Buona partenza, ma occorre correggere alcune scelte su avvisi pubblici e Rai

Editoria: la Fnsi approva la sfida del Governo

Franco Siddi

Franco Siddi

ROMA – E’ partito in maniera incoraggiante e positiva il confronto con il Governo sulla cura degli stati di riorganizzazione, rilancio e nuova occupazione nel sistema dell’editoria. Il sottosegretario Luca Lotti – nell’incontro con tutte le organizzazioni del settore sugli indirizzi e gli interventi di sostegno all’editoria e al lavoro professionale – ha illustrato una linea molto chiara, di condivisibile innovazione e concretezza.
Nei prossimi giorni ci saranno approfondimenti tecnici e vogliamo davvero confidare che entro la fine del mese/inizio giugno – come annunciato dal rappresentante del Governo – possa vedere luce il decreto con la destinazione del Fondo straordinario per l’editoria (120 milioni in tre anni, 50 nell’anno in corso). Leggi tutto

Il sottosegretario Lotti assicura che entro fine mese saranno definite le linee guida

Editoria: 50 milioni per il rilancio del settore

Luca Lotti

Luca Lotti

ROMA – “Entro fine mese saranno definite le linee guida per l’assegnazione del Fondo straordinario per l’editoria”, che ha uno stanziamento di quasi 50 milioni di euro per il 2014, “con l’obiettivo di favorire nuova occupazione e rilancio del settore”. Lo ha spiegato il sottosegretario alla Presidenza al Consiglio, Luca Lotti, nel corso di un incontro, oggi a Palazzo Chigi, con alcuni rappresentanti delle principali associazioni di categoria delle imprese editoriali.
Sostegno alle riorganizzazioni aziendali, innovazione, ingresso di giovani professionisti e stabilizzazione dei precari: saranno questi i filoni principali alla base della ripartizione del Fondo. Nelle prossime due settimane sono previsti Leggi tutto

Il Cdr all’editore Abete: “Indietro non si torna, da un anno siamo in solidarietà”

TmNews: “Fusione con l’Asca, ora è l’unica strada”

ROMA – L’editore Luigi Abete continua a lanciare incomprensibili ultimatum sul progetto della fusione tra le agenzie di stampa Tmnews e Asca. Si tratta di un progetto industriale che i giornalisti di Tmnews hanno approvato fin dall’inizio, e che stanno finanziando da oltre un anno con il pesante sacrificio imposto loro dal contratto di solidarietà siglato un anno fa e finalizzato proprio a rendere possibile la fusione, secondo quanto ha sempre sostenuto in tutte le sedi formali l’azienda.
Il Comitato di redazione di Tmnews mette in guardia l’editore dal rappresentare in qualunque sede una realtà deformata: la parte sindacale, nella sua unitarietà rappresentata dalla Fnsi e dalle associazioni territoriali, oltre che dai Cdr delle due redazioni interessate, ha adottato Leggi tutto

In carcere da 8 anni per “terrorismo”, fuori grazie ad una nuova legge

La Turchia libera 3 giornalisti

Fusun Erdogan

ANKARA (Turchia) – Tre giornalisti turchi, in carcere da otto anni per fatti di “terrorismo”, sono stati liberati in virtù di una nuova legge che limita la durata massima dalla carcerazione provvisoria. Lo ha annunciato il sindacato dei giornalisti turchi Tgs.
I tre liberati sono Fusun Erdogan, fondatrice e direttrice della radio alternativa “Ozgur Radyo” (Radio Libera), che ha la doppia nazionalità turca e olandese, Bayram Namaz, cronista del periodico Atilim, e Arif Celebi, giornalista della stessa pubblicazione.
A novembre 2013 sono stati condannati all’ergastolo insieme a una ventina di altri imputati, riconosciuti colpevoli di appartenenza al Leggi tutto

