Rapito nel 2015 da un gruppo legato ad al Qaeda, ora si trova in Turchia

Siria: liberato il giornalista Junpei Yasuda

Junpei Yasuda

TOKYO (Giappone) – Junpei Yasuda, il giornalista freelance giapponese disperso in Siria dal 2015, e quasi certamente rapito da un gruppo militante islamico, è stato rilasciato e si trova in Turchia. Lo ha annunciato il segretario capo di Gabinetto del governo giapponese, Yoshihide Suga.
Il funzionario ha annunciato che Tokyo è stata informata del rilascio dalle autorità del Qatar alle ore 21.00 di ieri (ora giapponese). Stando alle informazioni a disposizione del governo giapponese, il 44enne Yasuda si trova presso un centro per l’immigrazione ad Antakya.
“Valutate complessivamente le informazioni a nostra disposizione, (l’uomo) è quasi certamente Yasuda; lo abbiamo già comunicato alla moglie”, ha detto Suga, precisando che le autorità giapponesi si sono attivate per verificare l’identità dell’uomo.
Yasuda si era recato in Siria per raccontare la guerra civile iniziata nel 2011. Stando alle informazioni raccolte dopo la sua scomparsa, le autorità giapponesi ritengono fosse stato rapito da un gruppo legato ad al Qaeda. (agenzia nova)

I commenti sono chiusi