Rsf e altre otto ong per la libertà di stampa scrivono al procuratore generale della Valletta

Omicidio Caruana: coinvolgere Europol nell’inchiesta

Daphne Caruana Galizia

BRUXELLES (Belgio) – In una lettera congiunta, Reporter senza frontiere e altre otto organizzazioni per la libertà di stampa, domandano al Procuratore generale della Valletta di coinvolgere Europol, nell’inchiesta sull’omicidio della giornalista maltese Daphne Caruana Galizia, vista la provata efficacia dell’intervento di Europol, dimostrata nelle indagini per l’assassinio del reporter Jan Kuciak, in Slovacchia.
La lettera è indirizzata al procuratore Peter Grech, e per conoscenza alla presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, alla vicepresidente per i Valori e la trasparenza, Vera Jurova, al direttore esecutivo di Europol, Catherine De Bolle, ed al commissario Ue alla Giustizia, Didier Reynders.
«Restiamo profondamente preoccupati – scrivono le organizzazioni – perché l’inchiesta sull’omicidio non ha ancora portato piena giustizia a Caruana Galizia o alla sua famiglia».
La richiesta di coinvolgere Europol – aggiungono – è in linea con «altre raccomandazioni del Gruppo di monitoraggio sullo Stato di diritto del Parlamento europeo». (ansa)

 

I commenti sono chiusi