Rapito venerdì scorso, faceva parte del partito nazionalista Svoboda

Ucraina: trovato morto il giornalista Sergiyenko

Vasily Sergiyenko

KIEV (Ucraina)  – In Ucraina è stato trovato morto il giornalista Vasily Sergiyenko, che aveva avuto un ruolo attivo nelle proteste contro il presidente Viktor Yanukovych. Il suo corpo è stato ritrovato in una foresta a circa 150 chilometri fuori dalla capitale Kiev.
Secondo la procura della provincia di Cherkassk, Vasily Sergiyenko è stato rapito venerdì nella città di Korsun-Shevchenkivskyi ed è stato successivamente assassinato.
Il partito nazionalista Svoboda, del quale Sergiyenko faceva parte, ha fatto sapere che Leggi tutto

Il segretario del sindacato dei giornalisti al governo: “Non sono aiuti impropri”

Siddi (Fnsi): “Subito gli interventi per l’editoria”

Franco Siddi

Luca Lotti

ROMA – Gli interventi per l’informazione e l’editoria previsti dalla legge di stabilità sono strumenti di politica industriale e per il lavoro che debbono trovare coerente attuazione già a partire dalle prossime settimane.
Le risorse pubbliche previste, in questo quadro, non possono essere perciò considerate alla stregua degli aiuti impropri di Stato o delle spese superflue o meramente assistenziali.
Ora che il Governo Renzi ha superato la fase di rodaggio, sarà bene, perciò, sia presto operativo e concreto in materia di politica economica e sociale e, in questo caso, anche per la pluralità e la qualità del Leggi tutto

Domani una giornata di studio con Siddi, Rossi, Donno, Cembran e Del Vecchio

Fnsi: natura e limiti dei probiviri

FnsiROMA – Il Collegio nazionale dei probiviri, d’intesa con i vertici della Fnsi, ha deciso di indire per domani, martedì 8 aprile, una giornata di studio e di confronto su “Natura e limiti dei probiviri nel sindacato dei giornalisti”.
Lo scopo è sia pratico che teorico: verificare come si potrebbero aggiornare statuto e regolamento della Fnsi in tema di probiviri, definire il concetto di deontologia sindacale, evitare per quanto possibile incomprensioni tra il livello regionale e quello nazionale, rendere più preciso e trasparente il lavoro, evitare lungaggini e anche dubbi sulle Leggi tutto

Per il tribunale di Palermo Big G non è responsabile delle inserzioni illecite

Pubblicità sleale: non è colpa di Google

adwords-googlePALERMO – Non è colpa del motore di ricerca se un’azienda si serve dei “trucchetti” del web per fare pubblicità sleale. Nel caso di specie, il tribunale di Palermo ha stabilito che Google non può essere responsabile delle inserzioni pubblicitarie pubblicate attraverso Leggi tutto

Lo ha accertato la Guardia di Finanza nel 2013. 39 emittenti segnalate per violazioni

Editoria: oltre 68 milioni di fondi illeciti

Guardia di FinanzaROMA – Oltre 34 milioni di euro di omesso versamento del canone di concessione da parte delle imprese radiotelevisive; 39 emittenti segnalate per 433 violazioni in trasmissioni nocive ai minori; più di 68 milioni di contributi pubblici per il sostegno all’editoria percepiti illecitamente.
Numeri da capogiro che rappresentano, purtroppo, i principali risultati ottenuti dal Nucleo speciale per la radiodiffusione e l’editoria, reparto della Guardia di Finanza, nell’anno 2013.
Tra i controlli più significativi effettuati dalle Fiamme Gialle nel 2013, condotti in stretta collaborazione con l’AgCom, va segnalata, in particolare, Leggi tutto

Franco Abruzzo lancia una petizione on line rivolta al Parlamento e al Governo

Una legge in difesa del lavoro di cronisti

Franco Abruzzo

Franco Abruzzo

MILANO – “Si possono pubblicare, nel rispetto della dignità della persona e della verità sostanziale dei fatti, notizie di reato e connessi atti di indagine non coperti dal segreto posto in via temporanea dalla magistratura”.
Una legge di un solo articolo “che attui pienamente, in tema di libertà, la Costituzione della Repubblica Italiana e la Convenzione europea dei diritti dell’Uomo, nonché i giudicati della Corte di Strasburgo”. A proporla è Franco Abruzzo, consigliere dell’Ordine dei Giornalisti della Lombardia (di cui è stato presidente Leggi tutto

L’Assemblea dei giornalisti in stato di agitazione: “Garanzie da interlocutori ufficiali”

