Obiettivo riassetto ed espansione nazionale con il contributo del nuovo socio Alevi

Visibilia, la Santanché pensa ancora a “l’Unità”

Daniela Santanché

Daniela Santanché

ROMA – Visibilia Srl riorganizza le attività editoriali, con la nascita di Visibilia Editore. L’assemblea ordinaria della società di Daniela Santanché ha deciso il conferimento delle attività editoriali in Visibilia Editore Srl, controllata da Visibilia al 100%.
L’operazione prevede “l’apporto alla newco Visibilia Editore delle attività e passività relative al ramo editoria di Visibilia, inclusivo quindi della proprietà delle testate VilleGiardini, Ciak e Pc Professionale”.
“A valle del conferimento – aggiunge la società della deputata di Forza Italia, che si è candidata a rilevare l’Unità – Visibilia Srl ha ceduto ad Alevi Srl il 33,33% di Visiblia Editore”. Leggi tutto

Firmato l’accordo. La Fnsi anticipa il trattamento dal proprio Fondo di solidarietà

L’Unità: cassa integrazione per 88 lavoratori

unitaROMA – E’ stato firmato al Ministero del Lavoro l’accordo che chiude la procedura formale per la cassa integrazione a zero ore – per 24 mesi a decorrere dal primo agosto – per i lavoratori de l’Unità, che ha cessato le pubblicazioni.
L’intesa riguarda 88 persone tra cui 66 giornalisti e 17 poligrafici. La Federazione Nazionale della Stampa Leggi tutto

Fra gli indagati anche l’ex editore Nicola Grauso e il successivo Alberto Rigotti

Crac Epolis: la Procura chiede 19 rinvii a giudizio

Nicol Grauso

Nicol Grauso

EpolisCAGLIARI – Sono bastate poche settimane al pubblico ministero della Procura di Cagliari, Giangiacomo Pilia, per formulare al gip la richiesta di rinvio a giudizio per 19 persone indagate nel crac del Gruppo Editoriale Epolis e in quello della società Publiepolis, la concessionaria pubblicitaria su cui si appoggiavano i giornali aperti in varie regioni italiane.
Dopo la chiusura dell’inchiesta preliminare, arrivata un mese dopo gli arresti da parte della Guardia di finanza, su ordine del gip, Leggi tutto

Prende corpo il decreto Lotti: urgenze, rilancio dell’informazione e lavoro giornalistico

Editoria: soldi pubblici agli imprenditori onesti

Il sottosegretario Luca Lotti firma l’intesa assieme al segretario generale della Fnsi, Franco Siddi, al presidente della Fieg, Giulio Anselmi, ed al presidente dell’Inpgi, Andrea Camporese

Il sottosegretario Luca Lotti firma l’intesa assieme al segretario generale della Fnsi, Franco Siddi, all’allora presidente della Fieg, Giulio Anselmi, ed al presidente dell’Inpgi, Andrea Camporese

ROMA – Con l’approvazione delle norme che dispongono la pianificazione della spesa straordinaria per i prepensionamenti dei giornalisti, ex legge 416/1981, che spalma i fondi fino al 2019 (pari ai cinque anni di ‘scivolo’ massimo attribuibile a chi ne abbia titolo), prende definitivamente corpo il decreto Lotti per le urgenze e il rilancio dell’industria dell’informazione e del lavoro giornalistico.
Il provvedimento, diventato oggi definitivo con atto legislativo attraverso un emendamento introdotto nella legge per la Pubblica amministrazione, si accompagna e va letto con Leggi tutto

Con il procuratore Gratteri icona riconosciuta della lotta alla criminalità organizzata