Hanno votato a favore soci con il 59,07% del capitale. Assente anche Cairo

Rcs: bilancio approvato, ma Della Valle non c’è

Diego Della Valle

MILANO – L’assemblea degli azionisti Rcs ha approvato a maggioranza il bilancio 2013. Non risulta presente in votazione, neanche per delega, l’azionista Diego Della Valle (8,99%). Hanno votato a favore soci con il 59,07% del capitale, contrari il 3,69%, astenuti azionisti con il 3,39%. Non risulta fisicamente presente con propri rappresentanti nessuno dei grandi azionisti di Rcs e non risulta presente direttamente neanche Urbano Cairo.
L’assemblea prosegue ora con l’integrazione del consiglio di amministrazione e del Leggi tutto

A chi non ha accettato di passare da art. 2 e 12 a co.co.co. La Fnsi: “Revoca subito”

Gazzetta del Sud: “Licenziamenti illegittimi”

ROMA – La Giunta Esecutiva della Fnsi e la Consulta delle Associazioni Regionali di Stampa, riunite a Roma l’8 maggio 2014, ritengono illegittimo il licenziamento dei giornalisti del quotidiano “Gazzetta del Sud” che non hanno accettato la trasformazione dei loro contratti di lavoro art. 2 e 12 a tempo indeterminato in collaborazioni coordinate e continuative.
Con lettera del 3 marzo 2014, la Società Editrice Sud richiamando il “contratto di solidarietà firmato con la Fnsi a Roma il 18 febbraio scorso” aveva, infatti, chiesto ai giornalisti la disponibilità a “collaborare con un contratto co.co.co a partire dal 1° aprile”.
Alla sacrosanta risposta di non disponibilità da parte dei giornalisti, la S.E.S., con lettera del Leggi tutto

La Giunta della Fnsi: “E’ tempo di scelte che diano un futuro a questo giornale”

L’Unità: “Siamo alla svolta per la salvezza”

UnitaROMA – La situazione della società editrice de “l’Unità” sembra essere giunta ad una svolta che può divenire anche drammatica: il 14 maggio l’assemblea dei soci potrebbe deciderne la liquidazione. Si tratta di un’ipotesi allarmante.
Tuttavia, qualsiasi sia la decisione dell’assemblea, è necessario che tutte le pendenze economiche con il personale giornalistico (dipendenti e collaboratori) vengano saldate, anche mediante un Leggi tutto

I giornalisti chiedono “la corretta applicazione del contratto, disatteso dall’azienda”

La7: cinque giorni di sciopero

MILANO – L’assemblea dei giornalisti di La7 “ha affidato ieri al comitato di redazione cinque giornate di sciopero”: i giornalisti dell’emittente, spiega lo stesso cdr in una nota, “chiedono la corretta applicazione del contratto giornalistico tutt’ora disatteso dall’azienda e, soprattutto, un confronto serio sulle prospettive dell’emittente con la presentazione urgente di un piano industriale ed editoriale”.
L’assemblea dei giornalisti, continua la nota, “condivide le motivazioni dei lavoratori dell’emittente che domani saranno in sciopero per tutta la giornata per il rispetto degli accordi aziendali dell’applicazione del corretto trattamento retributivo anche ai contratti a tempo determinato e ai neo Leggi tutto

Su Tg4 e Studio aperto. Riequilibrio a Tgcom e La Effe e bacchettata alle altre tv

L’Agcom: “Troppo spazio a Berlusconi”

ROMA – Troppo spazio a Forza Italia e al suo leader Silvio Berlusconi su Tg4 e Studio aperto: è il richiamo dell’Agcom che, dopo una riunione fiume dedicata all’esame dei dati sul pluralismo e al diluvio di esposti in materia di par condicio, ordina il riequilibrio anche a Tgcom (sempre per la sovraesposizione dell’ex cavaliere) e a La Effe (troppo M5S). Ma bacchetta anche tutte le tv, chiedendo meno spazio al premier Renzi e al governo e un’adeguata presenza per i “piccoli”.
Mentre così decide l’autorità, in Vigilanza oggi i partiti minori protestano proprio per la proposta inviata dalla Rai alla Commissione bicamerale di realizzare tre puntate speciali di “Porta a porta” il Leggi tutto