“l’Ora della Calabria”: pronti 10 giorni di sciopero

Ora della CalabriaLAMEZIA TERME (Catanzaro) – L’assemblea dei giornalisti de “l’Ora della Calabria”, riunitasi ieri, 5 aprile, a Lamezia Terme, alla presenza del vicesegretario Fnsi e segretario del Sindacato Giornalisti della Calabria, Carlo Parisi, esprime viva preoccupazione per il grave stato d’incertezza che caratterizza l’attuale situazione della testata ed il futuro di tutti i lavoratori.
Al momento, infatti, alcuna comunicazione ufficiale è pervenuta al Comitato di redazione ed al Sindacato dei giornalisti, sia rispetto allo stato di liquidazione della società editrice Leggi tutto

Grave e inaccettabile la procedura di licenziamento collettivo per cinque giornalisti

“Il Messaggero”, al Cdr 5 giorni di sciopero

Il MessaggeroROMA – L’assemblea dei redattori de “Il Messaggero” ha approvato (con un voto contrario ed un astenuto) un documento nel quale giudica“ grave e inaccettabile” l’avvio da parte della società editrice della procedura di licenziamento collettivo di cinque colleghi ai sensi della legge 223/91, attivata mentre è ancora in corso uno stato di crisi (ex legge 416/81), che ha previsto la cassa integrazione straordinaria per 29 persone. Leggi tutto

Il 10 aprile, a Montevideo, la presentazione del libro del giornalista Pantaleone Sergi

Storia della stampa italiana in Uruguay

Pantaleone Sergi

Pantaleone Sergi

MONTEVIDEO (Uruguay) – Pantaleone Sergi, giornalista e docente di Storia del giornalismo all’Università della Calabria, torna sul tema della stampa italiana nel Rio de la Plata: dopo un precedente volume sull’Argentina, questa volta al centro del suo nuovo libro c’è l’Uruguay.
Sergi, che é inoltre presidente dell’Icsaic (Centro di Ricerca sulle Migrazioni dell’ateneo calabrese , ricostruisce la vicenda della stampa etnica italiana, che “all’estero – precisa – continua a svolgere, tra mille difficoltà, una funzione di coesione nazionale”.
Non solo in Argentina e Uruguay, ma anche Leggi tutto

Uccisa ieri la fotografa dell’Ap Anja Niedringhaus, l’11 marzo il reporter Nils Horner

Afghanistan: allarme sicurezza per i giornalisti

La celebre foto di Anja Niedringhaus divenuta il simbolo della strage di Nassiriya

La celebre foto di Anja Niedringhaus divenuta il simbolo della strage di Nassiriya

KABUL (Afghanistan) – E’ allerta in Afghanistan per la sicurezza dei giornalisti: solo due giorni fa Reporter senza frontiere aveva pubblicato una nota sul Paese, dove ieri è stata uccisa la celebre fotografa tedesca dell’Associated Press Anja Niedringhaus. Suoi alcuni scatti che hanno fatto Leggi tutto

Due persone dovranno rispondere di tentata violenza privata, minacce e percosse

Concluse le indagini sull’aggressione ad Orofino

Paolo Orofino

Paolo Orofino

PAOLA (Cosenza) – Chiuse le indagini preliminari per l’aggressione del giornalista Paolo Orofino. Il cronista de “Il Quotidiano della Calabria”, il 14 marzo scorso è stato schiaffeggiato nella pubblica piazza di Paola, nell’Alto Tirreno cosentino, mentre si trovava in compagnia del caposervizio del “Corriere della Calabria”, Pablo Petrasso, e dell’inviato di “Servizio Pubblico”, Sandro Ruotolo, che era intento a intervistare l’avv. Nicola Gaetano sull’inchiesta delle parcelle d’oro all’Asp di Cosenza.
Unica “colpa” di Orofino è stata quella di aver tentato di scattare una fotografia a corredo del suo servizio giornalistico. La Procura della Repubblica Leggi tutto

Per il segretario del sindacato, però, “la Fieg deve assumersi più responsabilità”

Siddi (Fnsi): “Il contratto è possibile”

Franco Siddi

Franco Siddi

FIRENZE – “Siamo a un punto di svolta: il contratto è possibile”. Lo ha detto il segretario nazionale della Fnsi, Franco Siddi, parlando del contratto nazionale di lavoro dei giornalisti, oggi a margine di un convegno a Firenze. Il prossimo 17 aprile “ci sarà un passaggio importante nella commissione contratto” del sindacato giornalisti.
“Stiamo lavorando in maniera serrata con gli editori – ha proseguito Siddi – a un contratto di ‘salvaguardia’ e di prospettazione del futuro essenziale per il settore, fatto di imprenditori intelligenti, che vogliono riprendere in mano le sorti dell’impresa editoriale, e di giornalisti che si assumono responsabilità grandi in questa stagione. Vorremmo vedere la Fieg Leggi tutto