Elio Giuliani con Umberto Eco in una delle precedenti edizioni del Premio Circolo della Stampa Pesaro

PESARO (Pesaro-Urbino) — Ritorna il Premio Circolo della Stampa Pesaro, giunto alla sua XXXV edizione. Erede de “Il Cigno”, storica iniziativa dell’Associazione Stampa Pesarese svoltasi dal 1964 al 1968, la manifestazione, patrocinata dall’Ordine nazionale e regionale dei giornalisti, si annovera fra le più longeve d’Italia. L’intento è principalmente quello di focalizzare l’attenzione sui pesaresi (di nascita o d’adozione della provincia di Pesaro-Urbino) che abbiano conseguito particolari meriti nei settori del sociale, dell’imprenditoria, della cultura e dello sport.
La cerimonia – orchestrata, ancora una volta, dal presidente del Circolo della Stampa Elio Giuliani – è in programma martedì 9 aprile, alle ore 17.30, nell’Auditorium di Palazzo Montani Antaldi, sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro (ingresso libero fino ad esaurimento posti).
Il Consiglio Direttivo, per l’edizione 2019, ha deciso di premiare Raphael Gualazzi, cantautore e pianista, con la seguente motivazione: “Perché una voce e una musica possono essere degni testimoni del territorio in cui nascono, da secoli in sintonia col bello”; Luca Iacomucci, designer di alta gioielleria, “Perché non sempre l’arte più prestigiosa è quella monumentale e la bravura è più preziosa dei metalli preziosi”; Andrea Mosconi, top manager Bloomberg, “Perché sapere che ai piani più alti della Bloomberg Tower siede anche un pesarese ci rende il panorama più gradevole”.
Sono previsti anche 2 Premi Orgoglio Pesarese “perché ciò che di buono abbiamo non rischi di andare perduto” a Valentina Balducci, poetessa, “Perché chi sta dove soffia il vento sa rendere in maniera più vera e profonda il senso della vita per tutti noi”; Carlo Pensalfine e Walther Gnassi, Gemelli…mai persi, “Perché stanno come due colonne a sorreggere la porta d’ingresso alla modernità della vita sociale e del costume pesarese”.
Inoltre un Premio “Speciale” alla Società Pesaro Rugby, “Per i 50 anni di storia”. (giornalistitalia.it)

 

Comments are closed.