Singolare selezione del Comune di Cadelbosco di Sopra. Parisi: “Intervenga l’Aser”

Cercasi non giornalista per lavoro giornalistico

Cadelbosco di SopraCADELBOSCO DI SOPRA (Reggio Emilia) – Il Comune di Cadelbosco di Sopra ha indetto una selezione pubblica per l’assunzione a tempo determinato di 1 “istruttore direttivo” esperto in comunicazione, categoria D1. Lo stipendio annuo lordo tabellare è di €. 21.166,71 (per 12 mensilità cui si aggiunge la 13ª mensilità), oltre all’indennità di comparto lorda annua di €. 622,80 (pari ad €. 51,90 per 12 mensilità), all’indennità di vacanza contrattuale annua lorda di €. 171,99 (pari ad €. 13,23 mensili per 13 mensilità) e all’indennità ad personam definita in €. 5.737,85 annui lordi (riferiti a 12 mensilità.
Le domande (accompagnate dal versamento della tassa di 10 euro) dovranno essere presentate entro le ore 13 del 29 maggio 2014.
L’assunzione – è precisato nel bando – “sarà disposta secondo le insindacabili valutazioni delle esigenze organizzative e funzionali che saranno operate dal Leggi tutto

Interrogazione del deputato Alfredo D’Attorre (Pd) che chiede l’intervento del Governo

Il caso “l’Ora della Calabria” in Parlamento

Ora della Calabria

Alfredo D’Attorre

Alfredo D’Attorre

ROMA – La brutale sospensione delle pubblicazioni de “l’Ora della Calabria” finisce in Parlamento e sarà oggetto di discussione a Montecitorio. Il deputato Alfredo D’Attorre (Pd) ha, infatti, presentato un’interrogazione a risposta orale al presidente del Consiglio dei ministri e ai ministri del Lavoro e dello Sviluppo economico chiedendo l’intervento del Governo sullo stop delle pubblicazioni del quotidiano calabrese.
“Il 18 febbraio – ricorda D’Attorre – scoppia il caso relativo all’Ora della Calabria, giornale edito dalla società C&C e diretto da fine dicembre da Luciano Regolo. In quella data il giornale si prepara a pubblicare Leggi tutto

L’Azienda Ospedaliera di Cremona cerca il dirigente dell’Ufficio Stampa

Concorso per 1 giornalista a tempo indeterminato

Azienda Ospedaliera CremonaCREMONA – L’Azienda Ospedaliera “Istituti Ospitalieri di Cremona” ha indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, per l’assunzione a tempo indeterminato di “1 dirigente per l’Ufficio Stampa e la comunicazione”. Le domande, redatte sull’apposito schema allegato, vanno presentate entro il 29 maggio 2014.
Possono partecipare i giornalisti, professionisti e pubblicisti, con cinque anni di servizio effettivo corrispondente alla medesima professionalità, prestato in enti del Servizio Sanitario Nazionale nella posizione funzionale di settimo e ottavo livello, ovvero in qualifiche di settimo, ottavo e nono livello di altre pubbliche amministrazioni.
L’ammissione al concorso è, altresì, consentita ai candidati in possesso di esperienze lavorative con rapporto di lavoro Leggi tutto

Il cdr: “La società sembra al capolinea”, ma ciò “non dev’essere la fine del giornale”

L’Unità: sciopero domani e venerdì

ROMA – La società Nie, Nuova Iniziativa Editoriale, editore dell’Unità, “sembra essere arrivata al suo capolinea”, ma questo “non deve essere la fine dell’Unità, della sua storia, del suo futuro, della comunità dei suoi lettori, delle lavoratrici e dei lavoratori che ne sono Leggi tutto