Si è spento, all’età di 81 anni, il giornalista crotonese che aveva coniugato arte e sport

Peppino Messinetti, una vita per il giornalismo

Giuseppe Messinetti

Giuseppe Messinetti

CROTONE – Si è spento nelle prime ore di oggi, all’età di 81 anni, il giornalista crotonese Peppino Messinetti. Era ricoverato da alcuni giorni all’Ospedale civile San Giovanni di Dio a Crotone.
Messinetti era un giornalista molto conosciuto per la sua lunga attività svolta nella carta stampata e successivamente in televisione.
Una grande attenzione ai fatti culturali e la passione sportiva lo avevano portato all’organizzazione di mostre ed eventi oltre che alla personale amicizia con scrittori e pittori di fama, ma anche al contatto quotidiano col mondo del calcio e della squadra del Crotone, di cui negli anni ’60 è stato anche un apprezzato dirigente.
Giornalismo, arte e sport sono state le passioni di tutta una vita per Peppino Messinetti, uomo di grande sensibiltà democratica; era figlio del parlamentare comunista Silvio Messinetti, deputato e sindaco di Crotone fra gli anni ’50 e ’60.
Nato il 3 agosto 1935, laureato in giurisprudenza, giornalista pubblicista iscritto all’Ordine della Calabria dal 22 giugno 1973, la carriera di Peppino Messinetti è cominciata con le prime corrispondenze per il Giornale di Calabria e Calabria Oggi; quindi le collaborazioni con Adnkronos, La Stampa, L’Ora, La Sicilia. Ha diretto i settimanali locali Il Diario del Crotonese, Il Rossoblù ed Il Krò. È stato addetto stampa del F.C. Crotone nelle stagioni 1999-2001.
Attento ai cambiamenti intervenuti nella professione, all’inizio degli anni ’70 Peppino Messinetti mise a disposizione delle prime reti televisive private la sua esperienza: con Quarto Canale prima, e poi con Rti, quindi per molti anni a Videocalabria.
Ha vinto il premio Gazzetta dello Sport Illustrata per la migliore didascalia, il Premio Sila, il Premio Pino d’Oro e il Premio Pericle. Nel 2009 ha pubblicato il libro “Dalla Marinella a Via Cutro” sulla storia del calcio a Crotone, edito da “Briefing”.
Il sindaco di Crotone Ugo Pugliese ha diffuso un messaggio nel quale ricorda: “Perdiamo un grande crotonese, ma non perdiamo il suo importante lascito culturale. Lo conserveremo come enorme patrimonio di questa città. Tutta la comunità crotonese si stringe al dolore della famiglia”.
Carlo Parisi, segretario generale aggiunto della Fnsi e segretario del Sindacato Giornalisti della Calabria, esprime “profondo cordoglio alla famiglia ed ai colleghi crotonesi per la perdita di un pioniere dell’informazione in una terra indubbiamente difficile e troppo spesso emarginata”.
I funerali di Peppino Messinetti si terranno domani, mercoledi 24 agosto, alle ore 15.30 nella Basilica Cattedrale di Crotone, muovendo dall’Obitorio dell’Ospedale civile San Giovanni di Dio.
Alla moglie Maria, ai figli Silvio e Carmen, la vicinanza e un abbraccio dalla Redazione di Giornalisti Italia. (giornalistitalia.it)

Virgilio Squillace

 

 

 

I commenti sono chiusi