Stati membri dell’Ue.

I commenti sono chiusi