Notificato al difensore di fiducia il provvedimento dell’Ordine della Lombardia

“Stupro”: sospeso il giornalista Paolo Massari

Paolo Massari

MILANO – Il Consiglio dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia, presieduto da Alessandro Galimberti, ha sospeso dall’Albo il giornalista Paolo Massari, 54 anni, notificando il provvedimento al suo difensore di fiducia.
La sospensione cautelare del professionista, iscritto all’Albo della Lombardia dal 17 gennaio 1994, è un atto dovuto, in applicazione dell’art. 39, comma 2, della Legge istitutiva dell’Ordine, al n. 69/1963.
Il 18 giugno scorso, infatti, il Gip del Tribunale di Milano, Lidia Castellucci, ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare (e contestualmente di convalida del fermo di Pg) nei confronti di Massari per un’ipotesi di accusa di violenza sessuale.
La sospensione dell’Ordine decadrà automaticamente con la revoca dell’ordinanza di custodia. La notifica è stata contestualmente trasmessa al Consiglio di disciplina territoriale che, in caso di condanna definitiva, avvierà il processo disciplinare.
Nato a Milano il 29 maggio 1966, giornalista Mediaset ed ex assessore all’Ambiente del Comune di Milano nella Giunta guidata da Letizia Moratti, Paolo Massari è stato arrestato il 14 giugno scorso con l’accusa di violenza sessuale nei confronti di un’amica, un’imprenditrice sua coetanea, con la quale si conoscevano dai banchi di scuola e non c’è mai stata alcuna relazione sentimentale. (giornalistitalia.it)

LEGGIO ANCHE:
“Stupro”: Mediaset sospende Paolo Massari
“Stupro”: arrestato il giornalista Paolo Massari

 

 

I commenti sono chiusi