La Fnsi a Polistena, evento che lascerà il segno

Nicola Gratteri

Nicola Gratteri

Pino Nano

Pino Nano

ROMA – Credo che questa di Polistena sia stata una scelta davvero coraggiosa. Non si poteva certo immaginare di meglio. Siddi, Parisi, Nunnari, Demasi, Soluri, i sindaci di Polistena e di Gerace, tutti insieme per un giorno, e poi lui, in prima fila e al centro della ribalta, il procuratore Nicola Gratteri, icona riconosciuta della lotta più sprezzante contro ogni forma di criminalità organizzata, magistrato dalle doti umane straordinarie e dalla cocciutaggine investigativa che ne hanno fatto ormai il numero uno in Europa, certo: di più non si poteva. Anche perchè credo che giornalisti coraggiosi come Michele Albanese, lui ultimo in ordine di tempo, non vanno mai lasciati soli.
Meno si è soli laggiù, meno deboli si è. Statene certi, chi sceglie e, soprattutto, chi decide di colpire un cronista lo fa solo se è sicuro della sua solitudine. Ecco perché oggi dico a Carlo Parisi “grazie!”. 
Caro Carlo, non potevi Leggi tutto

Il direttore della Fnsi, Giancarlo Tartaglia, illustra l’accordo con chiarezza e semplicità

Giornalisti, un Contratto che salva la professione

Giancarlo Tartaglia

Giancarlo Tartaglia

ROMA – La vertenza per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro giornalistico si è conclusa dopo un’intensa trattativa con una soluzione di compromesso che ha lasciato insoddisfatte entrambe le parti e che, proprio per questo, è sintomatica della situazione di grave e perdurante crisi che attraversa il mondo dell’informazione e il settore dell’editoria giornalistica in particolare.
Di fronte alla richiesta degli editori, presentata come irremovibile, di porre mano alla struttura del contratto collettivo per depotenziarlo, eliminando qualsiasi automatismo retributivo, i giornalisti hanno opposto un altrettanto irremovibile rifiuto. La conclusione è stata la conservazione, per un ulteriore triennio, del testo contrattuale con la salvaguardia di tutti i suoi istituti economici e normativi.
L’intera trattativa condotta con Inpgi e Governo
Già questo, al contrario di quello che alcuni pensano, non può essere considerato un risultato marginale o insignificante. Non va, peraltro, tralasciato che l’intera fase di rinnovazione contrattuale ha visto allo stesso tavolo oltre alla Fnsi e alla Fieg, anche l’Inpgi e il Governo, a dimostrazione della Leggi tutto

In cassa integrazione i giornalisti che da 22 mesi non percepivano lo stipendio

Il Romanista chiude, “ma sarà un arrivederci”

Il RomanistaROMA –  “Il Romanista”, unico quotidiano dedicato a una squadra di calcio in edicola 7 giorni su 7, da oggi non è più in edicola. A settembre avrebbe compiuto 10 anni, ma il commissario liquidatore, Andrea Maria Paolucci, ha ordinato ieri l’interruzione delle pubblicazioni e la sospensione di tutte le attività della società cooperativa in liquidazione coatta amministrativa. Leggi tutto

Storico corrispondente da Verbania della Gazzetta dello Sport e de La Stampa

Addio al giornalista Antonio Costantini

Antonio Costantini

Antonio Costantini

VERBANIA (Verbano-Cusio-Ossola) – Giornalismo piemontese in lutto per la scomparsa di Antonio Costantini, 86 anni, storico corrispondente da Verbania della Gazzetta dello Sport (per 30 anni) e de La Stampa (per 20 anni dal 1973 al 1993), prima di passare a La Prealpina di Varese. E’ morto ieri sera all’hospice San Rocco di Intra.
Nato a Luino il 29 aprile 1928, Costantini Leggi tutto

Approvato dal Parlamento tra le proteste dei giornalisti: “Ci licenzieranno in massa”

Grecia: un emendamento pro licenziamenti

Bandiera GreciaATENE (Grecia) – Un controverso emendamento che aprirà la strada alle fusioni di testate nel settore dei media è stato approvato ieri sera dal Parlamento greco fra le proteste dei giornalisti, che martedì mattina avevano proclamato uno sciopero di 24 ore, e quelle dei partiti dell’opposizione.
L’emendamento ha scatenato la rabbia di Syriza (sinistra radicale), il principale partito d’opposizione, e del Partito Comunista (KKE), i rappresentanti dei quali sono usciti dall’aula Leggi tutto

Grazie al Sindacato azioni concrete a conferma che qualcosa sta cambiando

Con la Fnsi a Polistena contro il muro di omertà

Il vicesegretario della Fnsi, Carlo Parisi, consegna la tessera della Fnsi a Luciano Regolo

Carlo Parisi consegna la tessera della Fnsi a Luciano Regolo

CATANZARO – Se c’è una cosa che può scalfire il «muro di omertà», quel concetto che ricorre più volte negli scritti lasciati da Paolo Borsellino, sempre vigile nel sottolineare la «pericolosa convergenza d’interessi fra le mafie e alcuni settori dello Stato», è la coesione di tutte le forze e le voci che vi si oppongono. Quanto più boss e potentati oscuri mirano a isolare, intimorire e screditare chi si ribella e richiama la pubblica opinione su infiltrazioni, violenze, illegalità e altri segnali tipici del predominio Leggi tutto

Nonostante la crisi che attanaglia l’informazione, c’è ancora chi può scegliere

Giannini lascia La Repubblica per Ballarò

Massimo Giannini

Massimo Giannini

ROMA – Massimo Giannini sarà il prossimo conduttore di “Ballarò”, dove debutterà il prossimo 16 settembre. Il giornalista lascerà “La Repubblica” per approdare in Rai. Ad annunciarlo è lo stesso quotidiano, spiegando i dettagli: Giannini ha firmato un contratto biennale con la televisione di Stato e si Leggi tutto

Gannett Company: “Così riusciremo a dare opportunità più mirate di investimento”

Usa Today: l’editore separa la carta da digitale e tv

Usa TodayNEW YORK (Usa) – Come già hanno fatto in passato News Corp e Time Warner, oggi Gannett Company – l’editore di Usa Today – ha annunciato di voler separare il settore della carta stampata da quello digitale e televisivo.
In questo modo “riusciremo a dare opportunità più mirate di investimento” ai nostri azionisti.
 Oltre a questo l’editore americano ha fatto sapere di voler acquistare Leggi tutto

Spot ritirati da 4 canali dopo le sanzioni occidentali per l’annessione della Crimea

Coca Cola: via la pubblicità dalle tv filo-Cremlino

Il Cremlino di Mosca

Il Cremlino di Mosca

ROMA – La Coca cola ha ritirato le sue pubblicità da quattro network televisivi russi legati al Cremlino e a una banca colpita dalle sanzioni che i paesi occidentali hanno imposto su Mosca per il suo ruolo nella crisi ucraina. L’ha riferito oggi il giornale economico russo Vedomosti.
Tre dei canali tv in questione – Ren Tv, Piaty Kanali e Domachny – fatto parte di una holding Leggi tutto

Con Siddi e Parisi anche il procuratore Gratteri a rimarcare che la stampa non è sola

La Fnsi a Polistena contro ogni minaccia

Franco Siddi e Carlo Parisi

Franco Siddi e Carlo Parisi

Nicola Gratteri

Nicola Gratteri

POLISTENA (Reggio Calabria) – Ha scelto Polistena, dove un giornalista – Michele Albanese – è costretto a vivere sotto scorta e a spostarsi con un’auto blindata, la Federazione Nazionale della Stampa Italiana per tornare a ribadire lo stretto, imprescindibile, connubio tra il diritto al lavoro e la libertà di stampa, scevra da condizionamenti da parte dei poteri forti – più e meno occulti – e di quelli criminali.
Venerdì prossimo, 8 agosto, alle ore 17.30 Leggi tutto