L’ex direttore del quotidiano turco di opposizione Cumhuriyet è in esilio in Germania

Sequestrati beni al giornalista dissidente Dundar

Can Dundar

ISTANBUL (Turchia) – Un tribunale di Istanbul ha ordinato il sequestro dei beni e il congelamento dei conti bancari del giornalista turco dissidente Can Dundar, ex direttore del quotidiano di opposizione laica Cumhuriyet, che dal 2016 vive in esilio in Germania.
Secondo i giudici, si tratta di una sanzione per non essersi presentato in tribunale ed essere diventato un “fuggitivo”. Sul reporter, fiero oppositore del presidente Recep Tayyip Erdogan, pende un mandato d’arresto della giustizia di Ankara, che ne ha anche chiesto l’estradizione a Berlino.
Dundar è noto tra l’altro per lo scoop sul traporto di armi in Siria su tir degli 007 turchi, per cui Erdogan minacciò che avrebbe pagato un “caro prezzo”, definendolo un “agente” di forze straniere e accusandolo di rivelare segreti di stato.
«La vera “casa” di un essere umano è il suo Paese. E noi, 82 milioni di turchi, stiamo perdendo questa casa nell’oscurità. È questo che conta più di ogni altra casa», ha commentato Dundar su Twitter. (ansa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *