Jesus Ramos Rodriguez

EMILIANO ZAPATA (Messico) – Un giornalista radiofonico messicano, Jesus Ramos Rodriguez, è stato ucciso in un ristorante dello Stato di Tabasco, ad Est di Città del Messico. L’omicidio, ha riferito un magistrato locale, è avvenuto “sabato mattina in un ristorante della città Emiliano Zapata”.
Jesus Ramos Rodriguez era il conduttore del radio giornale della stazione “99.9 FM” da oltre vent’anni, secondo i media locali. È il secondo giornalista ucciso dall’inizio del 2019 in Messico, uno dei Paesi più pericolosi per la professione giornalistica (secondo solo alla Siria).
Rodriguez è stato colpito da “più di otto proiettili”, secondo le testimonianze, sparati da un uomo che è sceso dalla sua automobile e si è diretto verso il giornalista e ha cominciato a sparare.
Il 21 gennaio era stato ucciso Rafael Murua, 34 anni, il direttore di una radio nello Stato di Bassa-California del Sud, nel Nord Est del Messico.
Il Messico è il secondo paese più pericoloso per la stampa, dopo la Siria, con oltre 100 giornalisti uccisi dal 2000, secondo Reporter Sans Frontier. Nel 2018, 10 giornalisti sono stati assassinati in diverse parti del paese. La stragrande maggioranza di questi omicidi rimane impunita. (agi)

Comments are closed.