La I Conferenza di Alto Livello sui pericoli della disinformazione svoltasi al Teatro Titano di San Marino

SAN MARINO – Grande successo della tavola rotonda sullo stato di salute dell’informazione, con particolare riferimento alle fake news e al loro peso nella qualità dell’informazione pubblica, tenutasi al teatro Titano della Repubblica di San Marino, grazie ad una proficua collaborazione tra Segreteria di Stato alla Sanità, Università degli Studi, Consulta dei Giornalisti, Autorità Garante per l’Informazione e Authority sanitaria.
Alla “I Conferenza di Alto Livello” intitolata “Il contrasto alle fake news e la salvaguardia della salute nell’era della post-verità” e moderato da Luca Salvatori, giornalista di San Marino Rtv, ha partecipato, tra gli altri, Luciano Ghelfi, giornalista Rai e scrittore, che ha lanciato la interessante proposta: «San Marino è una realtà piccola, si potrebbe pensare di istituire una sorta di centro di verifica e svelamento delle bufale e delle fake news, che si occupi di individuare le grosse notizie false a livello nazionale, sottoponendole di giorno in giorno all’attenzione di esperti del tema».
La prospettiva, però, si allarga quasi subito: «Potrebbe diventare anche un riferimento a livello mondiale, visto che non esiste un istituto di questo tipo in nessun altro luogo del mondo. Basterebbe creare un sito in italiano e in inglese. San Marino è centrale rispetto al resto d’Europa e la sua posizione potrebbe facilitare l’organizzazione di altri incontri come questo. Essendo un piccolo Stato, la messa a punto di un simile organismo di controllo e verifica sarebbe, forse, più semplice e rapida che altrove».
A dare spessore internazionale alla Conferenza sono intervenuti, tra gli altri, Patrick Penninckx, direttore del dipartimento Società dell’informazione del Consiglio d’Europa; Andrey Rikhter, rappresentante per la libertà dei media dell’Osce; Roberto Montella, segretario generale dell’assemblea parlamentare Osce, che ha proposto di realizzare un seminario, a San Marino, nell’ambito della sessione autunnale dell’assemblea parlamentare, nonché l’istituzione di un rappresentante speciale che si occupi di questo argomento.
Il moderatore Luca Salvatori ha, quindi, portato un esempio concreto di fake news molto recente riguardante San Marino: «Non più tardi di due settimane fa è uscita sul quotidiano “La Verità” di Maurizio Belpietro la notizia: “La clinica dello scandalo, per avere un utero in affitto basta andare a San Marino”. Una notizia che è stata verificata dall’Authority, la quale ha potuto accertare che nelle cliniche accreditate e operanti nella Repubblica non vengono svolte attività di questo genere». La fake new è servita. (giornalistitalia.it)

 

Comments are closed.