Ictus in ufficio mentre inviata l’ultimo comunicato stampa del Comune di Avezzano

Tragica morte del giornalista Mario Sbardella

Mario Sbardella

AVEZZANO (L’Aquila) – Profondo cordoglio per l’improvvisa scomparsa del giornalista Mario Sbardella, 65 anni, addetto stampa del Comune di Avezzano. È morto alla vigilia di Capodanno, poco prima di mezzogiorno, mentre nel suo ufficio era intento a scrivere un comunicato stampa. Colpito da un ictus cerebrale è stato trasportato e operato d’urgenza all’Ospedale di Avezzano, ma non c’è stato nulla da fare.
Nato a Pontecorvo (Frosinone) il 3 maggio 1956, era giornalista pubblicista iscritto all’”Ordine d’Abruzzo dal 25 febbraio 1997. È stato operaio e ferroviere, collaboratore del quotidiano Il Centro di Pescara e direttore di Terre Marsicane. Lascia la compagna Elisabetta e le figlie Paola e Marta.

Mario Sbardella

«È un addio – scrive il Comune di Avezzano – che mai avremmo voluto scrivere per la qualità umana e professionale grazie alla quale era stato capace di conquistare tutti, in Municipio e nel suo lavoro di giornalista come storica firma del quotidiano “Il Centro”. Mario amava definirsi “direttore operaio”, per il suo approccio umile e corretto ai fatti da raccontare ma anche rivendicando la precedente esperienza lavorativa con orgoglio.
Con la penna aveva la capacità di far vivere in presa diretta le notizie, riuscendo a dare un senso ed un significato chiaro, diretto e profondo al lettore. In Comune era stato chiamato dal sindaco Giovanni Di Pangrazio come collaboratore per la comunicazione dell’ente ed i rapporti con la stampa. Ieri, sul posto di lavoro, dopo aver inviato l’ultimo comunicato, aveva accusato un malore».
«Un uomo libero, sincero, autentico, diretto nelle critiche e sempre corretto, amante della Marsica e del suo compito – ricorda ancora il Comune di Avezzano – vissuto come passione e dovere civico. Un grande professionista e una persona vera, come poche».
L’Ordine dei giornalisti d’Abruzzo esprime «profondo cordoglio e si stringe al dolore dei famigliari, degli amici e di tutti di coloro che lo stimavano» evidenziando che con Mario Sbardella «scompare un giornalista scrupoloso e attento che ha saputo interpretare, nei diversi ruoli professionali, i bisogni e le aspirazioni delle popolazioni di Avezzano e della Marsica. Un giornalista di lungo corso che aveva accumulato una grande esperienza professionale mettendola a disposizioni delle persone per spiegare le complesse vicende amministrative e politiche dei comuni marsicani». (giornalistitalia.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *